Claretti e Barberi, le interviste della vigilia




 
Queste in sintesi le dichiarazioni di Clarissa Claretti (qualificazione di martello martedì 28 agosto alle 10 in Giappone, le 3 in Italia) e Andrea Barberi (batteria dei 400 alle 10.10 in Giappone, le 3.10 in Italia) nella conferenza stampa odierna tenutasi nella sede di Casa Italia Atletica ad Osaka. Clarissa Claretti (Martello) “Sinceramente non so cosa aspettarmi da me stessa, ho avuto dei problemi fino a giugno, poi ho lavorato a testa bassa fino al mondiale. Sto bene, posso fare tanto o poco, sarà una sorpresa anche per me. E’ vero, mi sento u po’ sola, sono cresciuta con la presenza di Ester (Balassini), è stata il mio mito, anzi gli mando un saluto e spero che guarisca presto. Prima di Osaka avrei voluto gareggiare ma probabilmente avrei perso del tempo prezioso. Mi sono messa a lavorare a testa bassa per cercare di recuperare. I metri non li dico per scaramanzia ma vedo che in allenamento sto facendo cose buone. Sono venuta qui per dire la mia, parto con una carica positiva. E’ vero, sono arbitro di promozione nel calcio e questa esperienza mi serva molto anche nella vita. Bisogna far rispettare le regole. Mi trovo a gestire persone chi non conosco e che molto spesso sono molto più grandi di me. L’assenza della primatista mondiale (la russa Tatyana Lysenko squalificata per doping, ndr) ha praticamente liberato la medaglia d’oro. Ma è importante dare dei segnali forti, faccio un’atletica pulita e pretendo che le altre facciano lo stesso. Rimango sbalordita quando alcune atlete riescono a fare una stagione senza mai cali di forma. In fondo siamo essere umani. Prendiamo ad esempio la Di Martino: una persona non può stare in forma tutto l’anno ed è naturale che abbia dei picchi alternati a dei momenti di calo della forma”. Andrea Barberi (400) “Ho preparato bene questa gara e spero di arrivare in forma come tutti gli anni passati. Sto vedendo dei grandi colpi di scena, sarà forse per il clima ma le gare sono aperte a tutto. Ho gareggiato poco per scelta e comune sto sicuramente meglio di Padova dove ho corso in 45”79. La pista è velocissima, speriamo bene. Wariner è un grande atleta e può fare il record del mondo. La pista è velocissima ma bisogna essere realisti: per arrivare in finale occorre un tempo attorno a 44”60 – 44”70. Come al solito in gara tirerò fuori più del 100%. Cercherò di fare del mio meglio e quello che verrà verrà”. Giovanni Esposito Nella foto, Clarissa Claretti (Omega/FIDAL) GLI AZZURRI IN GARA DOMANI Quattro gli italiani in gara domani a Osaka nella terza giornata dei Campionati del Mondo: nella sessione mattutina, Andrea Bettinelli e Nicola Ciotti affronteranno le qualificazioni dell'alto; in serata, semifinali per Christian Obrist (1500 metri) e Daniela Reina (400). A CASA ITALIA GLI AZZURRI INCONTRANO LA STAMPA Domani mattina, lunedì, a Casa Italia Atletica (Osaka, Hotel Dojima) tradizionale incontro con la stampa degli azzurri attesi dall'esordio nel Mondiale. Alle ore 13, Zahra Bani, Magdelin Martinez e Silvia Weissteiner; alle 13.30, Andrew Howe. File allegati:
- Tutte le foto della conferenza
- I video della conferenza



Condividi con
Seguici su: