Chiara Rosa, l'azzurro nel cuore

18 Marzo 2016

Per la pesista padovana, capitana della Nazionale, il Mondiale di Portland sarà il decimo in carriera. Si va in pedana nella notte tra sabato e domenica (via alle 1:45)


 

Per Chiara Rosa, Portland rappresenta il Mondiale della stella: decima partecipazione ad una rassegna iridata (tra indoor e outdoor) per la capitana della squadra azzurra, 45 presenze con la squadra Nazionale assoluta in carriera. “È una bella sensazione – dice la 33enne pesista padovana – significa che in fondo qualcosa ho fatto, in atletica. Le motivazioni sono quelle di sempre, fortissime, così come sono concreti gli obiettivi che ho posto per la stagione: gareggiare al meglio delle mie possibilità, e partecipare alla terza Olimpiade della mia vita. Per il momento sono felice della fiducia che mi è stata concessa, fatto che non considero mai scontato. Confrontandomi con il DTO Magnani, abbiamo preferito partecipare al Mondiale piuttosto che alla Coppa Europa dei lanci. Si tratta di una grande manifestazione, e pur in un momento di passaggio della mia preparazione (per lei uno stagionale di 17,90, ndr), credo di avere delle chances di piazzarmi”. L'appuntamento è fissato per la notte italiana tra sabato e domenica (via alle 1:45 di domenica, le 17:45 di Portland).

Non è una edizione come le altre, per chi lancia il peso. “È un Mondiale particolare, per via dell’assenza della Russia. Per chi come me ha sempre avuto davanti almeno un paio di avversarie di quel Paese, non è una cosa da poco. Vedo che le misure quest’anno non sono particolarmente significative, e dico, chissà che non sia un segnale che le cose stanno cambiando? Vedremo”. Strada già segnata per il post Mondiale. “Sarò in un lungo periodo di preparazione qui negli Stati Uniti, praticamente quasi tutto il mese di aprile a Chula Vista, in California. Sono esperienze importanti, che ti aprono la mente, e ti permettono di confrontarti con altri lanciatori e nuove metodiche di preparazione”. L’azzurro nel cuore. “Sono orgogliosa di portare questa maglia, e non sono solo parole. È una sensazione speciale, che mi dà la forza di guardare avanti, di provarci ancora. L’importante è credere in quello che si fa. Esattamente come faccio io”.

m.s.

LA SCHEDA DI CHIARA ROSA

MONDIALI INDOOR PORTLAND 2016 | ORARIO/RISULTATI - Timetable/Results - FOTO/Photos

LE PAGINE IAAF - STATISTICS HANDBOOK - LA SQUADRA AZZURRA/Italian Team

LA PROGRAMMAZIONE TV - ISCRITTI/Entries - TUTTE LE NOTIZIE/News

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

 



Condividi con
Seguici su: