Formare i collaudatori: convegno a Formia

18 Novembre 2019

Da venerdì 22 a domenica 24 l'incontro organizzato dall'ufficio impianti sportivi della FIDAL


 

Riprendendo un tradizionale impegno di formazione, da sempre segno distintivo tra le attività del settore impianti e programmazione della FIDAL, l'ufficio impianti sportivi della Federazione Italiana di Atletica Leggera da venerdì 22 a domenica 24 novembre organizza una sessione di lavori mirata all'aggiornamento e alla formazione dei suoi collaudatori di impianti sportivi. Appuntamento al Centro di Preparazione Olimpica di Formia (Latina). Ai lavori, organizzati anche grazie al contributo offerto dalla CONICA, oltre alle componenti tecnico-impiantistiche della Federazione saranno di fatto presenti tutte le più importanti aziende italiane e non solo che realizzano impianti di atletica leggera.

IL COLLAUDATORE DEL FUTURO - Le quattro sessioni di lavoro (pomeriggio del 22, intera giornata del 23, mattina del 24) saranno precedute da un convegno sugli impianti - nella mattinata del 22 novembre - espressamente voluto dal presidente federale Alfio Giomi, nel quale sarà presentato ai partecipanti un quadro generale sullo stato della nostra impiantistica sportiva e aperto dagli interventi del vice presidente FIDAL Ida Nicolini e del segretario generale Fabio Pagliara, che ridefinirà anche la figura e le competenze del collaudatore del futuro. Un collaudatore che sempre più dovrà essere di supporto all'attività dei Comitati Regionali, non solo valutando lo stato delle opere e la corrispondenza delle stesse al RTI della IAAF oltre che dei regolamenti federali, ma anche facendosi promotore sul territorio delle nuove idee e dei nuovi modelli progettuali da proporre alle Amministrazioni in relazione alle caratteristiche del movimento sul territorio. Dovrà altresì essere implementato nel tempo il supporto dei collaudatori all'organizzazione dei più importanti eventi di atletica leggera.

IMPIANTI DI NUOVA GENERAZIONE - Nel convegno saranno trattati alcuni importanti focus, quali quelli relativi ad alcuni aspetti gestionali di particolare rilevanza (prof. Fabio Romei), di marketing impiantistico (prof. Italo Meli) e sullo SmarTrack (architetto Stefano Longhi), il progetto sviluppato dall'ufficio impianti sportivi, che nel tempo dovrà portare, anche grazie all'inserimento dei nuovi contenuti progettuali all'interno della norma CONI, alla nascita degli impianti completi di nuova generazione e alla diffusione degli "Athletics Ground". Il progetto -  proprio da questi incontri - dovrà trovare ulteriore slancio e maggiore diffusione.

SUL CAMPO - Le quattro sessioni di lavoro più specificamente dedicate ai collaudatori, ma comunque aperte a quanti, presidenti dei Comitati Regionali FIDAL e dirigenti delle società, volessero partecipare, saranno strutturate in sessioni di lavoro sul campo, rilievi topografici e test in sito sulle superfici, svolte dal docente universitario Antonio Vivanet e dal direttore del Labosport Roberto Armeni, oltre che da interventi di approfondimento e dibattiti in aula, moderati dal responsabile dell'ufficio impianti sportivi della FIDAL, Gianfranco Renzulli, assieme ai componenti della commissione impianti sportivi della FIDAL e dai rappresentanti dell'area di ingegneria di Sport e Salute (ex CONI Servizi). Informazioni per l'adesione ai lavori potranno essere richieste direttamente all'ufficio impianti sportivi scrivendo ai seguenti indirizzi mail: gianfranco.renzulli@fidal.it; maurizio.raffaelialbo@fidal.it; michela.dimattia@fidal.it.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate