Asta, Boni si migliora a 5,60

05 Marzo 2012

Domenica 4 marzo, a Fermo, l'aviere padovano aggiunge altri 10 centimetri al recente primato personale

 

A Fermo, in occasione del quinto Memorial Roberto Donzelli di salto con l’asta, domenica 4 marzo, il padovano Marco Boni è salito fino a 5,60, un risultato che equivale al minimo di partecipazione per i prossimi Europei di fine giugno a Helsinki, in Finlandia. Il 27enne atleta dell’Aeronautica ha poi fallito le successive prove a 5.72, ma dimostra il suo buon momento di forma, migliorando di dieci centimetri il primato personale ottenuto una settimana fa negli Assoluti di Ancona con il 5,50 che gli è valso il bronzo tricolore. L'aviere veneto pareggia così anche la migliore prestazione italiana stagionale realizzata in quella stessa occasione dalla promessa Claudio Stecchi (Fiamme Gialle). Sempre a proposito di asta, lo scorso 2 marzo nel meeting di Dessau (Germania), sesto posto con 5,40 per il primatista italiano assoluto Giuseppe Gibilisco (Fiamme Gialle) nella gara vinta dal tedesco Björn Otto con 5,84.

CADETTI E RAGAZZI - Domenica 4 marzo, giornata di sport giovane al Banca Marche Palas di Ancona, con tanti atleti under 16 provenienti da sei diverse regioni. In palio la seconda edizione del Trofeo “Ai confini delle Marche”, conquistato dalla squadra del Lazio per un solo punto nei confronti dell’Emilia Romagna, al termine di un duello avvincente. Terzo posto ai cadetti delle Marche. Premiata con una targa la migliore prestazione tecnica della riunione, il 3.25 nell’asta cadette della pugliese Francesca Semeraro, primatista nazionale di categoria (3.45 saltato due settimane fa a Napoli).

(ha collaborato Luca Cassai - CR FIDAL Marche)



Condividi con
Seguici su: