CdS Assoluti, pioggia di risultati per i giovani

06 Maggio 2017

Nella prima giornata dei Societari, Chiappinelli secondo sui 3000 siepi ad Arezzo (8:44.08), la junior Di Lazzaro 13.54 sui 100hs a Modena e la 16enne Coiro quinta U18 italiana di sempre con 54.72 nei 400 a Roma


 

Ufficialmente partita in 18 sedi regionali la prima fase dei Campionati di Società Assoluti 2017, oggi in molti casi condizionata dal maltempo. Ad Arezzo si corrono sotto il diluvio i 3000 siepi con il campione europeo junior 2015 Yohanes Chiappinelli (Uisp Atl. Siena/Carabinieri) che chiude al secondo posto in rimonta (8:44.08) alle spalle dell'ugandese Albert Chemutai (Toscana Atl. Futura) 8:40.83. Sempre nella città toscana, la sfida azzurra nella velocità sui 100 metri vede il successo della tricolore indoor Anna Bongiorni (Cus Pisa/Carabinieri) in 11.60 (-0.5) davanti a Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon/Fiamme Azzurre), 11.64, e Irene Siragusa (Atletica 2005/Esercito), 11.68. A Modena continuano i progressi della quasi 19enne Elisa Di Lazzaro (Cus Parma), che abbassa di 13 centesimi il record personale nei 100 ostacoli con 13.54 (-0.6) centrando uno dei migliori crono di sempre per la categoria junior, mentre la non ancora ventenne martellista Sara Fantini (Cus Parma) avvicina il PB con 66,93. A Udine sui 400 metri scende a 53.61 la 26enne Ilaria Vitale (Libertas Friul Palmanova) e primo test dell’anno per Desirée Rossit (Atl. Malignani Libertas Udine/Fiamme Oro), finalista olimpica nel salto in alto, con 1,75. Nei 400 di Roma, notevole miglioramento dell’allieva Eloisa Coiro (Atl. Roma Acquacetosa) che diventa la quinta under 18 italiana di sempre con 54.72. Sulla pista di Busto Arsizio (Varese) il più veloce sui 100 è lo staffettista azzurro Federico Cattaneo (Atl. Riccardi Milano 1946) con 10.50 (-0.2), mentre Eseosa Desalu (Interflumina è più Pomì/Fiamme Gialle) sceglie i 400 metri e conquista il successo in 47.16. A Matera 46.96 nel giro di pista per la promessa Daniele Corsa (Folgore Brindisi). A Palermo nei 100 lo junior Nicholas Artuso (Atl. Villafranca) fissa il personale a 10.54 (0.0), a Bolzano 47.09 sui 400 metri per il non ancora ventenne piemontese Brayan Lopez (Athletics Club 96 Alperia) e 40:06.73 nei 10.000 di marcia per il compagno di club Leonardo Dei Tos. Ultima gara della carriera a Bergamo per la 34enne Raffaella Lamera (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), sesta italiana alltime nel salto in alto. A Napoli la squadra scudettata dell’Enterprise Sport & Service tra gli altri schiera lo spagnolo Abdelaziz Merzougui, 8:30.51 sui 3000 siepi, e il lettone Rolands Strobinders, 81,05 nel giavellotto, ma anche il finanziere azzurro Francesco Fortunato, 40:33.39 sui 10.000 di marcia.

CdS Assoluti 2017 - le sedi prima prova regionale (6-7 maggio)
Abruzzo:
Sulmona (AQ); Alto Adige/Trentino: Bolzano; Basilicata/Puglia: Matera; Calabria: Siderno (RC); Campania/Molise: Napoli; Emilia-Romagna: Modena; Friuli-Venezia Giulia: Udine; Lazio: Roma; Liguria: Genova; Lombardia (uomini): Busto Arsizio (VA); Lombardia (donne): Bergamo; Marche: Ancona; Piemonte/Valle d’Aosta: Torino; Sardegna: Cagliari; Sicilia: Palermo; Toscana: Arezzo; Umbria: Orvieto (TR); Veneto: Bussolengo (VR)

ABRUZZO - Protagonista a Sulmona (L’Aquila) la junior Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo) che abbassa il record personale sui 1500 metri a 4:28.61. Nel martello 56,38 dell’altra under 20 Alessia Beneduce (Us Aterno Pescara), invece nell’asta 5,00 di Andrea Sinisi (Atl. Vomano Gran Sasso). Sui 100 metri femminili la sprinter Miriam Di Iorio (Us Aterno Pescara) diventa la prima over 50 italiana a scendere sotto i 13 secondi con 12.98 (+1.8), nuova migliore prestazione nazionale master SF50.

CAMPANIA/MOLISE - Al campo Virgiliano di Napoli entra in gara la squadra scudettata dell’Enterprise Sport & Service, con lo spagnolo Abdelaziz Merzougui che corre in 8:30.51 sui 3000 siepi, mentre il lettone Rolands Strobinders lancia il giavellotto 81,05 davanti al connazionale Ansis Bruns (79,43) e nell’asta 5,40 per Mareks Arents. Sui 10.000 di marcia il finanziere azzurro Francesco Fortunato chiude con il tempo di 40:33.39, vincono tra gli altri anche il carabiniere Giuseppe Leonardi nei 400 in 47.47 e lo sprinter Gaetano Di Franco, 10.67 (+0.2) sui 100 metri. Al femminile 15,18 nel peso della lettone Linda Ozola (Gioiatletica Cilento).

EMILIA-ROMAGNA - Giovani in evidenza a Modena che, dopo aver accolto la Finale Oro nel 2012, tornerà a ospitarla nel mese di settembre. La junior Elisa Di Lazzaro inizia la stagione all’aperto come aveva finito quella indoor: con un record personale. Stavolta la non ancora 19enne del Cus Parma corre in 13.54 (-0.6) sui 100 ostacoli, per togliere 13 centesimi al suo primato. Durante l’attività in sala aveva migliorato per tre volte il limite nazionale di categoria nei 60 ostacoli fino a 8.22, conquistando anche il titolo tricolore assoluto; oggi ha subito fatto segnare uno dei migliori crono italiani alltime tra le under 20. Brillante risultato anche della promessa Sara Fantini (Cus Parma) che al primo lancio spedisce il martello 66,93 per cogliere la seconda prestazione in carriera, inferiore soltanto al 67,28 con cui la figlia d’arte emiliana è diventata campionessa italiana invernale nel mese di febbraio.

Nei 3000 siepi gara a sé della tricolore Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena, 10:11.18), al maschile 9:01.23 del compagno di squadra Simone Colombini e sui 1500 l’azzurro Yassin Bouih (Fiamme Gialle), tornato a vestire la maglia dell’Atletica Reggio, prevale in 3:57.19. In gara nei 100 piani invece l’oro europeo U18 dei 100hs Desola Oki (Cus Parma), al traguardo in 12.14 (-0.5) sotto il diluvio. Nel triplo 15,35 dello junior Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza), vicecampione continentale allievi, che si aggiudica il Memorial Mario Ansaloni. In chiusura di giornata 24:11.46 dell’argento mondiale under 20 Noemi Stella (Carabinieri) sui 5000 di marcia. Rinviate per maltempo le gare di alto donne, asta e giavellotto uomini.

FRIULI-VENEZIA GIULIA - Sui 400 metri la 26enne Ilaria Vitale (Libertas Friul Palmanova) con 53.61 scende per la prima volta sotto i 54 secondi, al campo Dal Dan di Udine, per battere la sorella e compagna di club Ylenia Vitale (54.46). Primo test stagionale sulla pedana dell’alto per Desirée Rossit (Atl. Malignani Libertas Udine/Fiamme Oro), finalista olimpica ed europea, con 1,75. Affermazione in 13.90 (-0.9) di Giada Carmassi (Atl. Brugnera Friulintagli/Esercito) nei 100 ostacoli, con il successo di Joyce Mattagliano (Atl. Brugnera Friulintagli/Esercito) sui 1500 metri in 4:25.25. Nel martello cresce la promessa Sara Copetti (Atl. Malignani Libertas Udine) con 55,58.

LAZIO - Allo stadio della Farnesina di Roma, la primatista nazionale dei 100 ostacoli Veronica Borsi (Acsi Italia Atletica/Fiamme Gialle) apre con 13.72 (-0.9), mentre nei 100 piani davanti a tutte la 22enne Elisabetta De Andreis (Acsi Italia Atletica) che chiude in 11.87 controvento (-1.5). Notevole progresso sui 400 metri dell’allieva Eloisa Coiro (Atl. Roma Acquacetosa) che diventa la quinta under 18 italiana di sempre con 54.72, seguita dalla junior Alessia Tirnetta (Olimpia Atl. Nettuno), 55.41. Al maschile bel duello tra la promessa Alessandro Galati (Atl. Futura Roma) e Osaremen Ozigbo (Atletica dei Gelsi), 47.37 contro 47.38. Nel triplo 16,13 (-0.2) per Daniele Cavazzani (Studentesca Rieti Milardi), sui 1500 femminili la junior Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni) prosegue la sua crescita con 4:29.03 e nel peso 14,58 della promessa Claudia Bertoletti (Studentesca Rieti Milardi). Nei 110hs Luca Trgovcevic (Studentesca Rieti Milardi) prevale in 14.27 (+0.9) sul compagno di club Simone Poccia, 14.34, e nei 5000 di marcia femminili 22:54.59 per Diana Cacciotti (Acsi Italia Atletica) su Mariavittoria Becchetti (Studentesca Rieti Milardi), 22:59.78.

LIGURIA - Disputate a Genova soltanto due gare della prima giornata (asta uomini e martello donne). Nel recupero di lunedì 8 maggio, sui 1500 metri 4:38.12 per l’allieva Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure).

LOMBARDIA (donne) - A Bergamo, in una giornata piovosa con temperature autunnali (15 gradi all’inizio e 11 alla fine delle gare), sui 100 metri si migliora la non ancora ventenne Alessia Niotta, toscana dell’Atletica Brescia 1950, con 11.87 (+1.7) davanti a Sabrina Galimberti (Bracco Atletica, 11.92), Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950, 11.98) e alla junior Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atletica, 12.01). Nella terza serie 11.99 (-0.4) dell’altra under 20 Alessia Pavese (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), che eguaglia il personal best. Nei 400 metri la 21enne Virginia Troiani (Cus Pro Patria Milano) firma il suo miglior tempo in carriera con 54.09. Azzurre in gara nei 5000 di marcia, con il successo di Valentina Trapletti (Bracco Atletica/Esercito) in 22:03.30 su Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica, 22:04.18) e Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950), 23:14.31. Disputati a Bergamo anche i 10.000 di marcia maschili, vinti in solitaria dalla promessa Stefano Chiesa (Atl. Cento Torri Pavia) con 42:38.50 nei confronti dello junior Davide Marchesi (Atl. Riccardi Milano 1946), 43:29.41. Un tandem dell’Atletica Brescia 1950 caratterizza invece i 1500 metri: è Sveva Fascetti a impostare il ritmo ed è poi Elisa Bortoli a conquistare il successo con 4:30.20 davanti al 4:31.74 della compagna di squadra e all’allieva Sophia Favalli (Freezone, 4:37.82). La promessa Nicla Mosetti (Bracco Atletica) svetta nei 100 ostacoli in 13.79 (-0.2), a due centesimi dal personale. Un’under 18, Alice Rodiani (Atl. I Gonzaga 2011), si mette in luce nel triplo: 12,50 (+0.2) dietro a Silvia La Tella (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), approdata a 12,74 (+0.3). Nel peso 14,19 della junior Sydney Giampietro (Cus Pro Patria Milano/Fiamme Gialle), nel martello la 23enne Serena Argenti (Bracco Atletica) sfiora il PB con 54,31. Ultima gara della carriera per la 34enne Raffaella Lamera, che dopo 6 titoli italiani assoluti, 7 presenze in Nazionale e un PB di 1,95 (sesta azzurra di sempre), oggi ha scelto di concludere la sua attività agonistica con la maglia del club in cui è cresciuta: l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter.

LOMBARDIA (uomini) - Sulla pista di Busto Arsizio (Varese) il più veloce è lo staffettista azzurro Federico Cattaneo (Atl. Riccardi Milano 1946) con 10.50 (-0.2) sui 100 metri. Per il debutto stagionale in una gara individuale, Eseosa Desalu (Interflumina è più Pomì/Fiamme Gialle) sceglie i 400 metri e conquista il successo in 47.16 sulla promessa Nicolò Ceriani (Cus Pro Patria Milano), 47.51, e l’ostacolista azzurro Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946), 47.99. A Roberto Bertolini (Atl. Cento Torri Pavia/Fiamme Oro) basta una spallata da 70,93 al secondo turno per vincere con margine il giavellotto, mentre nel triplo atterra a 15,43 (-0.8) lo junior Emmanuel Ihemeje (Atl. Cento Torri Pavia), che ha iniziato da pochi mesi con questa specialità, e si impone su Stefano Magnini (Cus Insubria Eolo), 15,32 (-1.5). Sui 1500 la promessa Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) in 3:49.78 riesce ad avere la meglio sullo junior Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), 3:50.03.

MARCHE - Al campo Italico Conti di Ancona, sui 1500 metri, il campione italiano indoor promesse della doppia distanza Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino) vince per distacco con il record personale di 3:51.88. Nei 10.000 di marcia 44:58.45 per lo junior Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo), mentre il vento contrario frena i 110 ostacoli con 14.91 (-3.3) di John Mark Nalocca (Collection Atl. Sambenedettese/Carabinieri).

PIEMONTE/VALLE D’AOSTA - Allo stadio Nebiolo di Torino, sotto la pioggia, 60,81 nel martello per la campionessa italiana Francesca Massobrio (Cus Torino/Fiamme Oro). Sui 1500 metri Soufiane El Kabbouri (Cus Torino) in 3:49.04 precede Marouan Razine (Cus Torino/Esercito), secondo con 3:49.65, e l’azzurro della marcia Federico Tontodonati (Cus Torino/Aeronautica) completa i 10.000 metri in 41:27.28. Nei 3000 siepi lo junior Francesco Breusa (Atl.

Pinerolo) scende a 9:10.85, sui 1500 progressi di Martina Merlo (Cus Torino/Aeronautica), 4:28.11, e della ventenne Eleonora Curtabbi (Cus Torino), 4:28.40. Sui 100 ostacoli 14.38 (+0.3) di Eleonora Marchiando (Atl. Sandro Calvesi). Rinviate a domani asta maschile e alto femminile a causa del maltempo.

PUGLIA/BASILICATA - Un centesimo di personal best per il ventenne Daniele Corsa (Folgore Brindisi), che a Matera firma il crono di 46.96 sui 400 metri. Nella marcia la promessa Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo) si migliora ancora nei 10.000 con 41:38.10.

SARDEGNA - Allo stadio Santoru di Cagliari, gare interessanti nella velocità nonostante il vento contrario. Sui 100 metri il più rapido è il 21enne Francesco Carrieri (Delogu Nuoro) in 10.74 (-1.4), al femminile 12.15 (-4.0) di Nadia Neri (Cus Cagliari) davanti all’allieva Dalia Kaddari (Tespiense Quartu), 12.19.

SICILIA - Sprinter in gamba a Palermo. Sui 100 a sorpresa l’azzurrino Nicholas Artuso (Atl. Villafranca) vince col personale fissato a 10.54 (vento nullo) davanti al più esperto Federico Ragunì (Cus Palermo), 10.66. Si migliora al femminile anche Alessia Carpinteri (Cus Palermo), classe 1999, che vince in 12.11 (-0.1). Subito uno squillo nel giro di pista per Alice Mangione (Cus Palermo) che vince in 54.80. Nei 1500 sfida in famiglia tra i due fratelli Zoghlami (Cus Palermo): vince Ala (3:47.19) su Osama (3:48.82), terzo Giuseppe Gerratana (Libertas Running Modica/Aeronautica), 3:56.59. In pedana nei lanci Maria Tranchina (Cus Palermo), classe 1968, che vince il peso con 10,98 e la figlia Antonella Siracusa (Cus Palermo), classe 1999, che si aggiudica invece il martello (48,50). Nel disco maschile 47,33 per lo junior Isidoro Mascali (Cus Palermo) e nel triplo 15,05 (+1.1) per Antonino Trio (Cus Palermo).

TOSCANA - La sfida azzurra nella velocità sui 100 metri femminili, allo stadio Tenti di Arezzo, vede il successo della tricolore indoor Anna Bongiorni (Cus Pisa/Carabinieri) in 11.60 (-0.5) che si lascia alle spalle Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon/Fiamme Azzurre), seconda con 11.64, e Irene Siragusa (Atletica 2005/Esercito), 11.68, tutte e tre reduci dalla trasferta alle IAAF World Relays di Nassau (Bahamas). Sotto la pioggia i 3000 siepi con l’oro continentale junior del 2015 Yohanes Chiappinelli (Uisp Atl. Siena/Carabinieri), secondo in rimonta con 8:44.08 alle spalle dell’ugandese Albert Chemutai (Toscana Atl. Futura), 8:40.83. Sui 1500 metri 4:32.40 per la tricolore indoor Giulia Aprile (Atl. Firenze Marathon/Esercito). Exploit nei 400 metri dello junior Lapo Bianciardi (Assi Giglio Rosso Firenze) che si migliora di un secondo netto con 47.38 davanti alla promessa Umberto Mezzaluna (Centro Atl. Piombino), 47.38, invece il 21enne sprinter Luca Cassano (Atl. Firenze Marathon) si aggiudica i 100 metri con 10.62 (-1.1).

TRENTINO/ALTO ADIGE - A Bolzano si migliora con 47.09 nei 400 metri il piemontese Brayan Lopez (Athletic Club 96 Alperia), classe 1997, che su pista bagnata toglie oltre due decimi al suo personal best. Progressi anche del compagno di club Leonardo Dei Tos, 40:06.73 nei 10.000 di marcia. Sui 100 metri l’allievo Lorenzo Paissan (Atl. Trento) corre in 10.82 (-0.5), nei 110 ostacoli Stefano Tedesco (Athletic Club 96 Alperia) in 14.44 (+0.5). Dalle pedane dei lanci 72,90 per il giavellottista Norbert Bonvecchio (Atl. Trento), davanti al 65,82 della promessa Andreas Zagler (Athletic Club 96 Alperia), e nel martello 52,63 di Noa Ndimurwanko (Gs Valsugana Trentino).

UMBRIA - Allo stadio Muzi di Orvieto (Terni), nel getto del peso Monia Cantarella (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia) ha lanciato l’attrezzo a 14.34. Da segnalare anche il 3,80 nell’asta dell’allieva Francesca Zafrani (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia).

VENETO - Giovani in crescita nella velocità a Bussolengo (Verona), in un pomeriggio disturbato dalla pioggia. Il 21enne Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova) ha corso i 100 in 10.62 (+0.1), migliorando il primato personale di 11 centesimi. Nella gara femminile, 11.93 (-0.2) per la ventenne Beatrice Fiorese (Atletica Vicentina), che ha eguagliato il proprio record del 2015. Nel disco si è imposto Valerio Forgiarini (Assindustria Sport Padova) con 51.38. La tricolore indoor dell’alto Elena Vallortigara (Assindustria Sport Padova/Carabinieri) ha vinto con 1,79 precedendo la sedicenne Ilaria Varago (Team Treviso), salita di un centimetro rispetto alla misura che lo scorso ottobre, a Cles, le regalò l’argento tricolore tra le cadette. La junior Rebecca Borga (Atl. Riviera del Brenta) è riuscita a prevalere sui 400 in 55.69 con il quarto posto in 57.72 dell’ottocentista azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova), mentre la 18enne Francesca Tommasi (Atl. Insieme New Foods Verona) si è migliorata con 4:28.68 nei 1500 vinti da Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano), 4:27.26. Domani dalle 10.45 la seconda giornata di gare, con prologo al campo Avesani di Verona per le due prove di lancio del martello.

LE TAPPE DELLA CORSA SCUDETTO - Alla prima fase seguirà la seconda del 20-21 maggio, mentre la terza prova si disputerà nell’ambito dei vari campionati regionali assoluti (24-25 giugno). I risultati potranno essere integrati poi con quelli realizzati in occasione degli incontri con la Nazionale, nel periodo dall’8 maggio al 25 giugno. Per quanto riguarda le staffette 4x100 e 4x400 sono validi anche i risultati realizzati al Challenge Nazionale di staffette del 27-28 maggio a Celle Ligure (SV).

LE FINALI - Gli scudetti saranno in palio nella Finale Oro di Modena che andrà in scena il 23 e 24 settembre con in campo i 12 migliori club maschili e i 12 migliori club femminili. Nello stesso fine settimana appuntamento invece ad Agropoli (SA) per la Finale Argento, cui partecipano sempre 24 club. Le Finali B sono divise in 4 raggruppamenti di 12 società ciascuno: il Nord-Est (Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Trentino e Veneto) ad Arzignano (VI), il Nord-Ovest (Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta) a Torino, mentre sono da definire le sedi della finale Adriatico (Abruzzo, Emilia-Romagna, Marche, Molise, Puglia e Umbria) e Tirreno (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Sardegna, Sicilia e Toscana).

(hanno collaborato Leonardo Bordoni, Andrea Bruschettini, Carlo Carotenuto, Mauro Ferraro, Alessandro Floris, Lorenzo Magrì, Simone Proietti, Cesare Rizzi, Giorgio Rizzoli, Stefano Ruggeri, Myriam Scamangas)

Società ammesse alle finali del CdS Assoluto su pista 2017 (previo punteggio di conferma)

Elenco atleti militari autorizzati a partecipare nei CdS con la società di provenienza

Elenco società iscritte alla 1ª e 2ª prova regionale del CdS Assoluto su pista

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Raffaella Lamera (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: