Europei Cross: Lebid cerca il 10




 

Delle passate 17 edizioni dei Campionati Europei di Cross lui ne ha vinte nove. E a Velenje, domenica 11 dicembre, tenterà di centrare la doppia cifra in fatto di ori. Questo l'ambizioso e storico traguardo dell'ucraino Serhiy Lebid che, a 36 anni, cerca la riconferma sul trono continentale della corsa campestre. Un "regno" il suo inaugurato nel 1998 a Ferrara e proseguito con cinque vittorie consecutive tra il 2001 e il 2005, seguite da altre due nel 2007 e nel 2008 fino al titolo più recente conquistato un anno fa ad Albufeira. Complessivamente Lebid - contando anche l'argento del 2000 e i bronzi del 1997 e 2009 - è finora salito sul podio individuale dell'EuroCross per ben 12 volte. Sui prati sloveni proverà ad opporsi questa sua fortunata longevità agonistica lo spagnolo Ayad Lamdassem, argento nel 2010 e reduce da un ottimo secondo posto nel prestigioso Cross Internazionale di Soria, sostenuto dal compagno di squadra Javier Guerra. Attenzione, però, anche alla Francia, team detentore del titolo europeo, che schiera Abdellatif Meftah, il campione junior del 2007 Morhad Amdouni, e quello under 23 del 2010 Hassan Chahdi. Formazione quasi completamente rinnovata per il Portogallo che, a parte Jose Rocha, scommette sull'emergente Thiago Costa. Andy Vernon e Andy Baddeley sono, quindi, gli uomini di punta della Gran Bretagna, mentre non sono da sottovalutare nemmeno i due etiopi naturalizzati Atelaw Bekele (Belgio) e Urige Buta (Norvegia).

Il favorito della prova under 23 è, invece, il francese Florian Carvalho, campione juniores nel 2008 e argento Promesse nel 2010 alle spalle del connazionale Hassan Chahdi. Nel 2011 Carvalho ha già fatto suo il titolo continentale di categoria dei 1500 su cui poi si è cronometricamente migliorato a 3:33.60. A Velenje dovrà, però, guardarsi bene dallo spagnoli Abdelaziz Merzougui, oro Juniores 2010 del cross e argento europeo under 23 dei 3000 siepi vinti dal connazionale Sebastián Martos, altro protagonista atteso al via domenica. Due medaglie d'oro di Ostrava nelle fila della Norvegia con Sindre Buraas (5000) e Sondre Nordstad Moen (10000).

I nomi da seguire nella categoria Juniores sono, invece, quelli del portoghese Rui Pinto, del francese Romain Collenot-Spiriet e dei russi Andrey Rusakov e Ilgizar Safiulin, campione europeo junior e primatista nazionale dei 3000 siepi.  
 
LE SFIDE FEMMINILI - A livello assoluto manca la campionessa uscente Jessica Augusto, ancora in fase di recupero dopo il recente ritiro alla Maratona di New York. Il Portogallo potrà comunque cercare di riconfermare il titolo a squadre puntando su Ana Dulce Félix, bronzo dell'edizione 2010 e che è reduce dal probante 2h25:40 ottenuto proprio lo scorso 6 novembre sulle strade della Grande Mela. Altre possibili pretendenti alla vetta del podio individuale potrebbero essere l'irlandese Fionnualla Britton, quarta un anno fa, e la turca, argento della passata edizione, Binnaz Uslu. Quest'ultima nel cross ha già vinto il titolo continentale Junior nel 2004 e quello Under 23 nel 2006. Il successo anche a livello Senior ne farebbe la prima donna a vincere l'oro in ogni categoria. Intanto, nel 2011 la Uslu ha già fatto suoi i primi posti di 3000 siepi e 5000 all'Universiade di Shenzhen. Da tenere d'occhio sugli 8170 metri di Velenje anche l'olandese Adriënne Herzog, la francese Sophie Duarte e la britannica Hatti Dean.

Passando alle Promesse, voglia di conferme e di riscatto per la turca-etiope, campionessa in carica, Meryem Erdogan, grande delusa degli Europei under 23 di Ostrava chiusi con un doppio ritiro su 5000 e 10000. E' proprio da allora che non la si vede gareggiare, ma se sarà in forma, a Velenje potrà seriamente pensare al bis. Dovrà, però, fare i conti con la spagnola Cristina Jordán e la britannica Emma Pallant, dietro di lei in quest'ordine ad Albufeira 2010. Senza perdere di vista il fatto che la Gran Bretagna delle Campionesse d'Europa under 23 può schierare anche Stephanie Twell, ovvero l'oro juniores degli EuroCross 2006, 2007 e 2008, stagione quest'ultima anche del suo titolo iridato under 20 sui 1500. A proposito di medaglie d'oro, a Velenje ci saranno tre campionesse del mezzofondo agli Europei Juniores di Tallinn 2011.

Protagoniste annunciate tra le under 20 sui prati sloveni sono, infatti, la serba Amela Terzic, argento di campestre nel 2010, ma quest'anno senza rivali su 1500 e 3000 in pista; la siepista tedesca Gesa Felicitas Krause che ha anche riscritto il primato europeo junior della specialità (9:32.74) ed è giunta nona assoluta ai Mondiali di Daegu; la turca Esma Aydemir, leader dei 5000 metri. Il titolo Junior per team 2010 era andato alla Gran Bretagna.  

a.g.

TV - Diretta su Rai Sport 2 dalle 10:25 alle 15:30. Streaming video dell'intera manifestazione accessibile attraverso l'home page dell'European Athletics

ORARIO/Timetable
10:45: Junior donne (3.970 m)
11:24: Junior uomini (6.070 m)
12:07: Under23 donne (6.070 m)
12:52: Under23 uomini (8.170 m)
13:41: Senior donne (8.170 m)
14:33: Senior uomini (9.870 m)

ISCRITTI: Uomini - Donne  

Nella foto in alto, il nove volte campione europeo di cross Serhiy Lebid (Giancarlo Colombo/FIDAL)

        

File allegati:
- Le pagine EA sulla manifestazione
- LOC website



Condividi con
Seguici su: