A Macerata edizione di lusso dei Societari




 
Ci saranno davvero tutti i big del mezzofondo, domenica a Macerata per i Societari di corsa campestre. Le uniche assenze sono dovute a infortuni, che ad esempio tengono fuori dalla mischia Stefano Baldini in via di ripresa dopo la peritendinite che lo ha fermato. Il centro marchigiano è chiamato a dare un primo quadro della situazione in un momento nel quale molti protagonisti sono chiamati a scegliere l’obiettivo, fra indoor, mondiali di corsa campestre (1-2 aprile a Fukuoka) ed Eurochallenge dei 10000 (metà aprile in Turchia). I responsabili di settore Danzi ed Endrizzi sono stati chiari in tal senso: inutile pensare di poter far tutto, bisogna scegliere un unico bersaglio. Scendendo nei particolari, le Fiamme Gialle presentano un’autentica corazzata, con Di Pardo, Vincenti, Scaini, Caliandro e Floriani nel cross corto e Gamba, Caimmi, De Nard, Gualdi e Maccagnan nel lungo. Difficile pensare che possa sfuggire il titolo ai finanzieri, ma sarà importante vedere il comportamento di ognuno proprio in funzione degli impegni futuri. Le Fiamme Gialle puntano a riconfermarsi nel corto e a riprendere il titolo nel lungo, vinto lo scorso anno dalla Cover Sportiva Mapei che quest’anno si affida soprattutto all’ucraino Matviychuk, chiamato a raccogliere l’eredità del connazionale Lebid. Con lui Carella, Liuzzo, Bernardini e Roppolo, tutti ragazzi da seguire con attenzione. I Carabinieri presentano nel lungo, oltre al tricolore Maurizio Leone, i tre moschettieri della maratona Bennici, Curzi e Goffi, la loro prestazione sarà una tappa nella preparazione della loro prova primaverile sui 42,195 km. Nel corto la squadra è agguerrita allo stesso modo, con Omar Rachedi, Villani, Obrist, Cesari e Crepaldi. Attenzione anche alla Forestale, con Carosi, il rientrante Berradi, Ruggiero e Vicari nel lungo. Tra gli altri potrebbero inserirsi nei piani alti della classifica Buttazzo e Meucci (Esercito/lungo), Bona. Montorio e Simionato (Aeronautica/lungo), Battocletti (Pro Patria/corto), Iannelli e Pegoretti (Fiamme Azzurre/corto). Venendo alle donne, la Cover punta a riconfermarsi nel lungo, sotto la guida della specialista ungherese Kalovics e delle azzurre Tisi e Maraoui. Sarà da vincere la concorrenza della Forestale, che schiererà al via insieme alle sorelle Andreucci la Toniolo, la Rota Gelpi e la Varrone. Attenzione anche alla Sv Sterzing, la squadra altoatesina con la Weissteiner, la Tschurtschenthaler e la Rungger, tutte date in ottime condizioni. Nel corto fari puntati sulla vincitrice dello scorso anno, l’ugandese Inzikuru tesserata per la Camelot e campionessa mondiale dei 3000 siepi. A squadre potrebbe essere l’Esercito a fare il colpo, con Barbara La Barbera, Dal Ri, Libertone, Certo e la specialista degli 800 Cusma Piccione. Il programma prevede l’inizio delle gare alle 10,15 con le allieve. Alle 15 l’ultima prova, il lungo maschile. Sabato, alla vigilia dei Tricolori, presso la sala convegni dell’Hotel Claudiani (in corso Matteotti nel centro storico) si svolgerà alle 18 un convegno su “L’importanza dell’attività di corsa campestre nella preparazione del giovane mezzofondista: analisi degli aspetti tecnici della specialità”, con relatori i due responsabili tecnici di settore Silvano Danzi e Pietro Endrizzi. g.g. Nella foto: l’arrivo dell’ucraino Lebid nel cross lungo dell’edizione 2005 (foto Omega/Fidal) File allegati:
- IL PROGRAMMA ORARIO
- L'ALBO D'ORO



Condividi con
Seguici su: