Coppa del Mediterraneo, gli azzurri inseguono i fr




 
Nella prima giornata del triangolare juniores Italia-Francia-Spagna – valido per la Coppa del Mediterraneo Ovest – non c’è stato solo il nuovo primato italiano dell’ostacolista Nalocca a far vibrare la tribuna del “Ridolfi”. Il punteggio provvisorio vede le azzurre saldamente sulla scia delle francesi, mentre in campo maschile i ragazzi italiani stanno duellando con gli spagnoli per evitare di chiudere la classifica. A parte il successo di Nalocca sugli ostacoli, altre vittorie in campo maschile arrivano per merito del lunghista ascolano Edoardo Vanni (personale a 7.29) e con il giavellottista Emanuele Sabbio (con 67.38, sua terza misura di sempre, il siracusano riscatta l’opaca prestazione della finale europea). Il capitano di giornata Matteo Giupponi non tradisce nella marcia contro il bronzo di Hengelo, lo spagnolo Lluis Tolra (squalificato nel finale). E grande - in chiusura – la staffetta azzurra con la decisiva ultima frazione di un brillantissimo Matteo Galvan: aumentano i rimpianti per un possibile podio gettato al vento in Olanda. Non tradiscono le ragazze: vittorie in serie, con Serena Capponcelli (1.77 nell’alto, falliti i tentativi a 1.82), Federica De Santis nel triplo (13.32 ventoso e 13.15 regolare per l’azzurra, che ha un personale di 13.23), Tamara Apostolico nel disco (50.60 per il bronzo di Hengelo), Micaela Mariani (57.60 per la lanciatrice di Pietrasanta seguita da Nicola Vizzoni, ad appena 3 centimetri dal recentissimo personale degli Assoluti di Padova). Al di là del piazzamento, ottima la prestazione di Elena Bonfanti sul giro di pista (54”87 per la lecchese che vanta in carriera 54”62) e buona volata per la romana Ilenia Draisci sulla scia della francese Gaydu sui 100m. Tra i diversi personali maturati nel corso della prima giornata in casa Italia, brilla quello della siepista Maria Sgarbanti, che toglie oltre 13 secondi al suo vecchio limite. Molti i momenti intensi nel corso della competizione: come la gara dei 1500, dove i francesi hanno schierato il campione europeo dei 5000m Mourad Amdouni per forzare tatticamente la gara e non rischiare lo sprint finale dell’azzurro Merhium Crespi. Il quale, ad Hengelo, aveva beffato proprio sul traguardo l’altro transalpino Belharbazi: morale della favola, passaggi proibitivi per i nostri e arrivo in volata con tempi di tutto rispetto per la categoria (Amdouni 3’44”39, Belharbazi – tenendo per mano il connazionale – 3’44”42, e quindi lo spagnolo Corrales, argento dietro Scapini agli Europei, terzo con 3’44”85). Peccato per l’assenza di Mario Scapini, che si sta godendo il suo oro: il confronto, su queste premesse, avrebbe fatto scintille. E’ invece mancata la rivincita tra il francese Lesourd e l’azzurro Aita – rispettivamente argento e bronzo agli Europei in Olanda: lo sprinter salernitano ha dovuto rinunciare ad andare sui blocchi per un risentimento muscolare durante la fase di riscaldamento. Nella 4x100 femminile ha effettuato un test la squadra azzurra seniores (Pistone, Arcioni, Salvagno, Gervasi), prima con 44”54. I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA UOMINI – 100m: (+0.2) 1.Fonsat 10”75, 4.PELIZZOLI (fc) 10”87, 5.DEMONTE 10”90, AITA NP; 400m: 1.Naprix FRA 47”97, 3.BERDINI 48”25, 7.SEVERI 49”04; 1500m: 1.Amdouni FRA 3’44”39, 4.TURRONI 3’51”87 (p.p.), 5.CRESPI 4’01”21; 3000st: 1.Alonso SPA 8’55”99, 5.SPINI 9’21”69 (p.p.), 6.GUSMINI 9’38”63; 110hs: (+1.0) 1.NALOCCA 13”91 (RN jrs: prec. Nalocca 14”03 Osimo 23/6/07), 4.ANDREANI 14”36; asta: 1.Velez SPA 5.05, 5.NADALI 4.40, CATASTA NM; lungo: 1.VANNI 7.29 (+0.2, p.p.), 2.CHIUSANO (fc) 7.13 (+0.4), 5.CATANIA 6.89 (+1.3); peso: 1.Dauphin FRA 17.47, 4.SORTINO 17.03, 5.PAGANI 16.88; giavellotto: 1.SABBIO 67.38, 4.FENT 58.61; marcia 5km: 1.GIUPPONI 19’57”03 (p.p.), 5.MASI 21’38”78, 6.MASCIADRI (fc) 21’51”17; 4x100m: 1.Italia (Deimichei, Demonte, Berdini, Galvan) 40”53; classifica provvisoria: Francia 132, Spagna 106, Italia 103 DONNE – 100m: (+2.0) 1.Gaydu FRA 11”68, 2.DRAISCI 11”86, 4.BALBONI 11”96; 400m: 1.Manimba FRA 54”52, 3.BONFANTI 54”87, 4.ROMEO 56”22; 1500m: 1.Miclo FRA 4’29”42, 5.INGLESE (fc) 4’37”93 (p.p.), 6.SOLDANI 4’40”40 (p.p.), 7.SCIDA’ 4’40”86, 8.PRINA (fc) 4’44”23; 3000st: 1.Llavero SPA 10’56”74, 4.SGARBANTI 11’09”94 (p.p.), 5.DELPINO 11’34”18; 100hs: (+1.6) 1.Diawara FRA 13”86, 4.PENNELLA 14”16, 5.MECIANI 14”94; alto: 1.CAPPONCELLI 1.77, 2.VITALIANO (fc) 1.75, 3.CUPERLO 1.73; triplo: 1.DE SANTIS 13.32 (+2.3, reg. 13.15/+0.6), 3.PACCHETTI 12.73 (+0.5); disco: 1.APOSTOLICO 50.60, 4.JULITA 42.85; martello: 1.MARIANI 57.60, 6.FOGLIANI 50.38; marcia 5km: 1.Castrillo SPA 23’15”50, 2.FERRARO 23’38”66, 5.GRANGE 24’53”10; 4x100m: (fc) Italia seniores (Pistone, Arcioni, Salvagno, Gervasi) 44.54, 3.Italia juniores (Balboni, Paoletta, Draisci, Palezza) 45.72; classifica provvisoria: Francia 132, Italia 119, Spagna 99 Nella foto (Colombo/Omega): Tamara Apostolico, bronzo europeo a Hengelo, ha dominato a Firenze il lancio del disco. File allegati:
- RISULTATI COMPLETI ON LINE


Condividi con
Seguici su: