Sempre più Iapichino: 6,39 nel lungo

21 Giugno 2019

La 16enne toscana si migliora in qualificazione, ai Campionati italiani allievi di Agropoli. Nei 2000 siepi Pizzamano fa il bis, vince Silli al maschile, Mihai tricolore della marcia femminile.


 

di Luca Cassai

Ai Campionati italiani allievi di Agropoli (Salerno), nella qualificazione del salto in lungo, firma il record personale Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon). La doppia figlia d’arte, di Gianni e Fiona May, atterra a 6,39 (+1.4) per un centimetro di progresso sul 6,38 dell’anno scorso che consolida il quarto posto nelle liste nazionali alltime di categoria, in vista della finale di domani mattina alle 11.40. Duello avvincente nei 2000 siepi: si conferma Maddalena Pizzamano (Atl. Firenze Marathon), 6:49.37 con un progresso personale di 14 secondi, davanti alla tricolore della campestre Katja Pattis (Sudtirol Team Club, 6:49.62), quarta e quinta allieva di sempre. Al maschile assolo del triestino Giovanni Silli (Atl. Malignani Libertas Udine) che si migliora fino a 5:54.50. Nei 5000 di marcia festeggia invece Alexandrina Mihai (Fondazione Bentegodi Verona, 24:37.10) in seguito alla squalifica di Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) che aveva tagliato per prima il traguardo, dopo una sosta in “penalty zone” e una rimonta all’ultimo giro. Assegnati oggi anche i titoli dei 100 metri, a Matteo Melluzzo (Milone Siracusa, 10.49) e Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati, 11.90). Domani la giornata più intensa, con 23 maglie tricolori in palio, per chiudere domenica con altri 14 campioni da proclamare. Nell'intero weekend la rassegna under 18 vedrà oltre 1500 presenze-gara tra i nati nel 2002 e 2003, considerando solo le prove individuali, ma diventano più di duemila se si aggiungono gli staffettisti. Il fine settimana dello stadio Guariglia sarà anche un banco di prova per i prossimi eventi internazionali: soprattutto il Festival olimpico della gioventù europea (Eyof) che dal 22 al 27 luglio si svolgerà a Baku, in Azerbaigian, ma per i migliori potrebbero aprirsi le porte degli Europei under 20 a Boras (Svezia, 18-21 luglio).

RISULTATI/Results - FOTO/PhotosORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News

CRESCE LARISSA - Per qualificarsi alla finale, nel lungo allieve, basterebbe un salto a 5,75. Ma le condizioni sono quelle giuste e allora Larissa Iapichino apre il suo weekend di gare con un record personale: 6,39 e vento entro la norma (+1.4), un centimetro in più del risultato vincente nella scorsa edizione di Rieti. Domani mattina la toscana dell’Atletica Firenze Marathon tornerà in pedana (finale alle ore 11.40), poi domenica l’impegno sui 100 ostacoli.

VIDEO | AGROPOLI: LARISSA IAPICHINO 6,39 NEL LUNGO

SIEPI: PIZZAMANO-BIS, SILLI CAMPIONE - Mai dare per vinta la fiorentina Maddalena Pizzamano, quando c’è un titolo italiano in palio. Ad Agropoli partiva da campionessa in carica dei 2000 siepi, ma la favorita stavolta poteva essere Katja Pattis, leader stagionale con il 6:52.79 del Brixia Meeting. L’altoatesina detta il ritmo, però la toscana rimane in contatto e all’ultimo giro sono in due davanti. Sull’ultima riviera la portacolori dell’Atletica Firenze Marathon piazza il sorpasso, approfittando anche di un’incertezza dell’avversaria, e si invola verso il secondo successo di fila. Demolito il personale (7:03.56 della scorsa edizione a Rieti) con 6:49.37 ma anche la mezzofondista del Sudtirol Team Club, che aveva trionfato alla Festa del Cross, coglie un risultato da piani alti nella lista italiana under 18 alltime, 6:49.62. Adesso sono quarta e quinta di sempre. Al terzo posto Chiara Facchin (Gs La Piave 2000), che per un soffio riesce ad abbattere la barriera dei 7 minuti in 6:59.99. Tra gli allievi è il giorno di Giovanni Silli: dopo il terzo posto nei 1500 indoor di Ancona, oggi il triestino che gareggia per l’Atletica Malignani Libertas Udine sale sul gradino più alto del podio con una gara di testa, dieci secondi di miglioramento personale (5:54.50) e altrettanti di vantaggio sul gruppo degli inseguitori. Gran volata alle sue spalle: Raffaele Augimeri (Atl. Aden Exprivia Molfetta, 6:04.04) su Cesare Caiani (Atl. Brugnera Friulintagli, 6:04.30) e Massimiliano Berti (Valchiese, 6:04.81).

VIDEO | AGROPOLI: L'ARRIVO DEI 2000 SIEPI

VIDEO | 2000 SIEPI: MADDALENA PIZZAMANO E KATJA PATTIS

MARCIA THRILLER - La vittoria nei 5000 di marcia sembra saldamente in mano a Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), però a 500 metri dal traguardo la tricolore indoor viene fermata dai giudici per una sosta nella “penalty zone”. Passa quindi in testa Alexandrina Mihai, ma subisce la rabbiosa rimonta della lombarda che dopo lo “stop and go” torna al comando e finisce davanti. Arriva poi il quarto richiamo, che costa la squalifica. Titolo italiano per la marciatrice della Fondazione Bentegodi Verona in 24:37.10, sul podio insieme ad Alessia Titone (Safatletica Piemonte, 25:28.29) e Maria Clelia Saccardo (Atl. Vicentina, 25:32.08).

DECATHLON - Il weekend tricolore scatta con gli specialisti delle prove multiple. Al via anche il duello per il titolo tra il campione e recordman del pentathlon indoor Lorenzo Pezzolato (Fiamme Oro Padova), al primo decathlon della stagione, e il vincitore dell’anno scorso Alessandro Sion (Safatletica Piemonte). Nei 100 metri Pezzolato firma subito il personal best sui 100 in 11.51 (+2.0) e poi nel lungo salta 6,80 ventoso (+2.8), quindi 12,91 nel peso. Il torinese Sion manca di un’inezia il suo limite nei 100 con 11.76 (+1.6) e anche nel lungo (6,68/+2.5), proseguendo con un lancio a 13,33, poi nell’alto 1,89 per entrambi. Colpo di scena nei 400 metri: dopo pochi passi si ferma Pezzolato e via libera per Sion, che si migliora con 54.42 sul giro di pista e a metà del decathlon svetta a quota 3452 davanti a Yoro Menghi (Nuova Pol. Consolini, 3286) e Tino Ferrighetto (Gs La Piave 2000), terzo con 3247.

EPTATHLON - Al giro di boa della prova multipla femminile, dopo 4 gare, c’è Greta Brugnolo in cima alla classifica con 3045 punti. La veneziana dell’Atletica Riviera del Brenta, al primo anno di categoria, demolisce i suoi limiti nelle gare di corsa: 14.48 (+1.4) sui 100 ostacoli e 25.81 (+0.4) nei 200 metri, invece li sfiora sulle pedane con 1,62 nell’alto e 10,46 nel peso. Per il secondo posto, nell’ultima prova di giornata fa un balzo in avanti Giorgia Marcomin (Osa Saronno Libertas, 2949) scavalcando l’altra lombarda Andrea Chiara Pozzi (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 2877).

PRIMI TURNI IN PISTA - È di Federica Tozzi (Fiamme Gialle Simoni) il miglior tempo nelle batterie dei 400 ostacoli. La sorella della mezzofondista Martina, con il personale di 1:01.85, guida per il momento il lotto delle pretendenti al podio. Al maschile buona impressione del leader stagionale Lorenzo Frivoli (Atl. Vicentina, 53.97) che è l’unico sotto i 54 secondi. Nessuna particolare sorpresa negli 800 allieve: crono top di giornata per Laura Renna (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), classe 2003, con il PB di 2:13.49. Cavalcata solitaria tra gli allievi di Niccolò Galimi (Atl. Malignani Libertas Udine), campione dei 1500 indoor, che scende a 1:54.01 e si candida per un altro successo tricolore.

DALLE PEDANE - Nelle qualificazioni del martello, se per la protagonista stagionale Rachele Mori (Atl. Livorno) è una pura formalità il lancio a 62,61, arriva invece la prima volta oltre i 60 metri di Ilaria Marasso (Trionfo Ligure) con 60,35. Tutti i big avanti senza problemi nel giavellotto: il campione in carica Giovanni Frattini (Nuova Pol. Consolini) si trova al comando nel turno di qualificazione con 64,50 alla vigilia di una finale che preannuncia spettacolo (domani alle ore 17.00). Al femminile leadership provvisoria per la capolista dell’anno Milena Busi (Atl. Brugnera Friulintagli, 45,04), invece nel martello allievi Luca Ballabio (Atl. Mariano Comense), che sulla carta è il terzo incomodo, trova il lancio più lungo con 65,23. Nell’alto un’incertezza di Idea Pieroni (Atl. Virtus Cr Lucca) alla quota di ingresso di 1,61, saltata alla seconda prova, poi nessun problema a 1,64. Il lunghista Luca Mondini (Atl. I Gonzaga 2011) mette nel mirino i 7 metri con 6,99 (+1.4) e nell’asta Matteo Oliveri (Us Maurina Olio Carli) è l’unico che entra in gara a 4,05 superando la misura.

DIRETTA STREAMING - Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle tre giornate di gare, da venerdì 21 a domenica 23 giugno, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

SOCIAL NETWORK - Partecipate con noi al racconto dei Campionati italiani allievi di Agropoli seguendo gli aggiornamenti LIVE attraverso i nostri canali social Instagram: @atleticaitaliana, Twitter: @atleticaitalia e Facebook: www.facebook.com/fidal.it. Sostenete i vostri atleti preferiti, condividete foto e pensieri utilizzando gli hashtag #atletica #Allievi2019.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: