2017: l'orizzonte dei giovani

04 Gennaio 2017

In corso a Formia e Grosseto i raduni under 20: convocati 103 tra allievi e juniores. Primo passo verso la nuova stagione.


 

di Alessio Giovannini

I giovani dell'atletica italiana sono già al lavoro. Dopo un 2016 in cui - tra pista, cross e corsa in montagna - hanno collezionato 18 medaglie e riscritto 67 primati di categoria, gli azzurrini si preparano alla nuova stagione. "Tra il Centro di Preparazione Olimpica di Formia e Grosseto - le parole del Direttore Tecnico allo Sviluppo, Stefano Baldini - abbiamo convocato 103 atleti under 20 per una settimana (dal 2 al 7 gennaio, ndr). A parte qualche defezione dell'ultimo momento dovuta all'influenza, la risposta è stata massiccia anche da parte dei tecnici personali che, come ormai consuetudine, sono coinvolti a pieno titolo nei raduni. E' un momento di confronto, monitoraggio, ma anche di programmazione in vista di un 2017 in cui ci attende l'impegno in casa con gli Europei under 20 di Grosseto (20-23 luglio, ndr)". Un percorso quello verso la rassegna continentale in cui non mancheranno importanti tappe intermedie: "Vogliamo arrivare a Grosseto al meglio. E' per questo che nei prossimi mesi abbiamo previsto anche una serie di attività specifiche come raduni di specialità. Punto di partenza per una prima verifica sarà il Brixia Meeting, ma l'intenzione è quella di rafforzare la presenza di gare giovanili anche negli altri meeting italiani". Spazio anche all'attività agonistica: "Si comincia subito con le indoor che, dopo le rassegne giovanili di categoria, culmineranno il 4 marzo con il tradizionale Triangolare U20 con Francia e Germania, quest'anno in programma ad Halle. Stiamo, inoltre, valutando l'opportunità di un'eventuale partecipazione a livello individuale o di squadra ai Mondiali di cross a Kampala (Uganda, 26 marzo, ndr)". Uno sguardo agli altri appuntamenti internazionali su pista all'aperto: "Per gli Allievi il 2017 è la stagione dei Mondiali U18 di Nairobi (12-16 luglio, ndr) per i quali prevediamo una spedizione molto concentrata, e dell'EYOF di Gyor in Ungheria (24-28 luglio) dove nel 2018 si disputeranno anche gli Europei under 18".

TORTU: "SGUARDO IN AVANTI!" - Ha finito il 2016 con la febbre, ma Filippo Tortu in questi giorni è regolarmente a Formia per il raduno federale. "L'influenza è passata e per fortuna sto già molto meglio - racconta il vicecampione mondiale junior dei 100 metri -. Qui sto svolgendo una serie di test di valutazione. Ho una gran voglia di gareggiare, ma sono focalizzato sulla stagione all'aperto". Niente indoor? "Magari solo un 60 di passaggio, senza particolari aspettative e giusto per rompere la monotonia degli allenamenti invernali. Su questa distanza ho un personale di 6.95 che risale al 2014, non sarebbe male ritoccarlo un po'...". Obiettivi per il recordman junior (10.19) e campione italiano assoluto dei 100 metri? "La mia gara principale resteranno i 100 metri, ma quest'anno voglio tornare a correre anche qualche 200. Sono curioso di mettermi alla prova sul mezzo giro di pista. In azzurro punto agli Europei U20 di Grosseto, ma onestamente faccio anche un pensierino ai Mondiali assoluti di Londra. L'esordio in Nazionale senior ad Amsterdam è stata una grandissima esperienza e misurarmi con un contesto internazionale di livello ancora superiore sarebbe esaltante. Anche con la staffetta 4x100". 18 anni, un piglio deciso, Filippo ha le idee chiare: "I risultati che ho fatto fino a questo momento sono importanti, ma devono essere solo un punto di partenza. Guardo avanti e per carattere sono abituato a girare in maniera positiva ogni tipo di pressione: non mi preoccupo mai troppo di chi ho di fianco, perché il primo pensiero deve essere quello su come devo correre io". Un ricordo del 2016 che porterai con te: "Non è una medaglia e nemmeno un record, ma un allenamento che da tempo volevo fare in Sardegna. E' la terra dove sono le radici della mia famiglia e c'è una spiaggia a Golfo Aranci dove mio padre Salvino, che è anche il mio coach, andava sempre da bambino. E' un posto speciale dove il mare per un centinaio di metri resta all'altezza delle caviglie e correrci significa letteralmente sfrecciare a pelo d'acqua. Una sensazione fantastica!".

OKI: "UNA MEDAGLIA, TANTA ENERGIA" - La medaglia d'oro vinta sui 100hs agli Europei under 18 di Tbilisi la tiene su una mensola nella sua cameretta. "Mi fa ancora un certo effetto - racconta l'ostacolista Desola "Desy" Oki che detiene anche svariate MPI di categoria sulle barriere - ripensare a quella vittoria. E quando stringo in mano quella medaglia tornano in mente un sacco di ricordi e cresce tanta determinazione per raggiungere i miei prossimi obiettivi. Soprattutto penso a qualche altra incursione nell'atletica senior: il quinto posto sui 60hs agli Assoluti indoor è stato una delle più belle soddisfazioni della passata stagione". Desola è nata in Italia, il 14 luglio del 1999, da genitori nigeriani, ma il suo accento è quello di Fidenza, la città dove vive anche l'altra azzurra Ayomide Folorunso. "Con Ayo abbiamo un bel feeling e, infatti, anche qui a Formia siamo in camera insieme. Lei ha approfittato di queste giornate per allenarsi seguita dal nostro tecnico Maurizio Pratizzoli. Tra noi tre c'è un rapporto molto diretto, parliamo sempre moltissimo". Il suo 2017 inizierà sotto il tetto: "Si parte a pieno regime dalla stagione indoor, poi all'aperto non solo ostacoli, ma anche qualche uscita sui 200 metri. Senza dimenticare l'impegno a scuola: frequento il liceo scientifico e ho quasi la media dell'8".

SIBILIO: "L'INIZIO DI UN SOGNO" - Nel 2016 sull'anello azzurro di Tbilisi si è messo al collo due medaglie. Entrambe del metallo più prezioso. Alessandro Sibilio è campione d'Europa under 18 sia nei 400hs che con la staffetta svedese. Quel 17 luglio in cui è successo tutto per il 17enne partenopeo è già una data indimenticabile: "Ogni mattina quando mi alzo, quelle due medaglie d'oro sono la prima cosa che ho davanti agli occhi. Le ho fatte incorniciare e lo ho appese sulla parete davanti al letto della mia stanza. Ma è solo un piccola parte del sogno che vorrei vivere grazie all'atletica". Come si realizza questo sogno? "Continuando ad allenarmi con la consapevolezza che ogni giorno c'è qualcosa da imparare. Qui a Formia sto lavorando sulla tecnica assistito da un mito come Fabrizio Mori: la velocità c'è, ma mi manca ancora un po' di aggressività nel passaggio degli ostacoli". Sibilio frequenta una delle classi più medagliate d'Italia: "Vado al liceo scientifico insieme ad Andrea Romani, argento europeo U18 degli 800 metri e oro come me con la staffetta. Ci siamo conosciuti sette anni fa su una pista di atletica e oggi siamo come fratelli seguiti dallo stesso coach, il prof. Gianpaolo Ciappa". Nel 2017 il passaggio tra gli juniores. "Ho già avuto l'opportunità di fare un'esperienza a livello internazionale come frazionista nella 4x400 ai Mondiali under 20 di Bydgoszcz. Un altro pianeta! Quest'anno punto a migliorarmi a partire dalle gare indoor sui 400 metri con qualche uscita anche sui 200. Poi si pensa agli Europei Juniores di Grosseto: giochiamo in casa e mi aspetto un tifo da stadio!".

Il raduno di Grosseto: i programmi di Andrea Romani, Simone Barontini, Carolina Visca, Marta Zenoni e Sydney Giampietro

RADUNI NAZIONALI GIOVANILI
2-7 gennaio 2017
ELENCO CONVOCATI:
- FORMIA (velocità, ostacoli, salti, prove multiple)
- GROSSETO (lanci, mezzofondo e marcia)

2017: GLI APPUNTAMENTI DEI GIOVANI
28-29 gennaio: Campionati italiani di prove multiple indoor, Padova
4-5 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor, Ancona
11-12 febbraio: Campionati italiani allievi indoor, Ancona
4 marzo: Incontro internazionale indoor e di lanci Germania-Francia-Italia, Halle (Germania)
11-12 marzo: Festa del Cross, Gubbio
26 marzo: Campionati Mondiali di corsa campestre, Kampala (Uganda)
27-28 maggio: Campionati italiani di prove multiple, Lana
4 giugno: Brixia Meeting, Bressanone
9-11 giugno: Campionati italiani juniores e promesse, Firenze
16-18 giugno: Campionati italiani allievi, Rieti
12-16 luglio: Campionati Mondiali U18, Nairobi (Kenya)
13-16 luglio: Campionati Europei U23, Bygdoszcz (Polonia)
20-23 luglio: Campionati Europei U20, Grosseto
24-28 luglio: Festival olimpico della gioventù europea (EYOF), Gyor (Ungheria)
30 settembre-1° ottobre: Campionati italiani di società allievi, Finale A, Vicenza

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Alessandro Sibilio, Filippo Tortu e Desola Oki (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: