Cross notizie dalle regioni

24 Febbraio 2014

Dalle sedi regionali i risultati delle campestri di sabato 22 e domenica 23 febbraio

 

Prosegue la stagione dei cross a due settimane dall'appuntamento di Nove (VI) che l’8 e 9 marzo ospiterà i Tricolori Assoluti, Promesse, Junior e Allievi, i Campionati Italiani di Società (per le stesse categorie), quelli di staffette oltre ai Campionati Italiani Individuali e per Regioni riservati alla categoria Cadetti. Ecco dalle regioni i principali risultati dello scorso fine settimana (sabato 22 e domenica 23 febbraio) delle corse campestri.

CAMPANIA – Nella Storica Paestum Assegnati Titoli Regionali  Master Di Cross 2014. Nei pressi dei Templi di Paestum è andato in scena la I edizione del “Cross dei Templi ” con la partecipazione complessiva di circa 500 atleti.  In palio in gara i Titoli Regionali individuali e di Società Master ed anche i Titoli Regionali dei Cadetti/e. La manifestazione è stata organizzata dell’Atletica Magna Grecia del Presidente Erminio Carotenuto che si è avvalso della collaborazione del Comune di Capaccio e della collaborazione tecnica della FIDAL Campania. Nella prima partenza sulla distanza di 4 Km sono stati assegnati i Titoli Master 60 ed oltre ed a tutte le categorie master femminile. Nella cat. Master 60 Titolo ad Ettore Beatrice(Atl Dugenta) con 14’37”, master 65:Alfonso Grimaldi(Erco Sport) 16’19”; Master 70:Ferdinando Costabile(Pod. Cava Pice. Master Costa d’Amalfi) 16’37”; Master 75; Giuseppe  Scepi(Hippos) 24’26”. Ancora sulla distanza di 4Km i  Titoli Master femminile: Master 35: Loredana  La Maida(Pol. Atl Camaldolese)18’48”; master 40: Patrizia Picardi(Budokan Portici) 15’29”; Master 45: Jean Pierina D’Argenio(Enterprise) 15’23”, Master 50: Nicoletta Rinaldi(Vis Nova) 18’56”; Master 55: Anna Lambiase(Vis Nova)17’31”:Master 60:Maria Dani(Enterprise)18’42”; Master 65: Gabriella Ribera D’Alcalà(Atl. Posillipo) con 21’42”. Sulla distanza di 4Km da rilevare la vittoria nella categoria Assoluti femminile di Francesca Palomba(Centro Ester) con il crono di 14’13”. Al via anche la prova regionale sulla distanza di Km 6 che ha assegnato il Titolo  Regionale nella categoria Master 50 a Giovanni Giordano(Montemiletto) con 19’39” e tra i Master 55  a Giuseppe Bianco (Atl. Posillipo) con il tempo di 21’17”. Sempre sul percorso di 6Km assegnati anche i Titoli Regionali : Master 35: Massimiliano Fiorillo(Isaura) 24’48”; Master 40: Kamel Hallag(Pod. Sele) 18’06” e Master 45 per  Prisco D’Arco(Isaura) con il tempo di 24’44”.” Sui 6Km anche  la gara degli Assoluti maschile che ha registrato al primo posto Vincenzo Masullo(Enterprise) con il tempo di 18’28”. Sul podio per la conquista del Titolo Regionale Master femminile il team Enterprise Sport & Service che totalizza  271 punti e in quello master maschilela società Isaura Valle dell’Irno con 350 punti. (Enzo Miceli/FIDAL Campania)

LAZIO, CROSS MASTER - Dopo due prove le classifiche del Campionato di società di Cross  Master chiudono al comando in ambito maschile la Romatletica  con 657 punti, davanti alla Old Stars Ostia che ne ha 651 e alla Giovanni Scavo 2000 che ne ha 591. Fra le donne primeggia la Liberatletica con 550 punti, al secondo posto Minerva Atletica con 459 e la Giovanni Scavo 2000 che ne ha totalizzati 501. Nella classifica di tappa la Old Stars Ostia vince la classifica maschile con 348 punti e precede Romatletica che ne ha totalizzati 341, terzo posto per la Giovanni Scavo 2000 con 330. In ambito femminile prima ancora la Liberatletica con 280 punti davanti alla Romatletica, che ne ha guadagnati 263, segue la Pol.Roma XIII con 242. Questa la situazione dopo le gare che si sono svolte oggi ad Ostia. Nelle singole prove nella categoria SM35 sui 6km del percorso si è imposto Patrizio Sangermano (Romacquacetosa) che ha completato in 19:53 battendo in volata Marco Quaglia (Top Runners Castelli Romani) secondo in 19:56. Al terzo posto Umbertino Piacentini (Colleferro Atletica) con il tempo di 20:06. Fra gli SM40 successo a Alessandro Eleuteri (RCF Roma Sud) che chiude in 20:46 staccando i più immediati inseguitori Vincenzo Ciurleo (Roma Road Club) il cui tempo è stato 21:07, e Gianluca Boccanera (Giovanni Scavo 2000) che ha finito in 21:42. Negli SM45 successo a Fabrizio Adamo (Colleferro Atletica) nell’eccellente tempo di 19:33, poi Fabio Solito (Fartek Ostia) in 19:49, sul podio anche Luigi Zavini (Romatletica) in 20:22. Fra gli SM50 il migliore è stato Ugo Guerra (Rifondazione Podistica) primo in 20:16 in un finale esaltante che ha visto piazzarsi secondo Salvatore Nicosia (Old Stars Ostia) in 20:25 e terzo, anche lui vicinissimo al primo posto, Tonino Felici (Run For Fun) in 20:31. Claudio Faraoni (Roma Road Runners Team) vince fra gli SM55 tagliando la linea del traguardo in 21 netti. Staccato giunge secondo Claudio Cavalli (Romatletica) in 21:48, poi Roberto Caloni (Old Stars Ostia) in 24:02. Percorso di 4 km dagli SM60 in poi. In questa categoria il successo va a Mario Vaiani Lisi (Lazio Runners) che completa in 14:56, secondo Andrea De Lucia (Liberatletica) in 15:44 mentre può festeggiare il terzo posto Attilio Faricelli (Giovanni Scavo 2000) nel tempo di 15:56. Fra gli SM65 si impone Mario Pipini (Old Stars Ostia) che vince la prova in 15:39, dietro di lui Sandro Stirpe (Colleferro Atletica) in 16:19 e Riccardo Forani (Giovanni Scavo 2000) in 16:36. Per completare le categorie maschile negli SM70 vittoria a Michele Ieva (Lazio Runners Team) in 16:18 che precede Giovanni Pietracupa (Giovanni Scavo 2000) al traguardo in 17:02 e Manuel Carrillo (Pol.Roma XIII) in 18:18. Passando alle donne nella categoria SF35 il primo posto va a Antonella Faiola (RCF Roma Sud) che completa i 4 km in 13:57 lasciandosi alle spalle Virginia Petrei (Acsi Italia Atletica) che fa segnare il tempo di 14:09.


Terza Annalisa Miacci (Colleferro Atletica) in 14:28. Tra le SF40 doppietta della Giovanni Scavo 2000 che piazza due atlete ai primi due posti. Prima Simona Vittori in 14:33 poi Germana De Renzi in 14:53. Terza Stefania Gabrielli (Cral Poligrafico dello Stato) in 15:17. Salendo di una categoria tra le SF45 successo alla fortissima Roberta Boggiatto (RCF Roma Sud) che fa segnare il tempo di 14:43, vittoria però conquistata con i denti su Barbara Mancini (Atletica dei Gelsi) che arriva vicinissima in 14:45. Al terzo posto Lorella Pagliacci (Tirreno Atletica Civitavecchia) che chiude in 14:57. Altra star del podismo capitolino Ewa Kepa (Romatletica) è prima fra le SF50. 15:02 il suo riscontro. Sul podio salgono anche Jocelyne Farruggia e Carla Van Kampen, entrambe della Giovanni Scavo 2000 che chiudono rispettivamente in 15:13 e 16:33. Passiamo alle SF55 che ha visto l’affermazione di Anna Patelli (Olimpia 2004) in 15:31, piazzate Patrizia Castellano (Atletica dei Gelsi) in 15:59 e Cinzia Barletta (Liberatletica) in 16:02. Si passa ai 3 km per le SF60 tra le quali si è imposta Anna Micheletti (Romatletica) in 13:41, poi Paola D’Orazio (RCF Roma Sud) in 13:47 seguita da Lucia Petrarota (Liberatletica) in 15:22. Nella prova delle SF65 Fiorella Fretta (Liberatletica) ha preceduto in 14:45 Mary Cumming (Giovanni Scavo 2000) che ha finito in 15:35 mentre Franca Zeppi (Roma XIII) è la miglior SF70 con il tempo di 18:13, dietro di lei Annunziata Cattaino (Minerva Roma Atletica) in 19:53.

LOMBARDIA – Più di 30 le staffette in gara oggi a Monza, quinta tappa del Cross per Tutti 2014: il Cross del Parco - Memorial Giuseppe Volpi è stato infatti teatro del Campionato Regionale di Corsa Campestre a Staffetta. Staffette composte da atleti appartenenti a categorie differenti; un segnale che sottolinea come questo circuito sia stato pensato per i piccoli, studiato per i senior e disegnato per i master: trasversale e adatto a runners di ogni età. Molto combattuta e avvincente fino all'ultimo cambio la prova maschile, caratterizzata dal duello tra l'Atletica Riccardi Milano e l'Atletica Valle Brembana. Alla lunga, sono i milanese a spuntarla e ad aggiudicarsi quindi il titolo regionale grazie alla rimonta di Pietro Bomprezzi prima, e di Filippo Ba poi; completano il quartetto vincente Mustapha El Haouari e Luca Barbagallo. 42:21 il loro tempo finale, inferiore di cinque secondi di quello del CS Rocchino: Yassin Razgani, Omar Guerniche, Simone Bignotti e un Paolo Omicini capace di una splendida rimonta nell'ultima frazione, hanno la meglio sui quattro della bergamasca - Mirko Buzzoni, Nadir Cavagna, Nicola Nembrini e Valerio Bendinotti dell'Atletica Valle Brembana salgono sul gradino più basso del podio con un tempo di 43:09. Nessun problema invece per le ragazze dell'Atletica GS Miotti Arcisate che, sotto lo sguardo vigile del tecnico Silvano Danzi, sono state al comando per tutta la gara: Ariane Lonmon, Silvia Oggioni, Annalisa Zerbi e Ilaria Bianchi sono le nuove campionesse regionali (53:33 il loro tempo). Bella rimonta della compagine femminile dei padroni di casa, capaci di superare le avversarie nel finale per agguantare la seconda posizione: 53:39 il crono dell'Atletica Monza, team composto da Marta Sosio, Giuliana Schiavone, Deborah Aldeghi e Chiara Rossi. Dietro di loro, la PBM Bovisio Masciago trascinata da una superba Martina Soliman con Alice Posenato, Valentina Antonazzo e Cinzia Inonge Sala – 54:05 sul traguardo. (Cesare Rizzi/CR FIDAL Lombardia)

SICILIA - Ad una settimana dai campionati regionali Senior/Master di corsa campestre, Piazza Armerina è nuovamente protagonista con  la seconda Prova Regionale del CdS di corsa campestre, valida anche come campionato regionale Individuale, recupero della prova prevista ad inizio febbraio a Regalbuto e rinviata a causa del maltempo. Rispetto alla prima prova (19 gennaio), dove pioggia e fango l’avevano fatta da protagonisti, stavolta ad accogliere gli atleti è stato un pallido sole ed una temperatura nei limiti stagionali.  La manifestazione, indetta dalla FIDAL Sicilia è stata organizzata dall’ASD Atl. Bellia, in collaborazione con il Comitato Provinciale di Enna. A vincere la gara clou, quella riservata alle Categorie Pro-Sen Maschili è stato Bibi Hamad del Cus Palermo che ha chiuso gli 8 giri e mezzo del percorso (per un totale di quasi 10 km) nel tempo di 30’12. Al veterano atleta “cussino” sono bastati un paio di giri per prendere la giusta distanza dagli avversari e fare gara a se. Seconda piazza per un altro atleta del Cus Palermo Osama Zoghlami in 30’21 (per lui la maglia di campione regionale della categoria PM), alle sue spalle il compagno di squadra Alessio Terrasi in 30’37.  A seguire Gery Interrante (Universitas Palermo) e Giovanni Cavallo (Podistica Messina). Cus Palermo, Universitas Palermo e Podistica Messina le società salite sul podio. Tra le donne (Pro-Sen 6 km) nuova vittoria per Tatiana Betta (Podistica Messina) in 22’34, seconda, a 20 secondi, Giovanna Lentini (Cus Palermo), terza Clara Lombardo (ASD Catania 2000) in 23’39. Stessa batteria stessi giri, ma classifica logicamente diversa per gli Juniores Maschili che hanno visto la vittoria di Filippo Tavormina (Pol. Athlon Ribera) in 20’08. Secondo Giuseppe Trimarchi (Athlon San Giorgio) in 20’36, terzo Francesco Asta (Cus Palermo) in 20’48. Nella Categoria Juniores Femminili, agevole primo posto (e titolo regionale) per Federica Sugamiele del Cus Palermo in 13'58; secondo e terzo posto rispettivamente per Barbara e Francesca Vassallo (Virtus Acireale). Andando a ritroso con le gare, negli Allievi (4 km) la vittoria è andata ad Antonio Giorgianni (ASD Athlon San Giorgio), secondo Angelo Scuderi (Atletica Pedara), terzo Vincenzo Messina (Athlon San Giorgio).


Tra le Allieve (3 km) successo annunciato per Clara Tasca (Virtus Acireale) che ha comunque dovuto faticare non poco per avere la meglio su Imane Qadchaoui (Tyndaris Pattese) che ha ceduto solo nel finale alla più esperta avversaria; terza più staccata Silvia Ingrassia. In apertura di manifestazione, il trofeo Hobbit di corsa campestre, riservato alla categoria Esordienti. (CR FIDAL Sicilia)

TOSCANA – Ancora una volta non ha tradito le attese Villa Montalvo a Campi Bisenzio. Sono state gare dure e spettacolari quelle della terza e conclusiva prova del Gran Prix Fidal Toscana assoluto di cross, seconda e conclusiva prova dei Campionati di società del settore giovanile. Le piogge dei giorni scorsi hanno reso il terreno davvero insidioso, senza peraltro intaccare il funzionamento della macchina organizzativa diretta dall´Atletica Campi Universo Sport. In campo maschile assoluto sui 6 km del tracciato che prevedevano anche, per tre passaggi, una salitella e relativa discesa, si ripete per la terza volta su tre Maurizio Cito dell´Atletica Futura che vince quindi il Gran Prix anche per il 2014. Col tempo di 23´13", in testa dall´inizio alla fine, è andato a precedere Daniele Del Nista delle Alpi Apuane (20´34) e Massimo mei dell´Atletica Castello. Quarto Said Ettaqi, juniores al primo anno della Virtus Lucca. A seguire Hicham Midar del Fiorino, Lorenzo Bernini dell´Atletica Livorno, poi gli Junior Marco Sandrucci dell´Atletica Firenze Marathon, Gianmarco Lazzeri dell´Atletica Livorno, Andrea Tobaldini dell´Atletica Firenze Marathon. Primo degli Allievi è Alessio Ristori dell´Atletica Livorno, 27esimo assoluto. La prova femminile sui 5 km è stata nobilitata della presenza delle azzurre dell´Atletica Cascina Camille Marchese e Valentine Marchese, entrambe categoria Promesse classe 1993 del Cus Pisa Atletica Cascina, che hanno chiuso al primo e al secondo posto, dopo che Camille ha impostato un ritmo insostenibile per tutte le altre sin dall´inizio chiudendo in 20´17". (Per Valentine 20´41"). Al terzo posto dopo una gara saggia e guardinga nel gruppetto delle inseguitrici Linda Benigni, la Juniores portacolori del Centro Atletica Piombino vincitrice delle altre due prove del Gran Prix, che quindi a sua volta fa sua la classifica finale. Le premiazioni si terranno nel Salone dei Cinquecento in Palazzo vecchio a marzo durante l´annuale festa dell´atletica toscana. Quarta è stata un´altra Juniores, Camilla Matese della Toscana Atletica Empoli Nissan, poi la coppia del Lammari Anna laura Mugno e Valentina Fruzza a precedere le fresche campionesse toscane indoor Sara Donati (800, Cus Pisa Atletica Cascina) e Sabrina Affortunati (1500 e 3000, Assi Giglio Rosso). Poi Sara Colzi dell´Atletica Firenze Marathon e la prima delle Allieve, Giulia Morelli dell´Atletica Livorno. (Carlo Carotenuto/CR FIDAL Toscana)

VENETO - FESTA DEL CROSS - Su e giù per i pendii di Mel. In 1.200, grandi e piccini. Per tutta la mattinata e la prima parte del pomeriggio. Festa del Cross doveva essere, festa del cross è stata. Mel ha accolto il gran finale dei campionati regionali di corsa campestre con una giornata quasi primaverile. Il resto, sotto il profilo ambientale, l’ha fatto, insieme a fango e saliscendi, la splendida cornice delle Prealpi imbiancate. E’ stata la grande giornata dell’Atletica Mogliano e del Gs Quantin Trattoria I Novembre. I trevigiani hanno vinto il titolo regionale maschile assoluto di combinata, aggiudicandosi il Trofeo Cassa Rurale Valli di Primiero e Vanoi.  Il team bellunese ha fatto altrettanto in campo femminile, conquistando il Trofeo Comune di Mel. A livello individuale, titoli maschili per i trevigiani Paolo Zanatta (assoluto) e Dylan Titon (promesse), per il veronese Tommaso Biondani (juniores) e per il vicentino Mirko Cocco (allievi, con uno sprint da fotofinish sul bellunese Dal Sasso). Tra le donne, doppietta della vicentina Ilaria Bonetto (titolo assoluto e promesse, con volata vincente sulla veterana Silvia Sommaggio), per la trevigiana Carolina Michielin (juniores) e per la bellunese Ilaria Fantinel (allieve). In campo giovanile, titoli regionali per il padovano Ouassim El Ammari tra i cadetti e la trevigiana Nikol Marsura tra le cadette (per quest’ultima, da segnalare le tre vittorie stagionali su tre). Tra i ragazzi, doppietta vicentina con Lorenzo Maderni e Maura Piazza. Alla provincia di Vicenza anche il titolo giovanile di società più ambito, quello di combinata (frutto della somma di tutte le categorie) andato alla Novatletica Città di Schio. Tra i master, doppio scontato titolo di società per i trevigiani dell’Idealdoor Libertas San Biagio. Giornata perfetta anche sotto il profilo organizzativo: un trionfo per il Gs La Piave 2000, che ora, archiviato l’impegno del cross, può iniziare il conto alla rovescia in vista della Belluno-Feltre Run, la 30 chilometri su strada del 30 marzo. Il futuro del cross, in Valbelluna, intanto sorride. Sul campo sportivo di Mel, fulcro della Festa del Cross, in primavera inizieranno i lavori per la costruzione della nuova pista di atletica. Ma l’esperienza con la corsa sui prati non finirà qui. “Una giornata bellissima sotto tutti i profili – ha detto il presidente del Comitato regionale della Fidal, Paolo Valente -. Mel ha le carte in regola per diventare una tappa fissa nel nostro calendario invernale”. Applausi. Estesi anche ad una grande campionessa del passato, Agnese Possamai (tre volte campionessa europea al coperto, una sessantina di maglie azzurre), a Mel in veste di ospite d’onore. “Mi allenavo seguendo la traccia lasciata nei campi dalle ruote dai trattori. Andando forte sul fango, ho costruito i miei successi in pista”, ha detto l’ex azzurra di Lentiai. Parole sante. Ora, in Veneto, l’attenzione si sposta sui campionati italiani di cross, in programma l’8 e il 9 marzo a Nove, nel Vicentino. Da una festa all’altra. (Mauro Ferraro/CR FIDAL Veneto)  RISULTATI/Results 

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: