Forlì: le cadette per il tricolore

30 Settembre 2020

Le protagoniste più attese della rassegna nazionale under 16 nel weekend: cercano il bis la saltatrice in alto Vicini e la sprinter Galuppi. DIRETTA STREAMING su atletica.tv

 

di Luca Cassai

Si torna a Forlì con i Campionati italiani individuali e per regioni cadetti, per il secondo anno consecutivo. Nella rassegna tricolore under 16 saranno protagonisti stavolta i ragazzi nati nel 2005 e 2006, pronti a contendersi 36 titoli in una manifestazione con programma immutato rispetto alle scorse stagioni. Al femminile in due puntano a ripetere il successo di dodici mesi fa: nel salto in alto si presenta da campionessa in carica l’emiliana Aurora Vicini, cresciuta a 1,77 di recente, e sugli 80 metri la velocista lombarda Ludovica Galuppi va in caccia della doppietta, opposta a un nutrito gruppo di avversarie. In pista, nei 300 ostacoli, annunciata al via Greta Donato: è l’erede del capitano azzurro Fabrizio Donato, bronzo olimpico del triplo a Londra 2012, e dell’ex primatista italiana dei 400 metri Patrizia Spuri. La giovane laziale parte con un accredito di 46.64, secondo tempo delle iscritte alle spalle dell’abruzzese Dalila Rocchio (46.49). Da seguire al campo Carlo Gotti i progressi di atlete già entrate nella top ten italiana di sempre per la categoria, come la giavellottista veneta Anna Raimondi e la marchigiana Elisa Marini sui 3000 di marcia, nonostante un calendario con attività meno fitta in confronto al passato. Sarà la 47esima edizione della serie, la dodicesima in Emilia-Romagna che si conferma la regione che ha accolto l’evento per il maggior numero di volte. In palio anche i trofei per regioni: un anno fa la Lombardia ha festeggiato il quarto successo di fila nella classifica combinata, insieme a quello con le cadette, mentre al maschile si è imposta la squadra del Lazio. LEGGI - LE SFIDE MASCHILI

DIRETTA STREAMING - La due giorni di gare sarà visibile interamente in diretta streaming su www.atletica.tv.

CLICCA QUI - GLI ISCRITTI DI FORLÌ 2020

SPRINT - Ai blocchi di partenza, negli 80 metri, due velociste salite sul podio di Forlì 2019: la tricolore Ludovica Galuppi (Pol. Olonia), che ha dimostrato di essere in forma con il 10.02 ventoso di domenica a Chiari dopo il 10.09 regolare del weekend precedente, e la piemontese Agnese Musica (Pol. Novatletica Chieri), terza un anno fa, sfrecciata a luglio in 10.06 sulla pista di Donnas e poi in 9.7 manuale a Lecce. Anche in questa edizione le debuttanti provano a irrompere sulla scena a cominciare da Alice Pagliarini (Atl. Avis Fano), scesa in tutto tre volte sotto i dieci secondi (9.94 con anemometro oltre la norma, 9.96 e 9.97 con brezza invece frontale). La 14enne marchigiana si era rivelata nella stagione indoor con il miglior crono di sempre a livello nazionale per una cadetta sui 60 metri, correndo in 7.62. Attenzione quindi al recente blitz in 9.95 di un’altra 2006, la trentina Sofia Pizzato (Usd Villazzano). Pronte a inserirsi l’emiliana Beatrice Minotti (Centro Atl. Copparo), che viene dal terzo posto del 2019 nel lungo, e la veneta Laura Franceschi (Assindustria Sport Padova). Nei 300 metri scatta da capolista una ragazza della regione ospitante, Francesca Grisenti (Atl. Parma Sprint), con i tre crono più rapidi della stagione e un picco di 41.02. Ma dietro incalzano due laziali: Gloria Kabangu (Atl. Frascati, 41.15) e Alice Calvaruso (Atl. Cecchina Alpa, 41.24).

MEZZOFONDO - In un’annata finora inevitabilmente meno densa del solito, a causa della cancellazione di molti eventi, la rassegna tricolore potrebbe essere l’occasione giusta per far decollare alcune specialità. Nei 1000 metri guida per il momento la bresciana Samira Manai (Freezone) che ha sfiorato il muro dei tre minuti con 3:00.04. Tra le maggiori candidate a una posizione di vertice anche Abruzzo, con Serena Quintiliani (Pol. Tethys Chieti), e Toscana, che schiera Margherita Voliani (Atl. Libertas Runners Livorno), ma il migliore accredito è della veneta Linda Conchetto (Venezia Runners Atl. Murano) con il 2:56.36 da secondo posto nella scorsa edizione. Sulla doppia distanza, i 2000 metri, vuole un altro tricolore l’altoatesina Anna Hofer (Sportclub Merano), campionessa cadette di corsa in montagna all’inizio di agosto e forte del 6:38.65 di tre settimane fa. Durante l’estate si sono messe in evidenza anche l’umbra Elena Ribigini (Atl. Libertas Arcs Perugia) e la 14enne toscana Sonia Tissi (Assi Giglio Rosso Firenze), nella scorsa stagione invece Sara Arrigoni (Atl. Parma Sprint) e Isabella Ferri (Cus Torino), ma va tenuta d’occhio la pordenonese Martina McDowell (Atl. Dolomiti Friulane) che ha il secondo crono dell’anno nei 1000 e ha optato per la gara più lunga. La favorita d’obbligo nei 1200 siepi non può che essere Elisa Clementi (Csi Atl. Provincia di Vicenza, 3:48.7), dopo la piazza d’onore del 2019. Per la veneta, leader stagionale anche nei 2000, è netto il margine su Anna Galli (Atl. Parma Sprint), l’altra atleta che si è già espressa in meno di quattro minuti.

OSTACOLI - Il nome che ruba l’occhio, sui 300 ostacoli, è quello di Greta Donato. Sì, proprio lei: la figlia di un big dell’atletica, Fabrizio Donato, due volte campione europeo del triplo (tra indoor e all’aperto) oltre che sul terzo gradino del podio olimpico nel 2012. Per il suo debutto tricolore ha scelto una gara su pista, come la mamma Patrizia Spuri che nel ’96 è diventata la prima azzurra della storia sotto i 52 secondi sui 400 metri. La portacolori delle Fiamme Gialle Simoni ha dato prova di regolarità con tre uscite “sub 47” e un record stagionale di 46.64. Meglio di lei, tra le iscritte, c’è soltanto l’abruzzese Dalila Rocchio (Pol.

Tethys Chieti) che in passato si era dedicata soprattutto alla marcia e un paio di settimane fa è riuscita a togliere oltre due secondi al personale in un colpo solo con 46.49. Poco distanti anche Melek Pirolini (100 Torri & Vigevano Atl. Young) e la 2006 Elena Crepaldi (Discobolo Atl. Rovigo). Negli 80 ostacoli due gare-fotocopia di Celeste Polzonetti (Atl. Desio), con 11.90 e 11.89 a metà settembre, hanno fatto accomodare la lombarda in pole position davanti a Christine Camplone (Us Aterno Pescara) ed Eleonora Parlanti (Atl. Livorno), 12.18 ventoso per entrambe, e alla triestina Giovanna Girardi (Fincantieri Wartsila, 12.23).

MARCIA - Al primo anno di categoria Elisa Marini (Atl. Avis Macerata) si è fatta subito notare sui 3000 di marcia per scendere fino a 14:25.75, il 22 agosto, che vale il decimo posto di sempre nelle liste italiane under 16. Un crono sostanzialmente confermato dal più recente 14:33.03 e quindi la 14enne marchigiana comanda nettamente in questa stagione con oltre mezzo minuto sulla laziale Giulia Gabriele (Fiamme Gialle Simoni), per un centesimo sotto i quindici in 14:59.99. Proverà a dire la sua anche l’umbra Francesca Vinti (Atl. Libertas Arcs Perugia), terza un anno fa.

SALTI - Cinque gare stagionali sopra 1,70 con l’acuto del 19 settembre a Modena, dove ha superato 1,77. Per adesso l’upgrade è di nove centimetri sulla misura vincente dell’anno scorso (1,68 dopo pochi mesi di attività) ma non intende fermarsi qui Aurora Vicini (Atl. Parma Sprint). L’emiliana di Noceto, che proviene dalla ginnastica acrobatica, nell’alto è la nona cadetta di sempre in Italia. Ma cercano miglioramenti anche le avversarie, capeggiate dalle venete Elisa Maria Menegotto (Atl. Montebelluna) e Giulia Gottardi (Atl. Verona Pindemonte), terza nel 2019. Sulla pedana dell’asta si entra in gara per far prendere quota alla stagione, che finora ha visto il 3,11 di Ilaria Bellei Ponzi (La Fratellanza 1874 Modena) e il 3,07 di Benedetta Cadeddu (Cus Cagliari). Anche nel lungo è la regione padrona di casa in cima alle liste dell’anno con Arianna Rondoni (Atl. Endas Cesena), atterrata a 5,59, ma dovrà guardarsi tra le altre da Agnese Camurri (Csi Atl. Provincia di Vicenza) e dalla piemontese Alice Gaggini (Atl. Venaria Reale). Nel triplo la veneta Irene Garbo (Fiamme Oro Padova) ha avvicinato i dodici metri con 11,89 ma non è lontana la pugliese Yasmine Akakpovi (Atl. Altamura, 11,81), invece partono da 11,60 la friulana Baofa Mifri Veso (Pol. Libertas Porcia) e Giorgia Galiazzo (Atl. Galliera Veneta).

LANCI - È volato a 51,07 il giavellotto di Anna Raimondi (Ga Aristide Coin Venezia 1949): quinta cadetta italiana di ogni epoca con l’attuale attrezzo di categoria, grazie all’exploit di Udine, all’inizio di agosto. Sopra i cinquanta metri la veneta, sotto i quaranta le altre, ma quattro in meno di un metro tra cui la non ancora 14enne campana Malinka Wojcikoski (Ideatletica Aurora, 39,84). Nel disco le migliori sette prestazioni dell’anno sono tutte della friulana Annalisa Micco (Libertas Majano, 38,29), più dietro le lombarde Sofia Tralli (Cus Pavia) e Marta Mabellini (Atl. Virtus Castenedolo). A proposito di Lombardia: la martellista Alice Lazzaro (Cus Pavia) è in crescendo di risultati, per arrivare al 47,57 di domenica scorsa e quindi oltre due metri in più sul 45,13 dell’umbra Angelica Gentili (Atl. Winner Foligno), in una sfida che attende anche Eleonora Lintas (Trionfo Ligure) e Priscilla Munich (Csi Atl. Provincia di Vicenza). Nel peso il miglior risultato estivo delle iscritte è di Giada Cabai (Atl. Malignani Libertas Udine) con 11,70 tallonata da Maya Aurora Maldina (Confindustria Atl. Rovigo, 11,61).

MULTIPLE - Appena due punti separano i record personali delle due principali contendenti. Si profila un testa a testa nel pentathlon tra l’altoatesina Alessia Goffi (Atl. Gherdeina Raiffeisen), 4137 a metà settembre, e la piemontese Annalisa Pastore (Bugella Sport), seconda un anno fa, che vanta uno score di 4139 datato 2019, mentre nello scorso weekend ha completato la prova multipla con 3896 a Giaveno. Il podio è nel mirino anche della trentina Sofia Galvagnini (Lagarina Crus Team) e dell’emiliana Sofia Bonafè (Gp Atl. Molinella).

ORARIO - I CAMPIONI ITALIANI 2019 - I RECORD DI CATEGORIA (agg. 22 settembre) - I PRIMI 8 IN GRADUATORIA (agg. 20 settembre)

SOCIAL NETWORK - Partecipate con noi al racconto dei Campionati italiani cadetti di Forlì seguendo gli aggiornamenti LIVE attraverso i nostri canali social Instagram: @atleticaitaliana, Twitter: @atleticaitalia e Facebook: www.facebook.com/fidal.it. Sostenete i vostri atleti preferiti, condividete foto e pensieri utilizzando gli hashtag #atletica #Cadetti2020.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: