Cinque Mulini, lanci, indoor: un weekend straricco




 
Europei indoor a parte, il weekend di atletica propone tanti altri appuntamenti di rilievo, impossibile concentrarsi solamente su Birmingham quando praticamente tutto il meglio dell’atletica italiana scende in pista o su strada. Cominciamo dagli impegni internazionali e dal triangolare indoor di Vittel riservato agli Under 20, con la nazionale italiana opposta ai pari età francesi e tedeschi. Si tratta della rivincita dello scorso anno ad Ancona, quando la vittoria arrise sia in campo maschile che femminile alla Germania. Tre i successi azzurri in quell’occasione e di quel tris vittorioso l’unico reduce è Giupponi, il talento della marcia pronto a un bis che, a livello europeo, avrebbe un peso non indifferente. Tanti i talenti (parola non usata a caso…) presenti a Vittel in maglia azzurra, dalla Natali nei 400 alla ricerca di un nuovo record italiano di categoria alla Draisci nella velocità, da Greco nel triplo a Bellino sugli 800. Le gare sono tutte previste alla domenica. E’ IL MOMENTO DELLA CINQUE MULINI Domenica si disputa la 75. edizione del cross della Cinque Mulini di San Vittore Olona, valida per il Grand Prix Iaaf oltre che di quello italiano. E’ indubbiamente l’appuntamento principale della stagione di corsa campestre in Italia e nel centro lombardo tutto è già pronto a puntino. A completare la festa servirebbe una vittoria italiana, che manca ormai da vent’anni (ultimo vincitore Alberto Cova). Stefano Baldini ha detto che ci proverà: il campione olimpico di maratona effettua proprio alla Cinque Mulini la sua rentrée sui prati dopo due anni, e chiede solamente terreno asciutto per potersi giocare fino in fondo le due carte. I favori del pronostico accreditano comunque l’ucraino Lebid, già vincitore domenica a Lisbona, e i keniani Bett e Kipchumba. In campo italiano (come detto la gara sarà la penultima tappa del Grand Prix) saranno presenti tutti i migliori specialisti, dai finanzieri De Nard e Di Pardo a Pertile (Assindustria) per continuare con il campione europeo juniores Lalli (Atl.Campochiaro) e con Buttazzo e Meucci (Esercito) in progresso di forma. Fra le donne la sfida dovrebbe essere fra l’ungherese Kalovics campionessa uscente e l‘atleta del Bahrein Maryam Yusuf Jamal con possibile intromissione della marocchina Zhou El Kamch, per l’Italia speranze riposte su Maraoui (Cover Mapei), Romagnolo (Esercito), Rungger (Jaky Tech), Tschertschenthaler (Sv Sterzing) e Sommaggio (Asi Veneto). La gara femminile partirà alle 13,45, quella maschile alle 14,20. TV: diretta su Rai Sport Satellite dalle ore 14 alle 15. A BARI IL MEGLIO DEI LANCI Bari ospita le finali nazionali dei Campionati Invernali di lanci. La tradizione dice che la rassegna tricolore può sempre proporre qualcosa d’interessante, soprattutto nel martello femminile, con Ester Balassini (FF.GG.) e Clarissa Claretti (Aeronautica) già pronte ad attaccare la soglia dei 70 metri. Sarà interessante inoltre conoscere le condizioni di forma di Vizzoni e Lingua (FF.GG.) nel martello maschile, di Pignata (FF.GG.) e della Bani (Cus Cagliari) nel giavellotto e del folto gruppo di discoboli azzurri, soprattutto pensando all’imminente impegno dell’Eurochallenge dei lanci in programma a Yalta (Ukr). Si comincia domani con le prove giovanili nel disco (solo maschile) e nel martello e nel giavellotto maschile omnicategoria. ANCONA PROTAGONISTA PER LA TERZA VOLTA Da oggi e fino a domenica il Palaindoor di Ancona torna ad essere protagonista della stagione al coperto. Dopo i tricolori di prove multiple e quelli assoluti, questa è la volta dei Master che vivono la propria rassegna nazionale, con quasi 1.900 presenze-gara per un totale di 120 titoli da assegnare. Una kermesse logorante eppure festosa, con tanti protagonisti dell’atletica di tutte le età, dagli ottuagenari Sansonetti e Sobrero all’ex azzurra Egger. Per molti di loro sarà anche l’ultimo test in vista dei Campionati Europei di Helsinki. IL RESTO: EPICENTRO L’EMILIA E se tutto ciò sembra già sufficiente, il calendario nazionale propone anche altri appuntamenti importanti per il settore delle corse su strada. A Piacenza 12. edizione della Placentia Marathon for Unicef (il ricavato andrà tutto in beneficenza) con partenza alle ore 9,30 di fianco allo stadio Garilli. La lotta per il successo dovrebbe essere tutta keniana, con Joshua Rop che cerca il secondo centro dopo quello di Salsomaggiore di domenica scorsa ma si troverà di fronte Mbithi, Kipleting, Tabut e Kutung, per gli italiani le punte sono Zenucchi, Colnaghi e l’ex iridato della 100 Km Ardemagni. Fra le donne sfida tutta in chiave nostrana con Vassalli, Cavalli e Di Vito. In programma anche la mezza maratona dove il nome principale è la campionessa svizzera Maja Neuuenschander. A Fucecchio seconda edizione della mezza maratona locale, con 850 iscritti alla manifestazione che ha fra i suoi organizzatori anche il campione dei 3000 siepi e gloria locale Alessandro Lambruschini. Presenze di rilievo saranno Leone, Andriani, Ruggiero e la Toniolo, per tutti sarà un importante test sulla via della maratona primaverile. Daniele Caimmi ha invece optato per un’altra mezza maratona, la 33. edizione della Valli e Pinete di Ravenna, campionato regionale sulla distanza, che dovrà vedersela con Giuliano Battocletti già vincitore domenica a Treviglio e con i keniani Kipleting e Nyombi. Fra le donne favorita la guardia forestale Lucilla Andreucci. g.g. Nella foto: Nicola Vizzoni, uno dei più attesi a Bari (archivio Fidal) File allegati:
- IL SITO DELLA CINQUE MULINI
- IL SITO DELLA MARATONA DI PIACENZA



Condividi con
Seguici su: