Donato incontra le scuole di atletica

12 Ottobre 2012

Il bronzo olimpico del triplo ha trascorso una giornata con i ragazzi del "Paolo Rosi" e dello Stadio dei Marmi di Roma

 

Fabrizio Donato, il triplista azzurro che ci regalato la gioia del podio con il bronzo all'Olimpiade di Londra, per un giorno ha trasmesso il suo entusiasmo e la sua grande passione ai piccoli allievi delle scuole di atletica del "Paolo Rosi" e dello Stadio dei Marmi di Roma. Una full immersion nei due impianti dela Capitale dove ad accoglierlo ha trovato tanti giovanissimi entusiasti, accompagnati dai loro istruttori e da qualche genitore con gli occhi pieni ammirazione per l’atleta delle Fiamme Gialle.

A fare gli onori di casa per il Comitato Regionale FIDAL Lazio, il presidente Marco Pietrogiacomi, mentre i direttori delle due scuole di atletica Luca Grandinetti (Paolo Rosi) e Chiara Di Pasquale Farina (Stadio Dei Marmi) hanno accompagnato Donato sulle piste dove i ragazzi lo hanno circondato chiedendo autografi e facendo domande curiose. “Ma tu hai la Ferrari?” o “Sei fidanzato con una velina” le più divertenti. “Sono una persona normalissima, ho una bambina all’incirca della vostra età che va a scuola. Oggi è andata la mamma a prenderla perché io sono qua con voi altrimenti ho piacere ad andarci io.

Mi alleno e mi sacrifico perché mi piace e mi piace stare in mezzo ai giovani”.

Qualcuno ha chiesto “Ma tu come hai iniziato a fare atletica?” “Esattamente come voi - la risposta di Fabrizio - da piccolo ero forte nel mezzofondo, ma come saprete poi ho vinto il bronzo all'Olimpiade nel salto triplo. Per questo vi dico, ragazzi innanzitutto divertitevi, il segreto è quello, divertirsi facendo sport. L’atletica è bella perché ha tante specialità, ci sarà tempo poi per scegliere quella che vi piace di più”. Ancora alle prese con una fastidiosa tendinite, Donato ha comunque voluto seguire in pista salti e scatti dei giovani atleti che hanno moltiplicato gli sforzi per far bella figura. “Ora va molto meglio -ha detto il nostro triplista- quattro settimane di riposo mi hanno permesso di recuperare. Adesso ho ripreso piano piano ad allenarmi, senza spingere troppo. Credo che fra qualche giorno potrò tornare a forzare”.

(ha collaborato Gianluca Montebelli - CR FIDAL Lazio)

donato paolo rosi

Fabrizio Donato con i ragazzi della scuola di atletica del "Paolo Rosi" (foto CR FIDAL Lazio)



Condividi con
Seguici su: