Da Gateshead a Mosca

21 Giugno 2013

Alla vigilia dell'Europeo a squadre in Gran Bretagna, il DT Massimo Magnani definisce gli obiettivi degli azzurri sulla strada che porta ai Mondiali di agosto

 

“Al di là dei risultati, mi auguro da tutti una partecipazione di grande personalità”. Massimo Magnani riassume così, alla vigilia del Campionato Europeo per Nazioni (la manifestazione “figlia” della vecchia Coppa Europa Bruno Zauli), il senso della presenza italiana nella manifestazione, in programma domani e domenica a Gateshead. “La selezione è un bel mix di esperienza e forze giovani – prosegue il direttore tecnico organizzativo azzurro – come testimoniano gli otto esordienti assoluti (tra i quali una junior, l’astista Malavisi, che a sua volta è stata chiamata a sostituire un’altra junior, Roberta Bruni, infortunata). Non abbiamo però fatto particolari pressioni per la partecipazione: il modello tecnico che abbiamo impostato è diverso, con l’obiettivo di responsabilizzare i tecnici e gli atleti, e primi risultati a mio modo di vedere molto incoraggianti. Sostanzialmente, sarà per la maggior parte dei presenti un passaggio sulla strada che conduce agli appuntamenti annuali delle varie categorie, ovvero il Mondiale di Mosca (10-18 agosto), e le rassegne europee Under 23 di Tampere (11-14 luglio) e juniores di Rieti (18-21 luglio). Un inciso proprio su Tampere: la squadra, che verrà comunicata a breve, è stata composta sulle risultanze dei Campionati Italiani di categoria di Rieti dello scorso weekend; a meno di situazioni clamorose, non verranno prese in considerazione eventuali altre prestazioni ottenuti oltre questo limite temporale”.

Tornando alla Coppa, le predictions danno gli azzurri oscillanti tra il sesto e l’ottavo posto. “Cercheremo di dare un dispiacere ai bookmakers, scalando qualche posizione – scherza Magnani – la Coppa è una manifestazione particolare, dove è necessario lottare fino ad un metro oltre al traguardo per chi corre, e analizzando bene le strategie per chi gareggia nei concorsi. I ragazzi lo sanno, e lo ripeteremo fino alla noia in questi giorni. Ma, al di là di questo, ripeto, mi aspetto segnali concreti in funzione del prosieguo della stagione”. A Gateshead l’Italia presenta diversi big. “Per tanti di loro questa può diventare l’occasione per dare un segnale di buona condizione o di crescita. E’ un discorso che vale, per fare qualche nome, per Emanuele Abate, Libania Grenot, Chiara Rosa, Simona La Mantia: da qui può partire per loro una strada che porta al Mondiale. E’ invece una tappa di collaudo per Alessia Trost, che dopo l’inverno brillantissimo, ed il gran lavoro svolto, sta vivendo in questa fase qualche piccolo problema di assestamento nella rincorsa: mi pare assolutamente fisiologico”.  Tra i numeri uno, però, non compare Daniele Greco: “E’ una scelta di programma, che mira a presentare il nostro triplista al meglio ai Campionati del Mondo di Mosca. Daniele sarà a Mersin, per i giochi del Mediterraneo, e peraltro, in questa gara (la stessa del bronzo olimpico Fabrizio Donato, annunciato in piena ripresa), possiamo contare su un atleta come Fabrizio Schembri, che in Coppa ha già saputo vincere a Stoccolma, due anni fa”.

Per le staffette, Gateshead – come sempre accaduto in passato per la prova di Coppa – è un passaggio chiave: “La 4x100 uomini ha una solida tradizione in questa manifestazione, mi auguro che ci si possa ripetere su quei livelli. La staffetta veloce al femminile è vittima purtroppo di assenze di rilievo (Hooper e Amidei, infortunate, ndr) e quindi va interpretata alla luce di questo. Per le staffette del meglio, è l’occasione per correre al di sotto degli standard di partecipazione ai Mondiali: le donne non avranno in quartetto Libania Grenot (che correrà le gare individuali su 200 e 400), ma possono ottenere meno di 3:33.00 già in questa occasione; tra gli uomini ci sono giovani di assoluto interesse e rilievo, su cui lavoriamo per il futuro”.

Oggi a  Gateshead arriverà anche il presidente federale Alfio Giomi. L’incontro con la squadra, è fissato nel tardo pomeriggio.

TV - Diretta su RaiSport 1: ore 16:00-19:10 (sabato 22 giugno) e ore 14:15-19:00 (domenica 23 giugno).

Marco Sicari

- Le pagine EA sulla manifestazione
- ORARIO/Timetable
- LOC website

SEGUICI su Twitter [@atleticaitalia]Facebook



Condividi con
Seguici su: