Azzurri in Giappone, obiettivo ben figurare




 
Già domenica scorsa la nazionale italiana di cross country è partita alla volta di Fukuoka per i Campionati Mondiali che si svolgeranno nel prossimo weekend. Gli azzurri hanno preso possesso dei loro alloggi ed oggi hanno fatto un primo allenamento in loco: “Non abbiamo potuto ancora testare il percorso – racconta dal Sol Levante il responsabile tecnico al seguito della squadra Silvano Danzi – perché sarà aperto per le delegazioni solamente da giovedì. Qui abbiamo trovato un po’ d’acqua e vento forte, ma le previsioni dicono che per il fine settimana la situazione dovrebbe migliorare. La squadra complessivamente è in buone condizioni l’unico che aveva avuto qualche problema nei giorni scorsi era Gabriele De Nard che comunque sta recuperando”. In Giappone gli azzurri sono 15. L’Italia parteciperà come squadra nelle due prove seniores maschili (i selezionati sono Buttazzo,Cesari, De Nard, Di Pardo, Gualdi e Scaini) e nella prova junior (Di Bisceglie, Garavello, Gariboldi, Lalli, Salsi e Stola) mentre in campo femminile gareggeranno a titolo individuale la Costanza nella gara junior e de Soccio e Rinicella nel corto. Inutile dire che le ambizioni azzurre sono puntate verso piazze di prestigio, soprattutto a squadre, ma è praticamente impossibile fare voli pindarici. Alcuni atleti che si erano messi in evidenza nella stagione crossistica italiana (vedi la Weissteiner) hanno già diretto la loro attenzione verso la pista, anche perché l’obiettivo dichiarato del settore è puntato verso gli Europei che nel prossimo dicembre verranno organizzati a San Giorgio sul Legnano. Lì bisognerà essere al massimo della forma, questo è indubbio. Le gare di Fukuoka non dovrebbero sfuggire alla regola che vuole l’assoluto dominio dei corridori africani. In tal senso però i motivi d’interesse non mancano di certo. La stella di prima grandezza della competizione è senza dubbio Kenenisa Bekele, l’etiope che cerca il pokerissimo delle doppiette: già da quattro anni infatti il fuoriclasse di Bekoji vince sia il cross corto che il lungo e punta a ripetersi anche quest’anno, l’ultimo con la doppia scelta (dal prossimo al posto del cross corto verrà introdotta la prova a squadre). L’Etiopia potrebbe fare filotto anche quest’anno, nel quale torna a giovarsi della presenza di Sileshi Sihine, assente lo scorso anno e che potrebbe scortare Bekele sul podio nelle due occasioni. La doppietta è l’obiettivo anche di Tirunesh Dibaba (ci riuscì anche lo scorso anno) che avrà sua sorella Eyegayehou con lei solamente nel lungo. Bekele viene dalla vittoria nei 3000 ai Mondiali Indoor di Mosca e punta a un bis iridato davvero raro. Sulla pista moscovita lo sconfitto fu Said Saaeef Shaheen, il campione qataregno dei 3000 siepi che cerca ora la rivincita e come Bekele si schiererà al via in ambedue le prove. D’altronde per l’etiope la concorrenza non mancherà: il Kenia infatti manda in Giappone la squadra che ha fatto faville agli ultimi Commonwealth Games, guidata da Augustine Choge, iridato lo scorso anno nella prova junior, che a Melbourne ha dato scacco matto allo specialista locale Mottram sui 5000. Con lui ci sarà Benjamin Limo, terzo a Melbourne, e John Kibowen, due volte campione nel corto prima dell’avvento di Bekele. I tecnici keniani dicono apertamente di puntare soprattutto sulla prova breve, dove sono più competitivi, ma anche fra le donne coltivano ambizioni, con la Ochichi, prima sui 5000, e la Wambui, seconda sui 10000 ai Giochi di Melbourne. Outsider di lusso saranno l’eritreo Zersenay Tadesse, dominatore della Coppa Europa di club, l’ugandese Boniface Kiprop, il marocchino Adil Kaouch vicecampione del mondo dei 1500 e la sua connazionale Zhou El Kamch che quest’anno si è già presa il titolo mondiale militare. In tale contesto, è davvero difficile trovare posto per i sogni. Anche se… Gabriele Gentili PROGRAMMA ORARIO (ora italiana, in Giappone sono 8 ore in più): Sabato 1 aprile ore 5,30: cross juniores femminile ore 6,20: cross corto maschile ore 7,00: cross lungo femminile Domenica 2 aprile ore 5,00: cross juniores maschile ore 5,50: cross corto femminile ore 6,30: cross lungo maschile TV: Rai Sport Sat trasmetterà in differita le fasi principali delle due giornate, sabato dalle 18,00 alle 18,55 e domenica dalle 17,00 alle 18,10. Nella foto: Gabriele De Nard, campione italiano 2006 (foto Petrucci/FIDAL) File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: