-2 mesi all'Europeo di San Giorgio su Legnano




 
Il conto non sarà esattissimo, ma, di fatto, giorno più o giorno meno, oggi mancano due mesi alla disputa del Campionato Europeo di cross SPAR di San Giorgio su Legnano. La tredicesima edizione della rassegna continentale andrà in scena in Italia (è la seconda volta dopo Ferrara 1998) il 10 dicembre prossimo, in coincidenza del cinquantesimo anniversario del "Campaccio", la classicissima lombarda della corsa nei prati che a San Giorgio (provincia nord di Milano) si svolge ininterrottamente dal 1956. I numeri delle pre iscrizioni parlano di una partecipazione molto elevata: ad oggi sono 28 i Paesi rappresentati (record eguagliato), per un totale di 585 delegati (atleti e membri delle rappresentative). A San Giorgio su Legnano opererà nell'occasione una task-force organizzativa davvero rilevante: oltre 250 persone, reclutate (anche tra gli studenti del posto) dalla Unione Sportiva Sangiorgese, che dal Comitato Organizzatore costituisce, con la FIDAL, il nucleo centrale. La RAI riprenderà la manifestazione con l'attenzione dedicata ai grandi eventi, e ne diffonderà le immagini in tutta Europa. Da un punto di vista tecnico, gli Europei vedranno l'esordio delle gare dedicate agli Under 23, che si affiancheranno a quelle per Junior (Under 20) ed Assoluti. E c'è da dire che, in termini numerici, la scelta è stata premiata dai paesi partecipanti, visto che il numero di iscritti a queste due prove, malgrado siano alla prima edizione, è pressocchè identico a quello delle altre. Nella storia della manifestazione, l'Italia è salita sul podio due sole volte, e sempre nella classifica a squadre maschile: a Ferrara, nel 1998, quando si impose, e a Heringsdorf (Germania), nel 2004, quando fu battuta dalla sola Francia. Le uniche altre due medaglie azzurre raccolte in dodici edizioni sono arrivate dagli Junior, anche in questo caso da intendersi al maschile: grazie a Stefano Scaini (unico alloro individuale di sempre) nell'edizione di Thun (Svizzera, 2001), e con la squadra a Pola (Croazia, 2002). Il precorso tecnico che verrà seguito per la composizione della squadra azzurra è stato definito dal Consiglio federale: in particolare, il Dt Nicola Silvaggi (coadiuvato dai responsabili di settore Silvano Danzi e Pierino Endrizzi) valuterà con attenzione le prestazioni degli atleti italiani nelle prime due tappe del Grand Prix FIDAL di specialità, in programma a Volpiano (Torino, 19 novembre) e Condino (Trento, 26 novembre). Nella foto, la mascotte ufficiale del XIII Campionato Europeo di cross SPAR File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: