EYOF, argento per Braga e Dini




 

Altri due argenti nel bottino della rappresentativa italiana under 18 in gara all'EYOF di Trabzon (Turchia). Il lunghista Stefano Braga ha aggiunto oggi un argento al bronzo iridato di Lille. 7,36 il suo salto nel vento (+3.4) che l'ha portato a soli due centimetri dalla vittoria andata, con 7,38 (+1.4), al britannico Safo. Il giovane piacentino ha, quindi, messo a segno due salti fotocopia da 7,27 con vento nella norma (+0.3, +1.6), grazie ai quali ha avuto la meglio sul russo Popov, atterrato a 7,36 (+1.4) come lui. Dai 1500 un'altra medaglia per la famiglia Dini. Dopo il bronzo di ieri di Lorenzo sui 3000, oggi a salire sul podio è stato il gemello Samuele, argento (3:54.45). Il mezzofondista livornese ha dovuto cedere il passo solo all'irlandese Finnegan (3:53.78), ma si è lasciato alle spalle il britannico Lamswood (3:55.02). Rispetto ai Mondiali di Lille i due fratelli toscani si sono scambiati i ruoli: in Francia, infatti, era stato Lorenzo a correre i 1500 (nono in finale con 3:48.40), e Samuele i 3000 (out in batteria con 8:23.35). Nei turni di qualificazione hanno, invece, staccato il pass per le rispettive finali Giacomo Isolano nei 200 (21.79/+1.6), Raphaela Lukudo nei 400hs (1:01.62), Eugenio Meloni nell'alto (1,99) e Monia Cantarella nel peso (13,49). Eliminato - primo degli esclusi - il pesista Lorenzo Del Gatto, fermo a 16,84. Nel programma di domani, penultima giornata di gare, la vicecampionessa iridata Anastassia Angioi affronterà la qualificazione del lungo (ore 10:15). Italia attualmente a quota sei medaglie (1 oro, 3 argenti, 2 bronzi).

Nella foto in alto, il lunghista Stefano Braga; sotto, il mezzofondista Samuele Dini (Giancarlo Colombo/FIDAL)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: