EuroU23 promossi quattro azzurri

12 Luglio 2013

A Tampere (Finlandia), le martelliste Magni e Massobrio, il siepista Gerratana e l'astista Lazzari conquistano la finale

 

di Alessio Giovannini

La terza giornata dei Campionati Europei under 23 di Tampere (Finlandia) inizia con quattro atleti azzurri che conquistano la finale. A segno entrambe le martelliste Elisa Magni (61,48) e Francesca Massobrio (62,23). In pista, un determinato Giuseppe Gerratana conquista il secondo posto nella semifinale dei 3000 siepi, limando il personale a 8:46.05. Nell'asta, quindi, OK Alessandra Lazzari salita fino a 4,15 senza commettere errori. Tra le note non positive della mattinata, invece, c'è l'eliminazione del tricolore assoluto Gianmarco Tamberi, primo degli esclusi dalla finale del salto in alto con 2,17. Oggi si prosegue a partire dalle 16:10 con la finale del triplo femminile che vedrà in pedana Dariya Derkach. In tutto saranno 12 gli atleti italiani impegnati nella sessione pomeridiana, tra i quali il tricolore assoluto dell'asta Claudio Stecchi.

ASTA donne (qualificazione) - Una progressione senza errori da 3,85 a 4,15 premia Alessandra Lazzari. L'astista umbra, tricolore Promesse in carica, si spinge poi anche all'attacco del 4,20 che ne eguaglierebbe il personale. Un solo tentativo non riuscito, ma per l'ottavo posto e la qualificazione alla finale di domani (ore 15:30) basta già quanto saltato fino a quel momento. Si fermano, invece, a 4,05 sia Miriam Galli che Eleonora Romano che, però, aggiunge 5 centimetri al suo miglio risultato in carriera. Avanti con 4,20 la svedese, primatista mondiale junior, Angelica Bengtsson (un errore a 4,15) che dovrà vedersela con l'agguerrita concorrenza delle tre russe Sidorova, Yeryomina e Zhuk-Krasnova.

3000SC uomini (semifinali) - Giuseppe Gerratana rivela grande padronanza della situazione. L'aviere di Modica (Ragusa) è bravo a gestire i continui strappi impressi all'andatura dagli avversari e a tenersi sempre nel quartetto che accede di diritto alla finale. Quando negli ultimi giri il bulgaro Tsenov (8:45.02) allunga il passo, l'azzurro non lo lascia scappare e, senza forzature, si prende il secondo posto in 8:46.05. Primato personale di un secondo abbondante (prec.

8:47.57 l'8 giugno scorso a Caprino Veronese) e la voglia dichiarata di far ancora meglio domenica alle 16:50. Eliminato, invece, l'altro azzurro Luca Sponza che prova a partire in testa nella seconda semifinale, ma viene presto riassorbito dal gruppo per chiudere all'ottavo posto in 9:10.37. Davanti a lui, intanto, qualificazione-passeggiata per il superfavorito spagnolo Merzoughi, 8:52.90 alle spalle del francese Collenot-Spiret (8:52.52). 

MARTELLO donne (qualificazione) - Dopo Simone Falloni ieri tra gli uomini, oggi Elisa Magni e Francesca Massobrio si guadagnano la finale del lancio del martello. Inizia la toscana Magni che all'ultimo ingresso in gabbia trova un decisivo 61,48 che, alla fine dei conti, le assegnerà l'ultimo prezioso posto tra le dodici che domani torneranno in gara alle 16:40. La miglior misura della piemontese Massobrio (10^) giunge, invece, alla seconda prova: 62,23. In cima all'elenco delle qualificate la russa Tsareva 67,59 e la svedese Larsson 67,13.

110HS uomini (semifinali) - Vanno in finale i primi tre di ciascuna semifinale insieme ai due migliori tempi di recupero. Nella prima c'è Hassane Fofana che paga qualche contatto nelle barriere iniziali e incappa in un finale frenato dall'ultimo ostacolo abbattuto. Chiude quinto in 14.05 con parecchio vento contro (-2.7). Crono che per tre centesimi esclude l'azzurro delle Fiamme Oro dal round conclusivo dell'evento continentale. I più veloci della mattinata sono il bielorusso Linnik (13.76/-1.1) e il francese Krauss (13.78/-2.7).

PESO donne (qualificazione) - A Francesca Stevanato sarebbe servito un lancio molto vicino al suo primato personale (15,79 ad aprile) per essere di nuovo in pedana stasera per lanciare in finale. A Tampere, però, la pesista azzurra resta decisamente sotto la fettuccia dei 15 metri e non fa meglio di 14,26 (18^).

L'ultima atleta a superare il turno, con 15,34, è stata l'israeliana Muchkaev con 15,34, mentre la tedesca, iridata junior 2012, Shanice Craft ha chiuso il discorso con 17,10.

ALTO uomini (qualificazione) - Il campione italiano assoluto Gianmarco Tamberi - reduce da un infortunio alla caviglia in aprile - era di fatto alla sua seconda uscita outdoor del 2013 dopo il 2,21 del 27 giugno ai Giochi del Mediterraneo. Purtroppo, l'azzurro (2,31 di personale all'aperto nel 2012) non dà la sensazione di essere ancora al top della condizione. Lo si vede fin dalla prima incredibile incertezza a 2,09, quota che il 21enne delle Fiamme Gialle abbatte all'esordio in pedana. Poi per lui subito 2,13 e ancora un "fatale" errore a 2,17. Ai 2,20 della misura di qualificazione (superata da 11 avversari) le sue speranze di finale si infrangono contro tre "X" con un terzo assalto che forse poteva essere il più convincente. Una delusione accresciuta da un 13° posto che brucia e dall'evidenza che, senza quell'imperfezione a 2,17, avrebbe comunque conquistato un posto in finale. Non riesce ad oltrepassare lo scoglio della qualificazione nemmeno Ferrante Grasselli per il quale, però, saltare 2,20 avrebbe significato eguagliare il recente personal best dei Tricolore di Rieti. L'azzurro ha un percorso netto fino a 2,17, quota che risolve all'ultimo tentativo.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SQUADRA AZZURRA

STREAMING: è possibile seguire tutta la manifestazione in diretta streaming attraverso il seguente LINK

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag ufficiale: #Tampere2013  Facebook: www.facebook.com/fidal.it

Campionati Europei Under 23 - Tampere 2013 
3^ giornata - venerdì 12 luglio
Gli azzurri in gara (orario italiano)

ore 16:10 Triplo donne FINALE Dariya Derkach
ore 16:25 400hs uomini (semifinali) Lorenzo Veroli
ore 17:00 100m donne FINALE Irene Siragusa
ore 18:00 10.000m donne FINALE Virginia Maria Abate, Sara Galimberti, Laura Papagna
ore 18:15 Asta uomini (qualificazione) Simone Fusiani, Claudio Stecchi
ore 19:00 Lungo uomini FINALE Camillo Kaborè
ore 19:30 200m donne (batterie) Martina Amidei, Gloria Hooper, Irene Siragusa

File allegati:
- RISULTATI/Results
- FOTO/Photos

Giuseppe Gerratana (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: