Fiamme Oro, incontro con i campioni

14 Dicembre 2018

A Padova le premiazioni di fine anno per il gruppo sportivo della Polizia di Stato. Tra i protagonisti l’azzurro Yeman Crippa, bronzo nei 10.000 agli Europei di Berlino.


 

Ha regalato emozioni la serata “Incontra i campioni delle Fiamme Oro” a Padova, tradizionale appuntamento di fine stagione del gruppo sportivo della Polizia di Stato, che fa da bilancio dell’anno e guarda anche al futuro. Un futuro sempre più azzurro. Sono infatti due (un oro e un bronzo) le medaglie vinte dagli atleti cremisi agli Europei di Berlino 2018. Non succedeva dal 1998. A questi due piazzamenti sul podio si è aggiunto il bronzo europeo a squadre nel cross a Tilburg (Olanda), conquistato nel weekend, con il determinante sprint per il sesto posto di Yeman Crippa, il migliore degli azzurri.

Tornando alla rassegna continentale su pista, le medaglie sono arrivate per merito dello stesso Yeman Crippa, terzo sui 10.000 metri, e di Eyob Faniel che agli Europei ha colto l’oro a squadre nella maratona. E a Berlino due sono stati anche i quarti posti con Crippa nei 5000 metri e Massimo Stano nei 20 km di marcia, specialità in cui ha centrato la terza posizione nei Mondiali a squadre. Entrambi sono stati premiati così come il capitano Roberto Bertolini, argento nel giavellotto ai Giochi del Mediterraneo, i campioni italiani Michael Tumi (60 indoor), Enrica Cipolloni (pentathlon indoor) e Marcell Jacobs (100 metri), quest’ultimo al primato personale proprio sui 100 metri con 10.08. Assenti giustificati Ayomide Folorunso, oro e argento ai Giochi del Mediterraneo rispettivamente nella staffetta 4x400 metri e nei 400 ostacoli, il campione italiano di getto del peso Sebastiano Bianchetti e quello dei 60 ostacoli indoor Hassane Fofana, semifinalista agli Europei di Berlino.

Queste le parole di Yeman Crippa: “Il 2018 è stato un anno importante perché ho capito che posso arrivare davvero lontano: agli Europei su pista, in due anni, sono passato dall’ottavo al terzo posto. Nel cross non è arrivata la medaglia individuale, ma quella di bronzo a squadre mi ripaga lo stesso. Da neanche un mese sono tornato dal Kenya e lì davvero si fa sul serio: allenandoti con loro, capisci quanto sia importante lavorare tanto e in gruppo. Nel 2019 d’estate voglio migliorarmi sui 1500 e sui 5000 metri, per poi puntare alla finale nei Mondiali di Doha”.

Ma l’iniziativa vuole anche dare modo ai giovani del gruppo sportivo padovano di incontrare i migliori atleti della loro squadra che, da premiati, si trasformano in premiatori dei ragazzi insieme alle autorità. La serata ha preso il via con l’intervento di Giuseppe Maria Iorio, comandante del 2° Reparto Mobile e presidente delle Fiamme Oro di atletica leggera, seguito dal saluto dell’assessore allo sport del Comune di Padova, Diego Bonavina, che ha evidenziato il ruolo centrale per la città delle Fiamme Oro. Tra gli altri è intervenuto Claudio Mastromattei, vicario del Questore di Padova. Dopo il resoconto dell’anno del direttore tecnico Sergio Baldo, che ha ricordato anche l’importante progetto per il sociale #uncuorecremisi - La crescita etica oltre a quella sportiva, sono iniziate le premiazioni dei campioni e poi quelle dei giovani, divisi per fascia d’età. C’è stato modo infine di lanciare le iniziative 2019 di due partner storici: l’ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo) e il VIMM (Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata).

(da comunicato stampa Fiamme Oro Atletica)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Gli atleti delle Fiamme Oro sul palco delle premiazioni


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate