Cross, la corsa verso Nove

14 Gennaio 2014

I risultati dalle tante campestri regionali andate in scena nella penisola sabato 11 e domenica 12 gennaio

 

Conto alla rovescia iniziato verso la Festa del Cross, fine settimana interamente dedicato alla corsa sui prati in programma a Nove (Vicenza) l’8 e 9 marzo. La cittadina veneta, già sede nel 2011 dei campionati italiani studenteschi di corsa campestre, nel giro di due giorni ospiterà infatti tutte le massime rassegne nazionali della specialità: i Tricolori Assoluti, Promesse, Junior e Allievi, i Campionati Italiani di Società (per le stesse categorie), quelli di staffette oltre ai Campionati Italiani Individuali e per Regioni riservati alla categoria Cadetti. Tutto il mondo del cross in pratica si ritroverà per due giorni a correre sulla riva del Brenta, in un una manifestazione che, come suggerisce il titolo scelto, si propone come una vera e propria festa della corsa campestre. In attesa della rassegna vicentina intanto in tutta Italia sono iniziate le rassegne regionali, con tanti atleti impegnati e alla ricerca della migliore condizione in vista dei tricolori. Ecco una panoramica.

VITTORIO VENETO - In Veneto la lunga marcia verso la grande rassegna tricolore di Nove (8-9 marzo) è idealmente iniziata domenica 12 gennaio a Vittorio Veneto, con il 29° Cross Città della Vittoria, tappa inaugurale del campionato regionale promozionale e master. Circa mille atleti (compresi gli oltre 150 giovanissimi impegnati nella “Corri libero sui prati”) hanno partecipato, all’interno dell’area Fenderl, al primo appuntamento di stagione. E, pensando a Nove, le prime maglie di leader sono state indossate da Riccardo Garbuio e Nikol Marsura, entrambi della Trevisatletica, primi tra i cadetti con buona autorevolezza. Alla Novatletica Città di Schio (davanti a Fiamme Oro e Vis Abano) la vittoria di giornata nel settore giovanile. Ma tante società, soprattutto bellunesi, vicentine e padovane, si sono messe in luce nelle varie classifiche di categoria. Tra i master, doppietta di un club della Marca, l’Idealdoor Libertas San Biagio, prevalso sia nella classifica maschile che in quella femminile. A margine delle due prove regionali, assolo del campione italiano juniores degli 800, Enrico Riccobon (Athletic Club Firex Belluno), nella gara provinciale “open” a livello under 19. Alle sue spalle, l’azzurrino della corsa in montagna, Martino De Nardi (Dolomiti Belluno). Domenica prossima, ancora cross: a Vedelago, sempre nel trevigiano, debutta il campionato regionale assoluto. (Mauro Ferraro/CR FIDAL Veneto)

PADERNO DUGNANO - È una bella quanto anomala giornata di sole a salutare l'avvio della terza edizione del Cross per Tutti con la prova valida anche per il Grand Prix Lombardia Assoluto di corsa campestre e organizzata dall’EuroAtletica 2002 di Paderno Dugnano. Grande successo sia in termine di atleti iscritti nelle 21 gare succedutesi nell'arco della giornata, sia di pubblico presente lungo il percorso; e, punto di forza di oggi, i tanti bambini che si sono divertiti nelle prove loro riservate: esattamente lo spirito del Cross per Tutti, sperando che la maggior parte di loro coltivi la passione della corsa anche in età adulta. E son proprio i più grandi ad aprire le danze, pardon, le corse: alle 9.00 in punto, Pietro Britta, presidente di EuroAtletica 2002, dà il ai via alle categorie Master Maschili suddivise in due batterie - dagli SM50 in su prima, a seguire gli SM35 fino agli SM45; chiudono le Senior Femminili nella terza frazione di gare della giornata. A chiudere la giornata che, complessivamente, ha visto oltre 1600 partecipanti, le gare riservate alle categorie Allievi, Juniores, Promesse e Seniores. (Cesare Rizzi/CR FIDAL Lombardia)

ELGOIBAR - Spedizione lombarda Under 20 al cross EAA di Elgoibar, in Spagna, a circa 55 km da Bilbao.

Tra le Juniores, impegnate sulla distanza di 4538 metri, grande grinta e determinazione delle portacolori lombarde con la specialista della montagna e del cross Alessia Zecca (GS Valgerola) che, dopo una partenza accorta, sfodera una grande rimonta e conquista la quarta posizione. Resistendo sulle ultime dure salite del percorso alla spagnola Nuria Ramirez, Zecca chiude in 17:04. Bella prestazione anche per Chiara Spagnoli (Atl. Vallecamonica) che nel giorno del suo 18° compleanno festeggia il 9° posto nella gara vinta dalla belga Vanessa Scaunet (16:14). Tra gli Juniores (6.624 metri)  Mohamed Ouhda (Pool Atl. Alta Valseriana) e Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo) si danno il cambio in testa alla corsa fino a metà gara ma al penultimo giro gli atleti spagnoli, con un allungo decisivo sulla salita più dura, prendono il largo. Padovani si difende bene sino al sesto posto finale con il tempo 21:47. Ouhda, - pagando nel finale un crampo addominale - conquista la 14esima posizione con il tempo di 22:32. La gara è stata vinta dalla spagnolo Carlos Mayo Nieto in 20:59. (Ha collaborato CR FIDAL Lombardia)

IVREA - Quasi 600 gli atleti che hanno partecipato domenica 12 gennaio al 14° Ivrea Cross Country, manifestazione organizzata dall’Atl. Ivrea, dall’Atl. Canavesana e dalla valdostana Atl. Pont Donnas nell'ambito del Progetto Atletico Dora Baltea. L'Ivrea Cross Country assegnava i titoli di campione regionale di cross delle categorie master S35+ ed era valido come prima prova del Trofeo Fidal Piemonte di categoria. Da segnalare che in campo maschile la prestazione di Renzo Bello dell’Atl. Susa, classe 1934, che si è laureato campione regionale della categoria over 80 anni. La gara era aperta anche alle categorie assolute e giovanili. Tra gli uomini (percorso di 6km) c’è stata battaglia tra l’azzurro della corsa in montagna Martin Dematteis (Pod. Valle Varaita) al debutto stagionale, e Massimo Galliano (Roata Chiusani), con il successo è andato poi a Dematteis mentre Galliano si è poi dovuto accontentare di un onorevole secondo posto assoluto e del titolo regionale della categoria SM40. Terzo posto assoluto per l’under 23 Flavio Ponzina (Atl. Piemonte). Nella prova assoluta femminile (4 km) il successo è andato a Elena Maria Bagnus (Pod. Valle Varaita) davanti all’ottima allieva Eleonora Curtabbi (Atl. Giò 22 Rivera), azzurrina di corsa in montagna; alle sue spalle terza piazza per Stella Riva (Atl. Susa). (Myriam Scamangas/CR FIDAL Piemonte)

CHIETI - E’ partita domenica 12 gennaio la stagione 2014 dell’atletica abruzzese, grazie alla 1^ prova regionale dei Campionati di Società Assoluti, Juniores e Allievi di Cross. La manifestazione, la cui organizzazione è stata curata dalla società Podistica Vasto, si è svolta nella riserva naturale Don Venanzio, a Pollutri (Chieti). Il primo è stato conquistato da Alberico Di Cecco (Vini Fantini), che ha staccato di 22 secondi il secondo arrivato, Fiorenzo Mariani (Running Free Pescara), l’unico fra i primi a spezzare il dominio di Vini Fantini Farnese e della Nuova Atletica Lanciano. L’ex azzurro di maratona ha chiuso in 34’16”, terzo il suo compagno di squadra Tommaso Giovannangelo in 34’46”. L’altra gara dai contenuti agonistici più interessanti era quella Allievi (under 18) di Km 5, dove si è imposto con una prova brillante il vastese Douglas Scarlato (Aterno Pescara), che ha condotto sin dall’inizio dimostrando una notevole maturazione tecnica rispetto alla passata stagione. Scarlato ha terminato la prova nel tempo di 17’49”, precedendo al secondo e terzo posto due atleti targati Gran Sasso: Massimiliano Santovito, in 17’56”, e Giacomo Fermi, 18’08”.

Tra le Allieve netta affermazione di Micaela D’Ambrosio (Nuova Atletica Lanciano), prima in 17’04”, davanti alla sulmonese Mariateresa Manias (Serafini Sulmona), 17’58”, terza Paola Carboneta (Nuova Atletica Lanciano), 18’56”. Nella Km 8 Juniores, primo posto di Davide Salvi (Gran Sasso Teramo) in 28’17”, mentre Elena De Dominicis (Gran Sasso Teramo) ha vinto la Km 6 Juniores donne. Infine, la gara femminile assoluta di Km 8 è stata vinta Paola Padalino (Gran Sasso Teramo) in 33’11”, davanti a Sandra Giallonardo (Nuova Atletica Lanciano), 33’39”, terza Barbara De Lorenzo (Runners Chieti). Appuntamento alla seconda e decisiva prova, che assegnerà anche i titoli individuali, in programma il 2 febbraio a Castel Frentano. (CR FIDAL Abruzzo)

PUGLIA - La zona del Centro di Educazione Ambientale “la Casa di Ramsar”  ha ospitato ieri la prima delle due prove del CdS di cross 2014 organizzato dall'Atl. Trinitapoli. Vivaci le prove delle categorie giovanili: la gara Allieve è stata vinta da Melania Barulli della Don Milani Mottola su Palma Gentile dell'Alteratletica Locorotondo; trenta gli atleti che hanno dato vita alla prova Allievi sui 5 chilometri vinti da Nicola Castellano dell'Alteratletica di Locorotondo. Alessio Locorriere, nuovo juniores con la casacca dell'Amatori Atletica Acquaviva, si aggiudica la gara juniores di km. 8 che, al femminile (6 km) viene vinta da Angela Petrelli dei Giovani Atleti Bari. La gara promesse/senior ha visto il successo di Liliana Gentile (Body Angel). Infine tra gli assoluti uomini Alessandro Marangi dell'Aden Exprivia Molfetta  stacca nel finale Rodolfo Guastamacchia (Bio Ambra New Age) al termine di una gara che li ha visti controllarsi reciprocamente per l'intera durata. Nulla di definito a livello di Società con molte classifiche dall'esito incerto per le quali si dovrà attendere la seconda prova del 2 febbraio a Cassano (Cross del Boschetto). (CR FIDAL Puglia)

TOSCANA – Nella seconda prova del Gran Prix Fidaltoscana di cross a Filecchio di Barga in provincia di Lucca (con organizzazione a cura della Fidal Toscana, del GP Parco Alpi Apuane, della Confraternita di Misericordia Loppia-FIlecchio, del Gruppo Donatori Sangue Fratres Filecchio) sia in campo maschile che in campo femminile assoluto sono arrivate le conferme per i rispettivi vincitori della prima prova di Castello di dicembre: Maurizio Cito dell´Atletica Futura di Figline tra gli uomini, e la Juniores Linda Benigni del Centro Atletica Piombino tra le donne. Cito ha vinto di forza, dopo aver contrastato l´iniziativa di Daniele Del Nista e Johannes Chiappinelli, l´azzurro della categoria Allievi portacolori della Montepaschi Uisp Atletica Siena, che si era portato a guidare il terzetto dopo il primo passaggio. Poi, prima dell´ultimo dei cinque giri del percorso per complessivi 5 km, Cito è partito e (chiudendo in 15´33") si è lasciato alle spalle Chiappinelli, mentre terzo è stato un altro giovane azzurro, Said Ettaqi, (primo della categoria Juniores) passato quest´anno dall´Orecchiella Garfagnana alla Virtus Lucca, che ha concluso insieme a Del Nista del GP Parco Alpi Apuane. Quinto Luca Lemmi dell´Atletica Livorno, davanti a Emanuele Fadda e Massimo Mei, entrambi dell´Atletica Castello. Nella gara femminile Linda Benigni ha corso con giudizio, per poi rompere gli indugi e involarsi chiudendo in 15´05" davanti ad Anna Laura Mugno del GS Lammari e Sara Colzi dell´Atletica Firenze Marathon (entrambe hanno avuto la meglio nel finale di Federica Vannucchi (Juniores dell´Atletica Prato). Poi, quinta, Sara Donati del Cus Pisa Atletica Cascina, poi Valentina Fruzza del GS Lammari e Sabrina Affortunati dell´Assi Giglio Rosso (settima e terza tra le Juniores). Subito dopo: Giulia Morelli dell´Atletica Livorno e Gianda Scantamburlo dell´Atletica Grosseto Banca della Maremma (rispettivamente prima e seconda tra le Allieve). La terza e conclusiva prova del Gran prix Fidaltoscana di cross si terrà a Campi Bisenzio presso i prati di Villa Montalvo il prossimo 23 febbraio mentre domenica prossima nel classico scenario presso le mura di Lucca si terrà la prima delle due prove dei Campionati si società. (Carlo Carotenuto/CR FIDAL Toscana)



Condividi con
Seguici su: