Eberstadt, 1,90 e ottavo posto per Lamera




 
Ottavo posto per Raffaella Lamera (Esercito) nel meeting di Eberstadt, tradizionale riunione tedesca riservata alle sole gare di salto in alto. La bergamasca ha interrotto la propria scalata alla quota di 1,90, stesso capolinea della spagnola Ruth Beitia della svedese Ebba Jungmark, avversarie titolate, finite più avanti in classifica per minor numero di errori. Il successo è andato a sorpresa alla russa Svetlana Shkolina, con 1,99 (primato stagionale), misura sufficiente per avere ragione della croata Blanka Vlasic, la superstar della specialità, ferma a 1,97; terzo posto per la sorprendente nigeriana Amata Doreen, che ha eguagliato con 1,95 il proprio personale, datato 2008. Il risultato di Eberstadt conferma la difficoltà che vive la specialità in questa stagione: le graduatorie mondiali riportano un solo salto oltre i 2 metri all'aperto, quello ottenuto dalla Vlasic il 24 giugno di quest'anno. Il vertice, annuale, resta il 2,04 realizzato da Antonietta Di Martino il 9 febbraio a Banska Bystrica.  Raffaella Lamera, salita quest'anno a 1,93, sulla pedana (per lei magica) di Firenze, occupa la quindicesima posizione nelle liste mondiali: attualmente sufficiente per la convocazione ai Mondiali di Daegu, visto che il limite fissato dal Consiglio federale per il via libera, in caso di raggiungimento del minimo B (per l'alto donne: 1,92) è la 24esima posizione mondiale al meglio dei tre atleti per nazione.

Domani pomeriggio (quest'anno Eberstadt presenta un programma diviso su ben tre giornate) sarà la volta degli uomini, in una competizione di livello altrettanto interessante. Insieme ai russi Ukhov e Dmitrik, al ceco Baba, al tedesco Spank, anche l'azzurro Silvano Chesani (Fiamme Oro), in caccia dei 2,31 del minimo A per i Mondiali di Daegu (Chesani, nato nel 1988, ha il minimo B in tasca, insieme al 22enne Marco Fassinotti; in base al regolamento IAAF, però, potrà essere iscritto un solo atleta con il minimo B).

m.s.

Risultati - Donne: 1. Shkolina, Svetlana (RUS) 1,99; 2. Vlasic, Blanka (CRO) 1,97; 3. Amata, Doreen (NGR) 1,95; 4. Aitova, Marina (UZB) 1,93; 5. Green-Tregaro, Emma (SWE) 1,93; 6. Beitia, Ruth (ESP) 1,90; 6. Jungmark, Ebba (SWE) 1,90; 8. Lamera, Raffaella (ITA) 1,90; 9. Radzivil, Svetlana (UZB) 1,87; 10. Kufaas, Stine (NOR) 1,87; 11. Lamb, Elizabeth (NZL) 1,84; 12. Kröger, Meike (GER) 1,80

Uomini (domani) - Iscritti: Ukhov, Ivan (RUS); Spank, Raul (GER); Dmitrik, Aleksey (RUS); Parsons, Tom (GBR); Chesani, Silvano (ITA); Ninov, Viktor (BUL); Bernard, Martyn (GBR); Ferrin, Diego (ECU); Baba, Jaroslaw (CZE); Thomas, Donald (BAH); Baniotis, Konstandinos (GRE).

Nella foto d'archivio, Raffaella Lamera (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: