A Perugia la festa dell'Umbria

25 Gennaio 2016

Sul palco i campioni capitanati dalla Martinetti ma anche i giovanissimi e i master. Il 20-21 febbraio a Gubbio la Festa del Cross con l'assegnazione di tutti i titoli nazionali di corsa campestre.


 

L’atletica umbra è viva. E’ questa la fotografia della Festa dell’Atletica 2015 della FIDAL Umbria che, sabato 23 gennaio, ha visto salire sul palco della splendida sala dell’Auditorium della Figc a Perugia tutte le categorie del mondo dell’atletica a cominciare dai più piccoli, gli esordienti (dai 6 anni agli 11 anni), finendo con i master. Atletica a 360 gradi, non solo per l’età: dalla pista alla strada passando per i cross a conferma che il movimento in Umbria è più vivo che mai ("record di tesserati nel 2015 con una crescita del 25% superiore a tutte le altre regioni" come ha sottolineato il presidente Carlo Moscatelli). Insomma, una festa vera e propria. Senza dimenticare i risultati. Il clou della Festa dell’Atletica è stato infatti quando a salire sul podio sono stati i “magnifici sei” del 2015: Valeria Pedetti (oro ai campionati europei master nei 10 km di marcia), Paola Garinei (oro agli europei master nella mezzamaratona), Francesca Zafrani (bronzo al criterium nazionale cadetti nell’asta), Michele Mencarelli (bronzo ai campionati italiani junior nel martello), Eugeniu Ceban (due volte argento ai campionati italiani Promesse) e Costanza Martinetti (bronzo a squadre agli europei di cross Promesse e campionessa italiana nei 5000 metri Promesse).

Dai master ai cadetti, è questa la fotografia di un movimento in crescita che ha visto crescere anche gli azzurri in forza alle Fiamme Gialle Leonardo Capotosti e Giovanni Faloci. “E’ stata una stagione fantastica – ha spiegato Costanza Martinetti, la reginetta del mezzofondo umbro – culminata con la convocazione in nazionale e la medaglia agli europei di cross”. Ma ora lo sguardo è già al 2016 e alla Festa del Cross di Gubbio dove sarà una delle atlete più attese. Ha voglia di continuare a volare Eugeniu Ceban. “L’obiettivo è salire sempre più in alto (5.05 il suo primato, ndr)”. Lo stesso della cadetta Francesca Zafrani: “Paura? Un po’ ce ne è, ma poi si pensa solo a far bene”. Lei che è ancora cadetta sarà la punta di diamante al criterium nazionale di categoria anche nel 2016. Chi è salito di categoria è Michele Mencarelli, approdato fra le Promesse.

“Gereggerò con l’attrezzo più pesante e quindi sarei contento di raggiungere i 60 metri. Non sarà facile ma…”. Passione per l’atletica nella testa e nel cuore di Valeria Pedetti. “Mi sono avvicinata da ragazza a questo sport che ho ritrovato poi da grande. E ora voglio continuare a divertirmi”. E proprio “la voglia di divertirsi” e “di fare sport per stare bene finché sarà possibile” è alla base dei risultati di Paola Garinei, atleta che non smette mai di mettersi in gioco.

La Festa dell’Atletica si era aperta con le premiazioni dei più piccoli, i vincitori del Trofeo Arcobaleno. Quattro prove, Narni, Todi, Orvieto e Strozzacapponi, che hanno registrato un grande successo di partecipanti (300 per ogni prova) a conferma di una formula su cui il comitato regionale guidato dal presidente Moscatelli crede molto. Oltre ai ragazzi finiti sul podio sono stati premiati anche gli atleti che hanno preso parte a tutte le prove con buoni risultati ma senza salire sul podio.

Le emozioni sono continuate con le premiazioni delle società che si sono messi in evidenza nella stagione o per i risultati, come la Libertas Arcs Cus Perugia (settima nella finale nazionale Argento femminile su pista) e l’Athletic Terni (quarta con le donne e quinta con gli uomini ai campionati italiani di cross), o per l’organizzazione delle gare nazionali e internazionali. Movimento atletico che vive anche del fondamentale apporto dei dirigenti (riconoscimenti per Gianluca Mazzocchio e Vito Medi), dei tecnici (premiati Luigi Esposito, Giacomo Befani e Salvatore Turco) e quello dei giudici con due “veterani” Gianmario Prosperi e Giampiero Sambuco che hanno impreziosito la serata donando ai presenti la loro passione per l’atletica.

Leonardo Bordoni (CR FIDAL Umbria)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Pedretti, Garinei, Zafrani, Mencarelli, Ceban e Martinetti con il vicepresidente FIDAL Umbria Paolo Dini


Condividi con
Seguici su: