Pista e asta, due meeting in Lombardia

24 Settembre 2021

Sabato a Milano nei 5000 ancora in gara l’azzurra Arnaudo, al maschile il tricolore Riva. A Cesano Maderno, in pedana la campionessa italiana Molinarolo

 

Anche quest’anno l’Athletic Elite Meeting, in programma sabato 25 settembre all’Arena di Milano, propone un cast interessante a partire dalle competizioni a invito. Il piatto forte, nell’ottava edizione, è il mezzofondo prolungato. Sui 5000 metri torna in gara la campionessa italiana Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino), argento europeo under 23 della doppia distanza e reduce dal gran 3000 siepi di due settimane fa a Bergamo, che troverà la quarta dei 10.000 continentali Gaia Colli (Atl. Valle Brembana) e le protagoniste della recente Finale Oro dei Societari a Caorle, come Sara Galimberti (Bracco), Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina) e Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), oltre a Micol Majori (Pro Sesto) con le gemelle Federica Zanne (Esercito) e Giulia Zanne (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco). Il campione italiano assoluto della specialità Pietro Riva (Fiamme Oro) è il faro di una gara maschile che vede al via anche Edoardo Melloni (Athletic Club 96 Alperia), Ahmed El Mazoury (Atl. Casone Noceto), Samuel Medolago (Atl. Valle Brembana), Ahmed Ouhda (Atl. Casone Noceto), e l’under 23 Luca Ursano (Cosenza K42). Nei 1000 metri Serena Troiani (Cus Pro Patria Milano) se la vedrà con Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata). La stella nei 300 è Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) opposto ad Andrea Federici (Biotekna Marcon). Tra le gare open da seguire i 200 ostacoli con lo junior Paolo Gosio (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e i 400 con Alexandra Troiani (Cus Pro Patria Milano).

Saranno otto i Paesi rappresentati nel Pole Vault Challenge di sabato 25 settembre a Cesano Maderno (Monza Brianza) nell’inedito e suggestivo contesto dei Giardini di Palazzo Borromeo, con atleti di valore internazionale. Tra le donne, in gara la campionessa italiana assoluta Elisa Molinarolo (Atl. Riviera del Brenta), salita a 4,55 quest’anno per diventare la terza azzurra di sempre, che ha partecipato alle Olimpiadi di Tokyo. Le avversarie più accreditate sono la primatista belga Fanny Smets e la francese Margot Chevrier, con personali outdoor da 4,51. Al maschile, spicca il nome dell’olandese Menno Vloon, recordman nazionale con 5,85 outdoor e 5,96 indoor, finalista ai Giochi. Al via anche lo sloveno Robert Renner e il lettone Mareks Arents (Enterprise Sport & Service), entrambi capaci di saltare 5,70. È la terza volta per questo evento di street athletics (le prime due nel 2019 tra Saronno, in provincia di Varese, e la milanese Nerviano). Organizza la Track & Field Academy insieme all’Atletica Cesano, con inizio alle ore 15 e ingresso libero.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: