Donetsk, quinto il triplista Forte

13 Luglio 2013

La più bella finale di triplo nella storia dei Mondiali vede protagonista il romano, 15.71 (secondo allievo di sempre).

 

di Raul Leoni

Bella Italia a Donetsk anche nel pomeriggio, dopo la mattina nel segno della marcia: al bronzo di Noemi Stella nei 5000m (22:48.95) e all’eccellente settimo posto di Gregorio Angelini nei 10000m (45:26.66 PB), si aggiunge lo splendido piazzamento del romano Simone Forte nella più bella finale di triplo nella storia del Mondiale giovanile (quinto con 15.71/+0.6: superato anche Paolo Camossi nella lista di sempre, davanti resta solo Andrew Howe). Dopo la squalifica di Nigeria e Giamaica, ufficializzata nel pomeriggio, anche il quartetto della Staffetta Mista femminile agguanta una corsia per la finale di domani. Bella chiusura dell’eptathlon, con Giulia Sportoletti decima (5358 punti): vince la tedesca Leffler (5747), l’argento ed il bronzo si assegnano con un centinaio di punti in più del recente primato italiano dell’azzurra brianzola. Dopo il brillante comportamento dei ragazzi, cresce il settore giovanile delle multiple. Anche il giovane livornese Filippo Lari è 10° nell’alto (2.02), mentre Giulio Anesa – miglioratosi nelle qualificazioni del mattino (57.61) – chiude 11° nel disco (52.91). Domani si chiude con ben sei presenze azzurre nelle finali in programma nell’ultima giornata.

TV – Una sintesi delle gare della terza giornata dai Mondiali U18 di Donetsk sarà trasmessa da Rai Sport 1 a partire dalle ore 23.00.

LE SCHEDE DEGLI AZZURRINI | LE LISTE ITALIANE ALL-TIME: ALLIEVI - ALLIEVE
SEGUICI su Twitter [@atleticaitalia] #WYC2013 | Facebook

RISULTATI LIVE

LE GARE DELLA QUARTA GIORNATA (13 luglio, pomeriggio)

Disco M (finale): C’è da riscattare l’onore del settore lanci, per così dire, e Giulio Anesa ha già contribuito con la bella qualificazione ottenuta in mattinata: la tensione cala un po’ e il colosso bergamasco si deve accontentare di un modesto lancio, 52.91, per l’11° posto. Tra i protagonisti della finale, due ragazzi già medagliati nel corso della manifestazione, l’australiano Matthew Denny (bronzo ieri nel martello) ed il tedesco Hennin Pruefer (argento nel peso il primo giorno).

Triplo M (finale): Si salta sul serio, come nella finale femminile di ieri: e, come Benedetta Cuneo, anche Simone Forte ha assunto una nuova dimensione in questa trasferta ucraina. Assolutamente non appagato dal mostruoso miglioramento ottenuto in qualificazione, il triplista romano avanza ancora nella lista all-time, 15.71 (+0.6), supera Paolo Camossi e ora solo Andrew Howe lo guarda dall’alto. Per un paio di turni Forte accarezza addirittura il sogno del podio: poi regge il confronto (5°) in una finale nella quale i primi otto fanno tutti il personale alla grande (e resta fuori l’americano Keandre Bates, il migliore in qualificazione). Di gran lunga la più grande finale nella storia dei Mondiali giovanili: un onore anche solo esserci.

800m (eptathlon): Una grande chiusura per la coppia azzurra, che certo non ha avuto un percorso agevole in questa due-giorni dell’Olimpiyskiy: doppio primato personale nell’ultima prova, la più dura, senza paura e senza risparmiarsi. Giulia Sportoletti alla fine è 10^ (vince la tedesca Celina Leffler, 5747), anche se lascia un centinaio di punti rispetto alla gara tricolore che le aveva regalato anche il primato italiano: ed il bronzo sarebbe un centinaio di punti più su di quella quota.

Dal canto suo, a conti fatti, Lucia Quaglieri (22^) è appena 31 punti sotto lo score di Chiari. Una conferma importante del valore di entrambe sul piano della tenuta agonistica. Il settore dei multipli, considerato anche il comportamento dei ragazzi, esce col sorriso dall’avventura mondiale: conclusa con il consueto, appagante, abbraccio di tutte le protagoniste. Sport autentico.

Alto M (finale): La progressione è rapida, come si addice ad una finale mondiale: per un ragazzo come Filippo Lari non è assolutamente semplice confermarsi dopo la fantastica cavalcata in qualificazione. Salito senza errori a 2.02, il livornese è il primo a lasciare la compagnia alla successiva quota di 2.07, quando cominciano a cadere le prime gocce di pioggia dall’arrivo a Donetsk. Segue l’esodo della curva azzurra verso la pedana del triplo, dove salta il romano Simone Forte.

200m F (semifinali): Intanto è arrivata la notizia ufficiale del passaggio alla finale del quartetto azzurro, cosa che potrebbe interessare anche le nostre due semifinaliste sul mezzo giro. Al momento ci si concentra sull’impegno di oggi: Micaela Moroni corre molto bene la curva, poi perde qualche posizione nella parte lanciata, ma arriva il personale eguagliato a 24.56 (vento nullo). Poi Anna Schena, che in chiave staffetta viene generalmente considerata la “titolare” della frazione di 300m (la distanza nella quale aveva ottenuto da cadetta il primato italiano): stavolta la veronese non si migliora ulteriormente, pagando per l’ennesima volta un forte vento contrario.

Giavellotto (eptathlon): Superata l’indisposizione, Giulia Sportoletti rialza la testa: personale con 41.53, quasi un metro in più, e si risale al 14° posto (4557 punti). In progresso nella classifica anche Lucia Quaglieri, pur con un 35.65 rivedibile (a tre metri dalla sua miglior misura di sempre). 

GLI AZZURRI IN GARA NELLA QUARTA GIORNATA (risultati in aggiornamento)
(13 luglio, mattina – ora italiana)

5000m marcia F (finale): (1) Olga Shargyna RUS 22:13.91, (2) Momoko Mizota JPN 22:42.77, (3) NOEMI STELLA 22:48.95, (17) Eleonora Dominici 24:52.98
Lungo (eptathlon): (18) Giulia Sportoletti 5.69/+1.9 (3860), (26) Lucia Quaglieri 5.36/+0.6 PB (3582)
Lungo F (qual): (6) Benedetta Cuneo 6.10 (+0.2) (Q)
10000m marcia M (finale): (7) Gregorio Angelini 45:26.66 PB, (13) Giuseppe Inglese 47:36.17
Disco M (qual): (9) Giulio Anesa 57.61 PB (Q), NC Marco Primaveri NM (3 nulli) (E)
Staffetta Mista F (batterie): (2)b2 Italia (A.Spadotto Scott, D.Rega, A.Mangione, E.Bellò) 2:11.25 (9^ Q)
Staffetta Mista M (batterie): (-)b2 Italia (A.Federici, G.Gargano, E.Grossi, G.Leonardi) squal (E)
Giavellotto (eptathlon): (14) Giulia Sportoletti 41.53 PB (4557), (25) Lucia Quaglieri 35.65 (4166)

(13 luglio, pomeriggio – ora italiana)
200m F (semifinali): (7)sf1 Micaela Moroni 24.56 (0.0) =PB (15^ E), (7)sf2 Anna Schena 25.07 (-1.4) (20^ E)
Alto M (finale): (11)= Filippo Lari 2.02
Triplo M (finale): (1) Lazaro Martinez CUB 16.63 (+1.8), (2) Fang Yaoqing CHN 16.48 (+0.7), (3) Dimitri Antonov GER 16.02 (+0.8), (5) SIMONE FORTE 15.71 (+0.6) PB
800m (eptathlon): classifica finale: (10) Giulia Sportoletti 2:21.70 PB (5358), (22) Lucia Quaglieri 2:23.27 PB (4946)
Disco M (finale): (11) Giulio Anesa 52.91

GLI AZZURRI IN GARA NELLA QUINTA GIORNATA

(14 luglio, pomeriggio – ora italiana)
Ore 14.00 – Asta M (finale): Luigi Colella
Ore 14.35 – Lungo F (finale): Benedetta Cuneo
Ore 14.45 – 3000m M (finale): Yohannes Chiappinelli
Ore 15.05 – 2000st F (finale): Nicole Reina
Ore 15.45 – 1500m M (finale): Yemaneberhan Crippa
Ore 16.05 – Staffetta Mista F (finale): Italia

 

 



Condividi con
Seguici su: