Dall'alto allo sprint: altro primato del 15enne Furlani

01 Settembre 2020

A Rieti il cadetto, già salito a 2,08, realizza la migliore prestazione italiana di categoria sui 150 metri con 16.57. L’astista Bruni a 4,20, nei 400 torna Sibilio in 46.82

 

Ancora un primato del 15enne Mattia Furlani a Rieti. Stavolta in pista, dove il portacolori della Studentesca Milardi corre in 16.57 (vento +0.7) sui 150 metri che vale la migliore prestazione italiana under 16 in questa distanza spuria. Battuto per un centesimo il 16.58 stabilito da David Zobbio cinque anni fa, il 14 giugno 2015 a Mariano Comense, mentre nelle liste c’è anche un 16.3 manuale di Andrew Howe nel 2000. È il secondo limite di categoria riscritto in meno di due mesi dal più giovane dei Furlani, fratello dell’azzurra Erika, dopo quello ottenuto nella specialità di famiglia, il salto in alto, di cui è campione tricolore cadetti: 2,08 lo scorso 11 luglio, sempre allo stadio Raul Guidobaldi di Rieti. Nei 100 metri si fa notare Yupun Abeykoon (Atl. Futura Roma), 25enne dello Sri Lanka, con 10.32 (+1.0) a un centesimo dal personale.

Nell’asta di nuovo in azione Roberta Bruni. Ad appena due giorni dal successo agli Assoluti di Padova, la 26enne dei Carabinieri supera la quota di 4,20 prima di commettere tre errori a 4,40 sulla pedana dove si allena abitualmente, in una gara alla quale hanno preso parte soprattutto allieve. Esordio stagionale per Alessandro Sibilio che nella sua prima competizione del 2020 chiude in 46.82 sui 400 piani, non troppo distante dal proprio limite di 46.48, a oltre un anno dall’ultima uscita agonistica agli Europei a squadre della scorsa estate. Specialista dei 400 ostacoli e campione mondiale under 20 con la 4x400 azzurra a Tampere nel 2018, il 21enne partenopeo delle Fiamme Gialle ha dovuto rinviare il debutto per un infortunio muscolare rimediato dopo la ripresa della preparazione post-lockdown. [RISULTATI/Results]

BRUGHERIO - Anniversario speciale per il Memorial Marco Rotta. La decima edizione del meeting che ricorda il figlio del presidente della Pro Sesto Adolfo, scomparso dopo aver lottato contro un male incurabile, va in scena a Brugherio (Monza e Brianza) anziché nella tradizionale sede di Cernusco sul Naviglio (Milano). Arrivo al fotofinish con due gemelle sui 400 metri: Alexandra Troiani (Cus Pro Patria Milano) precede la sorella e compagna di club Serena, entrambe al traguardo in 54.53. Negli 800 il ventenne Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite Vittorio Veneto), romeno che da oltre un decennio vive a Trebaseleghe (Padova), con 1:47.72 avvicina il recente personale come l’albanese David Nikolli (Atl. Cento Torri Pavia, 1:48.56). Al femminile 2:11.44 di Micol Majori (Pro Sesto) per onorare una volta di più la memoria del suo tecnico Vincenzo Leggieri, scomparso di recente e ricordato anche da una cerimonia tutta colorata di biancazzurro prima dell’inizio del meeting. (ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia) [RISULTATI/Results]

FAENZA - Mercoledì 2 settembre torna a Faenza (Ravenna) il tradizionale appuntamento con il 24° Memorial Claudio Fantinelli - Trofeo Fatuma Ibrahim. Ricco il programma di gare con diversi giovani interessanti al via: tra gli altri è atteso sui 400 ostacoli lo junior Lorenzo Cesena (Atl. Piacenza), terzo nella passata stagione alla rassegna tricolore under 20. [ISCRITTI/Entries]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Alessandro Sibilio (foto De Marco)


Condividi con
Seguici su: