Alla Cinque Mulini di Lebid Baldini solo 12.




 
Pronostici nel complesso rispettati alla 75. Cinque Mulini di corsa campestre disputata a San Vittore Olona. In campo maschile l'ucraino Sergei Lebid ha confermato le ottime impressioni dimostrate domenica scorsa, quando si è aggiudicato il cross di Lisbona. Sui sentieri lombardi il portacolori della Cover Mapei è tornato quello delle cinque vittorie al Campionato Europeo, dando scacco matto anche agli specialisti africani. Lebid ha usato la sua tattica preferita, tenendo sotto controllo la gara per piazzare il suo spunto finale che gli ha permesso di battere in una volata mozzafiato il keniano Robert Kipchumba, accreditato dello stesso tempo, mentre terzo è giunto il marocchino Jamel Chatbi, vera rivelazione della Cinque Mulini edizione 2007, staccato di 6 secondi. La gara odierna era molto attesa in chiave italiana come test per Stefano Baldini sulla strada che porta alla Maratona di Londra. Un esame che ha dato responsi all’emiliano sui quali riflettere: Baldini ha infatti chiuso 12. senza mai essere nel vivo della competizione. La desuetudine alla corsa campestre, che l’olimpionico di maratona non affrontava da due anni abbondanti, ha sicuramente avuto il suo peso: ora Baldini ripartirà domani per la Namibia per un secondo periodo di preparazione, la strada verso Londra è ancora lunga. Il miglior italiano alla fine è risultato un altro maratoneta, Ruggero Pertile (Assindustria) che ha chiuso al quinto posto a 38 secondi di ritardo da Lebid. Molto bene è andato anche Gianmarco Buttazzo (Esercito), terminato sesto davanti al campione d’Italia Gabriele De Nard (FF.GG.), mentre il campione europeo juniores Andrea Lalli (Atl.Campochiaro) è finito nono. Nella prova femminile altra tripletta straniera e vittiìoria per la rappresentante del Bahrein Maryam Jamal Yusuf, che ricordiamo lo scorso anno vincitrice dei 1500 metri in Coppa del Mondo. L’atleta asiatica ha preceduto di 8 secondi la marocchina Zhou El Kamch e di 27 la campionessa uscente, l’ungherese Aniko Kalovics. Prima delle italiane Fatna Maraoui (Cover Mapei) staccata di 1:02 e che con questa vittoria ipoteca il trionfo nel Grand Prix di cross, che in campo maschile vede consolidarsi la prima posizione di Pertile. La challenge italiana si chiuderà domenica prossima con i Campionati Italiani di Villalagarina, che avranno punteggio doppio. g.g. Nella foto: il vincitore Sergei Lebid (archivio Fidal) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI
- LA CLASSIFICA DEL GRAND PRIX DOPO 6 PROVE



Condividi con
Seguici su: