A Livorno convincono Schwazer e la Rigaudo




 
Il primo atto della seconda tappa dei Societari di marcia (domani ci sarà il raggruppamento Centro-Sud a Formia) regala sorrisi al settore azzurro: Alex Schwazer,il bronzo di Helsinki, inizia con una vittoria la sua stagione, quella che dovrà portarlo agli Europei di Goteborg. Nella prova sui 20 km in pista di Livorno, contraddistinta da un forte quanto fastidioso vento trasversale, il carabiniere altoatesino è rimasto guardingo per tre quarti di gara alle spalle del compagno di colori Lorenzo Civallero, per poi allungare imperiosamente negli ultimi 5 km e chiudere in 1h24:56, precedendo lo stesso Civallero (1h25:52) e Gian Luca Trombetti (Virtus Bologna/1h26:57). A fine gara Schwazer appariva piuttosto soddisfatto per questo test sulla via del primo appuntamento importante della stagione, costituito dalla Coppa del Mondo di La Coruna. Ma a regalare ottimismo ai responsabili tecnici sono state anche le prove degli altri, come il rientrante Alessandro Gandellini (FF.OO.), fermo per svariati mesi per infortunio, che ha chiuso al quarto posto in 1h27:42 e Diego Cafagna (Carabinieri), secondo nella 50 km di Palermo, che ha colto il quinto posto in 1h28:17. Nella prova femminile sui 10 km imperiosa prestazione di Elisa Rigaudo (FF.GG.), assolutamente solitaria per tutta la gara (troppa la differenza con le avversarie, essendo le storiche rivali della Forestale iscritte alla prova di Formia) eppure capace di chiudere a dispetto del vento in un notevole 44:31, un risultato quasi oltre le previsioni per gli stessi Sandro Damilano e Vittorio Visini, che hanno seguito con molta attenzione la sua prestazione. Secondo posto per Francesca Balloni (Jaky-Tech Apuana) staccata di quasi 5 minuti e finita davanti a Giuseppina Bottero (Cus Cagliari) uniche altre atlete in grado di scendere sotto i 50 minuti. Nelle altre categorie da segnalare lo scontato successo di Matteo Giupponi (Atl.Bergamo) nella prova juniores, dove però il compagno di colori Stefano Cattaneo gli ha dato filo da torcere più di quanto si pensava alla vigilia. Sorpresa invece fra le ragazze, dove Sabrina Trevisan (Atl.Bergamo) che era nettamente al comando è rimasta vittima proprio di un malore causato dal vento, venendo costretta al ritiro. Successo per Federica Ferraro (Universale Alba Docilia) in 50:20. Fra gli allievi (prima prova dei Societari, sui 5 km per le donne e 10 per gli uomini) successi per Federico Tontodonati (Cus Torino), molto valida la sua prova, in 44:19 e per Federica Barletta (N.Atl.Astro) in 24:44. g.g. Nella foto: ELisa Rigaudo (archivio Fidal) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su: