Allievi protagonisti ai CdS




 

Prima prova dei Campionati di Società e subito Allievi in evidenza in diverse regioni d'Italia con diverse prestazioni significative in chiave Sudtirol 2009. A Mestre il veronese Giovanni Galbieri, con 10”77 nei 100, ha realizzato il miglior risultato tecnico della prima fase veneta. Per lui, al primo 100 della carriera, è anche l’ampio lasciapassare per i Mondiali under 18 di Bressanone. Un traguardo, invece, solo sfiorato dalla padovana Zuin, scesa a 14”05 nei 100 ostacoli, e dalla trevigiana Bellio, arrivata a 12.22 nel triplo. Bene anche Dei Tos nei 5 km di marcia (21’11”31), la Stevanato nel peso (12.53) e la Lorenzetto nel lungo (5.71). Mezzofondisti in azione , invece, al 6° Trofeo Sipe, svoltosi sabato a Scorzè (Venezia). La junior trevigiana Giulia Alessandra Viola ha vinto i 1500 in 4’29” 14, primato personale (aveva 4’31”62 al coperto) a soli 4" dal minimo Fidal per gli Europei di categoria di Novi Sad. A Majano (UD) Alessia Trost (Atl. Brugnera Friulintagli) si è aggiudicata l'alto con 1,75.Ai CdS lombardi di Chiari (BS), invece, Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 59) ha vinto i 5km di marcia in 23:46.81. Doppietta 100+200 per Giulia Riva (Fanfulla Lodigiana), prima in 12.62 e 25.19. 3,65 nell'asta per Chiara Rota (Atl. Bergamo 1959) con tre successivi tentativi non riusciti a quota 3,80, mentre il giavellotto di Sara Jemai (US S.Vittore O.) è atterrato a 44,56 m. Domenica a Bergamo, nuovo PB a 48.10 per lo junior Francesco Ravasio (Bergamo 59) sui 400, con Chiara Vitobello (Geas Atletica) a 1,74 nell'alto. Nel martello juniores successi di Valentina Leomanni (US Vedano - 56,29) e Matteo Gabbiadini (Cento Torri - 57,80). In Piemonte la miglior prestazione dei Societari di Alessandria è stata il 48”68 di Bencosme Jose De Leon (Atl. Cuneo) sui 400 metri, ragazzo di origine dominicana specialista del giro di pista con e senza le barriere. Successo-bis per Matteo Omedè (Vittorio Alfieri Asti) che si aggiudica i 110 hs con 14”39 e l'alto con 1,98. Bene le velociste Giulia Liboà (Atl. Mondovì), 100 m in 12”40, e Claudia Anchisi (Atl. Alessandria) che si è aggiudicata i 200 in 25”84 e i 400 in 58”25. Sempre da Alessandria, dove venerdì si è disputato anche il 1° Meeting Internazionale, arrivano anche il 21.39 corso sui 200 da Davide Manenti e il 43'05"11 del marciatore Federico Tontodonati (Cus Torino) sui 10 km con la junior Antonella Palmisano (Atl. Don Milani), leader della gara femminile in 47"36.74. Nella velocità si fa ancora notare l'allieva Judi Udochi Ekeh (Reggio Event's) davanti a tutte sui 200 in 24.33, mentre il cadetto Giovanni Cellario (Atl. Reggio) è stato autore di un fulminante 9.01 sugli 80. Sulla pista di Reggio Emilia, sede della fase dell'Emilia Romagna, Ambra Gatti (Cus Parma) conquista 200 (25.62) e 400 (58.11), con Maria Chiara Neri (Atl. Lugo), senza rivali nei 100hs (14.51). Da segnalare anche il 16:52.53 sui 5000 per la junior Lucia Colì al 14° Meeting di Primavera di San Marino. A Lucca, notevole performance di Anna Bongiorni (Cus Pisa Atl. Cascina) che ha ottenuto il minimo per i Mondiali U18 di Bressanone, con 11.92 (+1.5) sui 100, riuscendo poi a correre - nemmeno un'ora dopo - anche i 400 in 57.70. Sempre nei CdS toscani vittorie anche per l'ostacolista Ivan Mach Di Palmestein (Atl. Libertas Runners Livorno) con 14.34 sui 110hs, Carolina Vita (Atl. Massa Carrara) a 44,15 m nel disco, Salvatore Iaropoli (Atl. Virtus Lucca) con 16,59 nel peso e Irene Siragusa nei 200 (25.89). Nelle Marche, a San Benedetto del Tronto (AP), 53.38 sui 400hs e minimo in tasca per i Mondiali di Bressanone per Lorenzo Veroli (Atl. Montecassiano). Significativi anche diversi risultati in arrivo dalla categoria cadetti come l'11,37 della trisplista Ilaria Romagnoli (Sport Atl. Fermo), il 12,17 nel peso di Ange Leticia Konate (Sacen Corridonia) e il 10.28 sugli 80 di Paola Spina (Atl. Avis Macerata). In Abruzzo, a Teramo, Marco Salvi (Gran Sasso Teramo), classe 1992, ha corso e vinto i 1500 in 4’00”45. A Roma, Daniele Secci (Fiamme Gialle Simoni) si fa subito largo nel peso con 17,73 m, mentre imprendibile è stato il quartetto della 4x100 della Fondiaria Sai composto da Iacobucci, Luzzi, Scotti e Battaglia, prime in 49 netti. In Puglia, a Bari, Massimo Stano (Atl. Eden Exprivia Molfetta) sui 5 km ha fermato il cronometro a 21:27.75, mentre il triplista  Leonardo Pasqual Bruno (Italgest Salento Atl. Matino) si è imposto con 14,34 sul 14,17 di Dimitris Mouratidis (Atl. Edn Exprivia Molfetta). Nel disco progressi per Salvatore Acquaviva (Aden Exprivia Molfetta), al primato regionale con 51,14. A Reggio Calabria, Monia Cantarella (Naf Aranca) non ha avuto rivali nel peso (15,23) e nel disco, specialità in cui con 40,81 ha scritto il suo nome accanto alla nuova migliore prestazione regionale assoluta.  

Alessio Giovannini

Nella foto, l'allieva Alessia Trost in azione ai Tricolori Indoor di Ancona (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)




Condividi con
Seguici su: