A Fortunato la marcia di Caracalla, Stano riparte

18 Aprile 2021

Nella terza prova dei Cds, vittoria nei 10.000 su pista a Roma per l’azzurro delle Fiamme Gialle, secondo il primatista italiano della 20 km al rientro dopo un anno e mezzo. Trapletti ok a Bergamo

 

Il duello tra Francesco Fortunato e Massimo Stano accende la terza prova dei Campionati di società di marcia allo stadio Martellini di Caracalla, a Roma. A un mese dagli Europei a squadre di Podebrady (Repubblica Ceca, 16 maggio), primo appuntamento internazionale della stagione dei marciatori, a imporsi nei 10.000 su pista è il portacolori delle Fiamme Gialle: Fortunato chiude in 39:42.7, seconda prestazione in carriera, restando al comando per larga parte dei dieci chilometri, con leggero vantaggio sul diretto rivale dal terzo km in poi (19:54 il passaggio ai 5000). Buono il rientro agonistico di Stano (Fiamme Oro) assente da un anno e mezzo: tra pandemia e problemi alla tibia sinistra, l’ultima uscita del primatista italiano della 20 km era stata ai Mondiali di Doha nell’ottobre 2019. La sua marcia verso le Olimpiadi di Tokyo riparte dal secondo posto con il crono di 39:52.2, in una prova nella quale non andava a caccia del tempo ma soprattutto delle sensazioni, in prospettiva Podebrady e Sapporo. Alle spalle dei due pugliesi, cresce l’under 23 Davide Finocchietti (Libertas Runners Livorno), già oro europeo U18 sulla distanza, autore di 41:05.8, e compie un balzo in avanti anche l’altro 2001 Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon, 41:14.9).

“È stato un buon test in ottica della 20 km di Podebrady - le parole di Fortunato, 26 anni - Nelle ultime quattro settimane ho ritrovato continuità negli allenamenti dopo diversi problemi fisici, quindi questa mattinata mi dà fiducia. Adesso altre quattro settimane per prepararci alla ‘Coppa’ e vediamo cosa succede”. Stano sorride: “Un buon rientro - commenta il 29enne - sia dal lato tecnico perché non ho ricevuto proposte di squalifica, sia per le sensazioni. Questa gara-test ha risvegliato l’animale che c’è dentro. Il tempo? Non ci ho pensato, mi aspettavo anche di andare più piano, intorno a 40:30. Sono soddisfatto così”. Tra le donne, ritorno vincente per Eleonora Dominici (Fiamme Gialle) che mancava dalle competizioni dal giugno 2019: 47:03.5 per la romana che due anni fa è stata capace di 1h30:35 nella 20 km, a distanziare il duo del Cus Macerata Anastasia Giulioni (50:13.1) e Giulia Miconi (51:13.8). Si fa notare l’allievo Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni), 43:47.1 sotto la pioggia battente del pomeriggio: oltre un minuto di progresso.

LE ALTRE SEDI - Brilla Valentina Trapletti al campo sportivo Putti di Bergamo. L’azzurra dell’Esercito si migliora nei 10.000 su pista con il crono di 43:20:38 (precedente 44:04.94 nel 2017) e conferma il buon momento di forma già evidenziato in marzo a Grottaglie nei tricolori della 20 km, quando ha mancato il PB per un solo secondo con 1h29:58, ottimo viatico per gli Europei a squadre di Podebrady. Il tempo di oggi della lombarda è al momento la seconda prestazione mondiale dell’anno. Sul podio altre due azzurre, con altrettanti primati personali: seconda Nicole Colombi (Carabinieri) scesa a 45:21.69, e torna a migliorarsi dopo sei anni Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con il terzo posto in 45:38.01. Quarta l’under 23 Sara Buglisi (Athletic Club 96 Alperia, 46:23.42 PB), quinta Lidia Barcella (Bracco Atletica, 46:25.42 PB). Al maschile, prima piazza per il marchigiano Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano) con il personale di 40:48.65 al termine di un’avvincente lotta a tre con Aldo Andrei (Valsugana Trentino, 40:51.69) e Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia, 40:59.97). È di Andrei, non ancora ventenne (li compirà a luglio), già argento europeo under 18, il balzo in avanti più sensibile con quasi tre minuti di progresso. Ritirato invece Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle). Il migliore tra gli junior è il 2003 Emiliano Brigante (Trieste Atletica) che fa ingresso nella top ten di sempre al decimo posto con 41:48.25. Ad Acquaviva delle Fonti (Bari) primi posti per Vito Di Bari (Atl. Virtus Lucca) in 43:48.49 e Maria Teresa Vulpis (Amatori Atl. Acquaviva, 54:56.53). Tra gli junior, in mostra Nicola Lomuscio (Amatori Atl. Acquaviva) con il personale di 43:57.08.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Risultati Roma
- Risultati Bergamo
- Risultati Acquaviva delle Fonti


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate