CdS Allievi: Bruni 4,10, Perini 13.70




 

Allievi protagonisti, sabato 7 e domenica 8 maggio, nella prima prova della fase regionale dei Societari di categoria. In apertura della stagione che porta ai Mondiali Under 18 di Lille in Francia (6-10 luglio) e all'EYOF di Trabzon in Turchia (23-30 luglio), sono in molti ad essere già partiti con il piede giusto. Su tutti l'astista Roberta Bruni (Studentesca CaRiRi) che, dopo il 4,20 indoor del limite nazionale under 20, ha fatto subito suo a Formia anche il primato Allieve all'aperto, salendo a 4,10. Cinque centimetri sotto il record Juniores (4,15) di Elena Scarpellini. A Saronno, invece, primato sfiorato per l'ostacolista Lorenzo Perini (Osa Saronno), già autore della MPI sui 200hs (24.62), e sabato scorso capace di 13.70 (-0.6) sui 110hs, a soli 11 centesimi dal crono italiano under 18 più veloce di sempre: il 13.59 del fenomeno Andrew Howe. A scalare le liste dei migliori under 18 italiani di sempre è stato anche il discobolo Martin Pilato (Atl. Ravenna) con 57,54 (4° all-time). Negli altri lanci a segno i martellisti Giulia Rossetti (Atl. Piacenza), 50,76, Marco Bortolato (Udinese Malignani), 66,75, e Francesco Neri (Atl. Livorno), 65,56, il giavellottista Stefano Contini (Atl. Cairatese), 64,57, e per il pesista Lorenzo Del Gatto (Tecno Adriatletica Marche), 17,92 dopo il 18,50 (PB) ottenuto lo scorso 5 maggio. Nei salti minimo federale per Lille confermato per Stefano Braga (Atl. Piacenza), 7,16 (+0.1), e Riccardo Pagan (San Marco Venezia), 7,15 (+0.1). Ad Oristano, quindi, 2,05 vincente per l’altista Eugenio Meloni (CUS Cagliari) con la la triplista Francesca Lanciano (Kinesis Palaia Salento), atterrata a 12,43 (+1.6) a  Bari. Nella velocità a Modena brilla Eseosa Desalu (Interflumina E' Più Pomì), il 17enne nigeriano in attesa di cittadinanza italiana, con 10.80 (+0.9) sui 100 metri e 21.95 (+1.2) sui 200. Veloce a Saronno anche Piergiorgio Bianchini (Virtus Castenedolo), 10.93 (+0.5) nello sprint.  Passando al mezzofondo, a Santhià ancora in evidenza Italo Quazzola (Atl. Valsesia) che sui 2000 siepi si migliora a 6:00.10, performance in linea con lo standard federale per i Mondiali U18 come l’8:31.34 sui 3000 di Lorenzo Dini (Atl. Livorno). Nella marcia, bene a Reggio Calabria, Alessia Costantino (Atl. Reggina), 24:34.29 sui 5km, distanza su cui la campionessa olimpica giovanile Anna Clemente (Don Milani) si è facilmente imposta a Bari in 25:14.51, doppiando poi anche sui 3000 di corsa, dominati in 10:07.71. L'appuntamento con la seconda prova regionale dei CdS Allievi è fissato per il week-end del 21-22 maggio. La finale tricolore, invece, si disputerà a Saronno (VA) l'11 e il 12 giugno, mentre gli stessi giorni Formia accoglierà la Finale A1, Bastia Umbra la A2 e Isernia la A3.

RISULTATI - CDS ALLIEVI 2011 - FASE REGIONALE 1ª PROVA: ABRUZZO: Teramo; TRENTINO/ALTO ADIGE: Bolzano; CALABRIA: Reggio Calabria; CAMPANIA/MOLISE: Cercola; EMILIA ROMAGNA: Modena; FRIULI VENEZIA GIULIA: Codroipo (UD); LAZIO: Viterbo/Formia; LIGURIA: Genova; LOMBARDIA: Saronno ; MARCHE: Fermo; PIEMONTE/VALLE D'AOSTA: Santhià; PUGLIA/BASILICATA: Bari; SARDEGNA: Nuoro ; SICILIA: Enna; TOSCANA: Livorno; UMBRIA: Narni; VENETO: Rovigo

IL RACCONTO DALLE REGIONI

ABRUZZO - A Teramo in evidenza il getto del peso con il 12,11 di Isabella Di Benedetto (Atl. Gran Sasso) e il 16,95 di Elia Cavalancia (US Aterno Pescara). Nel lungo 6,64 (0.0) di Valerio Di Blasio (Atl. Gran Sasso).

CAMPANIA - MOLISE - Le cose migliori della due giorni di Cercola (NA) arrivano da lanci e ostacoli. Nel disco con 42,94, sfiora i 43 metri del minimo per Lille, Maria Antonietta Basile (Enterprise Sport & Service). Nel giavellotto  55,75 di Roberto Orlando (Idea Atletica), mentre i 110hs vedono prevalere Vincenzo Migliotti (Enterprise Sport & Service) in 15.33 (-1.1) imitato dalla compagna di squadra Rosa Guida, 1:08.23 sui 400hs.
 
CALABRIA - A Reggio Calabria soddisfazione per la marciatrice Alessia Costantino (Atl. Reggina) che completa i 5km in 24:34.29, crono in linea con lo standard federale (24:45.00) per la rassegna iridata under 18.

EMILIA ROMAGNA - A Modena brilla il campione italiano indoor dei 60hs Eseosa Desalu (Interflumina E' Più Pomì). Alle prese con le prove di velocita, il 17enne nigeriano in attesa di cittadinanza italiana, ha prima corso i 100 metri in un notevole 10.80 (+0.9) e poi ha vinto i 200 in 21.95 (+1.2). Nei lanci, ottima prestazione del discobolo Martin Pilato (Atl. Ravenna) che con 57,54, oltre a guadagnarsi ampiamente il minimo federale per Lille, sale al quarto posto delle liste nazionali all-time. Pilato era stato campione italiano Cadetti nel 2009 e poi quarto tra gli Allievi 2010. Suo fratello Manuel, campione italiano di giavellotto nelle categorie giovanili, ha partecipato ai Mondiali Allievi di Bressanone nel 2009. Bene anche la martellista Giulia Rossetti (Atl. Piacenza) che con 50,76 conferma lo standard FIDAL per l'appuntamento iridato. Negli ostacoli doppietta vincente di Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese Cittadella) - già in possesso del minimo sui 400 (56.16) - autrice di 14.38 (+0.1) sui 100hs e 1:03.28 sui 400hs. Minimo confermato anche per il campione e viceprimatista italiano indoor del lungo Stefano Braga (Atl. Piacenza) che, all'ultimo salto, è atterrato a 7,16 (+0.1). Nella velocità femminile a segno Silvia Corbucci (CUS Bologna), 12.45 (+0.1) nei 100 e 25.40 (-2.3) nei 200. Interessante 40,67 (PB) della giavellottista, al primo anno di categoria, Maria Biserni (Edera Atl. Forlì). Nel mezzofondo, 2:20.59 negli 800 della vice campionessa italiana 2010 dei 1500 e di cross 2011 Giulia Mattioli (Rcm Casinalbo), mentre Christine Santi (Mollificio Modenese) ha chiuso i 3000 in 10:31.30.        

FRIULI VENEZIA GIULIA
- A Codroipo (UD), OK l'allieva Desirée Rossit (Udinese Malignani) 1,75 nell'alto e il martellista Marco Bortolato (Udinese Malignani), 66,75. Nei 100hs vittoria di Giada Carmassi (Atl. Alto Friuli) in 14.78 (-1.3), con Ottavia Barbo (CUS Trieste) leader dei 400 in 58.38 e Antonella Agyare (Brugnera Friulintagli), prima sui 200 in 26.31 (-1.1). 5,53 (+1.1) nel lungo per Caterina Parnici (CUS Trieste).   

LAZIO - In copertina dalla seconda giornata disputata a Formia, c'è il 4,10 nell'asta di Roberta Bruni. La saltatrice della Studentesca CaRiRi - già primatista nazionale under 20 indoor con 4,20 - ha valicato la misura al secondo assalto dopo due salti puliti a 3,80 e 4 metri. Con questo risultato la Bruni, oltre ad impossessarsi della migliore prestazione italiana Allieve (prec. 3,95 di Elena Scarpellini il 14 luglio 2004 a Grosseto), arriva a soli 5 centimetri dal limite nazionale Juniores detenuto sempre dalla Scarpellini. A Viterbo, sede della prima giornata, la bella sfida nel triplo Allievi tra Flavio Ferella (Running Club Futura) e Samuele Cerro (Atl. Pontecorvo), è finita 14,67 (+0.9) a 14,46 (+0.4). Per Ferella, campione italiano indoor 2011, si tratta del personale all'aperto poi avvicinato anche nel salto successivo con 14,65 (+0.2). Bene il giavellottista Joseph Figliolini (Studentesca CaRiRi), accreditato con un PB di 62,95 e capace di una spallata da 60,95, mentre il giorno seguente a Formia da segnalare il 62,70 del martellista Giuseppe Trancuccio (Fiamme Gialle Simoni).

LOMBARDIA - A Saronno vola sugli ostacoli l'atleta di casa, Lorenzo Perini. Nella prima giornata l'atleta dell'OSA Saronno ha vinto i 110hs con un travolgente 13.70 (-0.6), 23 centesimi meglio del 13.93 ottenuto a Chiari lo scorso 2 aprile e a soli 11 centesimi dal 13.59 del primato italiano under 18 di Andrew Howe. Nato il  22 luglio del 1994, Perini, campione tricolore in carica dei 110hs, aveva stabilito a inizio stagione il nuovo limite nazionale dei 200hs allievi con 24.62 (-1.7). Domenica il suo compagno di squadra Marco Nugara si è, quindi, migliorato sul giro di pista con barriere, fermando il crono dei 400hs a 54.80, a soli 80 centesimi dal minimo federale per Lille. Obiettivo, invece, raggiunto da Stefano Contini (Atl. Cairatese), 64,57 nel giavellotto, e da Piergiorgio Bianchini (Virtus Castenedolo), 10.93 (+0.5) nei 100 davanti davanti a Simone Perottoni (NA Fanfulla) 10.97 e Fabio Melzi (Geas Atl.), 11.00. Ci sono, invece, andati vicini nei 400 Davide Kalegarich (Atl. Monza), primo in 49.60 su Davide Carpani (Estrada), 49.67, e Silvia Zanini (Nuova Atl. varese) con 12,24 nel getto del peso. Nei 200, successo di Simone Perottoni (NA Fanfulla) con 22.41 (–0.3) davanti a Andrea Felotti (Cairatese) 22.42 e Kalegarich 22.43. Martello a 60,89 ed ennesima vittoria per Diego Antoj (US Sangiorgese) e 1.96 nell`alto per Davide Basilico (Rovellasca). Negli 800, 2:16.39 per Beatrice Dallera (Ilpra Vigevano). Nel triplo 14.20 (-1.0) con primato personale (aveva 14.08) per Edoardo Accetta (NA Fanfulla), mentre nell’asta Luca Peggion (Atl. Chiari 1964) ha superato quota 4.50 fallendo di un soffio 4.70 cha sarebbe stato il minimo federale per i Mondiali. Tra le allieve da segnalare 57.59 nei 400 per Sabrina Maggioni (Bergamo 59), 14.48 (+0.7) nei 100hs per Silvia Taini (Atl. Villanuova 70), 12.46 (+1.0) nei 100 per Sabrina Galimberti (Atl. Rovellasca).

MARCHE - A Fermo in luce le velociste Martina Buscarini (SEF Stamura Ancona), 24.97 (+0.1) sui 200, e Roberta Del Gatto (Sport Atl. Fermo), 12.24 (-0.3) sui 100. Nell'alto notevole progresso per Manuel Nemo (Atl. Osimo), salito a quota 2 metri. Nel peso, quindi, conferma con 17,92 per il pesista Lorenzo Del Gatto. Il lanciatore della Tecno Adriatletica Marche, campione italiano indoor di categoria, il 5 maggio a San Benedetto del Tronto aveva lanciato 18,50, entrando nella top ten nazionale di sempre under 18. Nella stessa riunione, ma a livello senior, da segnalare anche il 59,30 nel disco del poliziotto ascolano Nazzareno Di Marco. A Fermo, infine, 40.58 sui 300 per la cadetta Eleonora Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro), già autrice delle migliori prestazioni italiane under 16 dei 1000 e dei 500.   

PIEMONTE - A Santhià (VC) ancora in evidenza Italo Quazzola che sui 2000 siepi migliora il proprio tempo con 6:00.10, confermando lo standard federale per i Mondiali di categoria (aveva già corso in 6:01.11 contro il limite richiesto di 6:03.00); Quazzola fa suoi anche i 3000 metri con 8:49.60. Bene anche Gabriele Parisi (Atl Piemonte), primo nel triplo con 14,50 (+0.4) e nel lungo con 6,83 (+0.2). Nei 200 metri 22.39 (vento nullo) per Luigi Siciliano (Atl. Piemonte). Al femminile Debora Sesia (Atl. Cuneo) nell’alto sale a 1,69 metri mentre nei 400 hs Arianna Curto (Cus Torino) ferma il cronometro a 1:04.75. Nel salto in lungo 5,44 metri (+0.2) per Ashley Rambo (Sisport Fiat).

PUGLIA-BASILICATA - Marcia protagonista a Bari. I 5km maschili sono l'epilogo di un bel confronto a tre vinto da Vito Minei (Don Milani) in 21:06.78 davanti al compagno di squadra Michele Palmisano (21:07.59) e Francesco Fortunato (ADEN Exprivia Molfetta), 21:10.49. Doppietta della Don Milani anche nell'analoga prova femminile con la campionessa olimpica giovanile Anna Clemente, prima in 25:14.51 su la più giovane Valeria Cicco (25:15.11). Clemente a segno anche nel mezzofondo con i 3000 dominati in 10:07.71. Torna a casa con la conferma del minimo per Lille - aveva già saltato 12,69 al coperto - la triplista Francesca Lanciano (Kinesis Palaia Salento), capace di atterrare a 12,43 (+1.6). Non troppo lontano dal pass iridato (7,15) arriva anche il lunghista Angelo Giuseppe Marvulli con 7,07 (+0.9). Nella velocità, quindi, due volte davanti a tutte Lucia Pasquale, atleta classe 1995 dell'Olimpia Club, con 25.82 (+1.0) nei 200 e 58.04 nel giro di pista. 
 
SARDEGNA - Ad Oristano è il giorno di Eugenio Meloni (CUS Cagliari). L'altista, al secondo anno di categoria, riesce a superare 2,05, misura perfettamente in linea con lo standard federale per i Mondiali di Lille. 

SICILIA - I migliori risultati di Enna sono 59.56 della quattrocentista Carolina Finocchiaro (CUS Palermo) e il 26:20.38 del marciatore Andrea Lenti (CUS Palermo). 

TOSCANA - A Livorno sono in due le performance conformi agli standard federali per i Mondiali di Lille. La prima è quella del mezzofondista Lorenzo Dini (Atl. Livorno), 8:31.34 sui 3000, imitato nel martello dal compagno di squadra Francesco Neri, autore di 65,56. Da segnalare, tra le allieve, anche l'1,75 nell'alto di Anna Pau (Atl. Prato) e il 2:16.34 negli 800 di Sara Froglia (Libertas Runners Livorno), mentre, al maschile, 14.85 nei 100hs per Daniele Dallai (Atl. Prato) e 22:15.56 di Gianmarco Sensi (Toscana Atl. Caripit) nei 5km di marcia. Nelle gare di contorno dedicate al settore assoluto si migliora ancora il vicecampione europeo del martello Nicola Vizzoni (Fiamme Gialle) che con 76,93 ottiene la migliore misura italiana dell'anno. Questa la sua serie completa: 76.93 - 76.38 - N - N - 75.34 - 74.00. A Lucca, sede della seconda prova del Gran Prix Montepeaschi, si sono affrontate sui 100 metri le due azzurrine della velocità Anna Bongiorni e Irene Siragusa. Spinte da una brezza regolare di circa 2m (+1,9), la pisana del CUS Pisa Atletica Cascina si è proiettata sul traguardo in 11.89, mentre alle sue spalle l’altra junior valdelsana dell’Atletica 2005 ha chiuso in 12.17.   

TRENTINO - ALTO ADIGE - Il Campo Coni di Bolzano è stata la sede della prima fase dei CdS per i Comitati Trentino e Alto Adige in un fine settimana che ha regalato le buone prestazioni della sprinter pusterese al primo anno di categoria Alexia Maierhofer (SSV Bruneck) capace di cogliere un interessante 12"69 nonostante un sensibile vento contrario (-1,5); alle sue spalle la coetanea Sara Gazzini (Atletica Alto Garda e Ledro, 12"92) e vincitrice anche nel lungo con un balzo da 5,17 (vento -2.0). La velocità maschile ha premiato un altro giovane del vivaio di Gert Crepaz, vale a dire Dominik Lahner (SSV Bruneck) autore di 11"37 con vento di -1.0. Sugli ostacoli alti Simone Bais (Lagarina Crus Team) trova un 14"92 (vento +0,6) e proprio la società lagarina risulta al momento l'unica ad aver coperto un sufficiente numero di prove per entrare in classifica. Per tutte le altre l'appuntamento è tra due settimane a Rovereto per la seconda fase regionale. Nel frattempo sabato a Cles (TN) interessante sfida nei 1000 metri cadetti tra il padrone di casa Lorenzo Pilati (Atletica Valli di Non e Sole) e l'italo-etiope Yeman Crippa (Atletica Valchiese) regolata dal primo con un interessante 2'39"47 contro il 2'42"60 di Crippa.

UMBRIA - A Narni (TR) 11,09 nel peso per Elisa Stampachiacchere (CUS Perugia) e 15.40 (+0.9) per Andrea Sargenti (Athlon Bastia) sui 110hs. Negli 80 metri dei Cadetti il più veloce è ancora una volta lo spoletino Filippo Pecchioli (ASAL Foligno), 9.19 (+1.1).

VENETO - Protagonista la velocista Johanelis Herrera Abreu, nata a Santo Domingo, ma che, da diversi anni, risiede con la famiglia a Verona. Tesserata per la Bentegodi, l'ex cadetta ha messo a segno una bella doppietta, dominando lo sprint nella prima fase veneta dei campionati italiani allievi di società, svoltasi nel fine settimana a Rovigo. Sabato ha vinto i 100 in 12”23 (+0.2), con un miglioramento di 24 centesimi in un colpo solo. Domenica ha concesso il bis sulla doppia distanza, precedendo al fotofinish (25”29 contro 25”32/+0.3) la vicentina Scapin, reduce dal bel successo nei 400 (57”38) del giorno prima. A proposito di progressi, sostanziosi anche quelli del giavellottista trevigiano Marco De Nadai, arrivato ad un soffio dalla barriera dei 60 metri (59.71), e quelli di un’altra vicentina, Francesca Bellon, salita a 3.60 nell’asta, specialità in cui, in campo maschile, si è segnalato il bassanese Andrea Geremia (4.30). Il veneziano Riccardo Pagan si è confermato nel lungo: 7.15 (+0.1), 4 centimetri in meno di quanto realizzato il 1° maggio a Monfalcone (dove ha ottenuto anche un 7.29 ventoso), ma comunque ancora su livelli da lasciapassare per i Mondiali allievi di Lille. La bellunese Maria Paniz ha vinto in 100 ostacoli in 14”48 (-1.2), precedendo la veronese Silvia Zerbini (14”76), figlia d’arte (il papà è il discobolo Luciano). Bene anche Andrea Caiaffa e Ilaria Collini nel disco (rispettivamente 47.23 e 38.09), Giovanna Berto nel lungo (5.69) e Paola Padovan nel giavellotto (39.15). 

a.g.

(Hanno collaborato: Andrea Bruschettini, Luca Cassai, Giuliana Cassani, Mauro Ferraro, Enzo Miceli, Alberto Milardi, Luca Perenzoni, Myriam Scamangas, Giorgio Rizzoli, Stefano Ruggeri)  

Nella foto in alto, l'astista Roberta Bruni; sotto, l'ostacolista Lorenzo Perini (Giancarlo Colombo/FIDAL)

File allegati:
- Criteri manifestazioni internazionali 2011



Condividi con
Seguici su: