1° maggio: Lingua a 78,18, e tanta strada




 
Ancora una misura di grande rilievo per Marco Lingua (Fiamme Gialle). Il martellista piemontese ha ottenuto ieri a Terni, nel corso di una gara interregionale, un notevole 78,18, a poco più di 30 centimetri del limite A (78,50) fissato per la partecipazione ai Giochi Olimpici di Pechino. Si tratta - seppure in una fase ancora piuttosto "verde" dell'anno - della terza prestazione mondiale del 2008, in un elenco che vedeva Lingua già posizionato sul quarto gradino con il 77,87 del successo nella Coppa Europa di lanci (Spalato, 15 marzo). Ora, il lanciatore delle Fiamme Gialle è atteso al primo vero confronto internazionale in questa sua nuova dimensione: prenderà parte infatti al meeting di Osaka, in programma sabato 10 maggio. E' un buon momento per i lanciatori azzurri: alle ottime cose fatte proprio nella Coppa, va aggiunto anche il risultato - di cui non avevamo ancora dato conto - del discobolo altoatesino Hannes Kirchler (Carabinieri), capace di un buon 62,52 il 22 aprile a Formia (nella gara organizzata a fine raduno). Per Kirchler la misura - minimo "B" per due centimetri - vale una sorta di promozione virtuale a Pechino: l'azzurro era infatti già in possesso del minimo "A" 2007 (anche se, come noto, il Consiglio federale ha stabilito che non sarà solo il raggiungimento del minimo a determinare la convocazione olimpica). In giro per l'Italia qualche altro risultato. A Padova, nell'impianto del CUS (48esima edizione dei Ludi del Bo), esordio stagionale per lo sprinter Jacques Riparelli (Aeronautica), che ha scelto per l'apertura i 400 metri, corsi in un discreto in 48"54. Nell'alto la vicentina Elena Vallortigara (Novatletica Schio), terza ai Mondali Allievi della scorsa stagione, ha ottenuto 1,74 metri, mentre la campionessa italiana di prove multiple Elisa Trevisan (Fiamme Azzurre), ha fatto doppietta tra lungo e peso (5,79 e 13,28). A Oderzo (TV), vittorie per Silvia Weissteiner (Forestale) e Salvatore Vincenti (Fiame Gialle) nella tredicesima edizione del locale circuito internazionale; l'altoatesina ha avuto la meglio, sui 5,5 km del percorso, sulle maratonete Vincenza Sicari (Esercito), staccata di 26 secondi, e Gloria Marconi (Calcestruzzi Corradini Excelsior), finita a 34 secondi. Per il siciliano, sprint vincente sul keniano Tanui e sul carabiniere La Rosa. A Trecastagni (CT), nella 23esima edizione del classico "Trecastagni Star", vittoria del keniano Philemon Tanui (Atl. Gonnesa), davanti al connazionale Julius Too (Toscana Atletica) e a Rachid Berradi (Forestale); una distorsione rimediata a metà della prova ha messo fuori causa Giuliano Battocletti. A Teramo, nella 29sima edizione della Maratonina Pretuziana (poco meno di dieci chilometri di gara), dominio africano: vittoria della keniana Margareth Atudonyang, davanti alla connazionale Beatrice Jepchumba, e alla marocchina dell'Atletica Gran Sasso Teramo, Asmae Ghizlane. Marcella Mancini (Runner Team 99 Torino), quarta, è stata la prima delle italiane, davan ti alla giovanissima siepista Valerio Roffino (Runner Team 99 Torino). In campo maschile, netta affermazione del marocchino Issam Zaid; secondo posto, a distanza, per Fabio Cesari (Carabinieri), terzo per Doriano Bussolotti (Esercito). m.s. Nella foto, Marco Lingua in azzurro (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: