Murcia, Rubino 1h22:55 nella 20km

17 Maggio 2015

Si conclude in Spagna la Coppa Europa di marcia: undicesimo posto per Rubino e settimi gli azzurri. Noemi Stella ai piedi del podio junior


 

L'undicesima edizione della Coppa Europa di marcia, svoltasi oggi a Murcia, in Spagna, si chiude come previsto con l’apoteosi del beniamino di casa Miguel Angel Lopez, campione europeo in carica della 20 chilometri. Il 26enne vince in 1h19:52, approfittando anche della squalifica dopo la metà gara dello sfidante più accreditato, il russo Aleksandr Ivanov. Secondo è Matej Toth in 1h20:21 e la medaglia di bronzo finisce al collo di Yohann Diniz in 1h20:37. Giorgio Rubino mette insieme una prima parte di gara cauta e una seconda da combattente: è undicesimo in 1h22:55. 29esimo posto in 1h27:04 per Francesco Fortunato seguito al 31esimo da Leonardo Dei Tos (in 1h27:34), 33esimo in 1h28:17 per Michele Antonelli. Nella classifica a squadre gli azzurri restano lontani dalla zona podio, settimi con 71 punti. L'oro va al collo, ed è la prima volta nella storia della rassegna, dei tedeschi grazie alle prestazioni di Christopher Linke (7°/1h22:06), Hagen Pohle (12°/1h23:07) e Carl Dohmann (13°/1h23:16). Russia e Ucraina nei posti d'onore, la Spagna resta giù dal podio per team. Bronzo anche per le juniores, con Noemi Stella quarta in 47:19 ed Eleonora Dominici ottava in 48:46.

LA GARA - L’iniziale tentativo di assolo di Yohann Diniz è labile. Il francese attuale primatista mondiale della 50 chilometri (di cui e tre volte campione europeo) avanza subito di qualche decina di metri, ma alla quinta boa il margine già comincia a ridursi: 19:55 per lui, 19:59 per il beniamino del pubblico Miguel Angel Lopez, 20:02 per Aleksandr Ivanov e Denis Strelkov. Giorgio Rubino sceglie, come annunciato, la cautela: 20:15 e una posizione nei primi quindici. Più indietro Leonardo Dei Tos (20:58) e Francesco Fortunato (21:22). Ivanov e Lopez prendono l’iniziativa prima della metà gara (39:52), quando Diniz si lascia scorrere indietro, a una decina di metri dallo sloveno Matej Toth.

La squalifica di Ivanov apre spazi imprevisti per il podio, ma la vittoria di Miguel Angel Lopez non è mai in discussione. Il beniamino di casa si invola sino al traguardo in 1h19:52, lasciando nel ruolo di valletti Matej Toth (1h20:21) e Yohann Diniz (1h20:37) con il bielorusso Dzianis Simanovich quarto in 1h21:11.Giorgio Rubino raccoglie diversi avversari nell’ultimo quarto di gara, sfoderando la tempra dei vecchi tempi. Il crono rispecchia una condizione ancora non al top, 1h22:55.

10KM JUNIOR FEMMINILE - Noemi Stella è junior da qualche mese eppure nella categoria ha già partecipato alla Coppa Europa due anni fa, nell’edizione 2013 di Dudince (Slovacchia) che ancora da allieva la vide sesta in 48:36. Oggi al bronzo ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino il podio sfugge per undici secondi: è quarta in 47:19, non riuscendo ad agganciare negli ultimi chilometri la spagnola Maria Perez, bronzo in 47:08. Al primo e secondo posto ci sono Klavdiya Afanasyeva e Mariya Losinova rispettivamente in 45:55 e 46:11, mentre la terza russa, Olga Shargina, viene squalificata a qualche chilometro dal traguardo. Eleonora Dominici è ottava in 48:46, Giada Ciabini 16esima con il nuovo primato personale di 50:38.  Le azzurrine festeggiano il terzo posto alle spalle di Russia e Spagna.

10KM JUNIOR MASCHILE - La gara under20 è una festa per i padroni di casa spagnoli, che si prendono oro e bronzo, issandosi ovviamente anche in cima al podio a squadre. Autori dell’impresa sono Diego Garcia, il migliore oggi con 40:38 e Pablo Oliva, terzo con 41:19. L’unico a inserirsi nella sinfonia giallorossa è il francese Jean Blancheteau, che con 41:11 timbra anche il PB. Gli azzurrini si comportano bene: Gregorio Angelini si migliora di netto fino al 42:42 che gli vale l’undicesimo posto, così come Gianluca Picchiottino 16esimo con 43:26.

Sarebbe personale anche per Stefano Chiesa, se due cartellini rossi non lo costringessero a una frenata nei chilometri finali: per lui 45:53. Spagna (4 punti), Francia (11) e Germania (17) salgono sul podio, l’Italia, che nell’ultima edizione fu seconda, si accontenta del quinto posto (27).

Anna Chiara Spigarolo

STREAMING - RISULTATI/Results ORARIO/Timetable - LA SQUADRA ITALIANA - TUTTE LE NEWS

 

COPPA EUROPA DI MARCIA
Murcia (Spagna), 17 Maggio 2015

RISULTATI – UOMINI - 20km:  1. López (Esp) 1h19:52; 2. Tóth (Svk) 1h20:21; 3. Diniz (Fra) 1h20:37; 11.RUBINO 1h22:55; 29. FORTUNATO 1h27:04; 31. DEI TOS 1h27:34; 33. ANTONELLI 1h28:17. CLASSIFICA A SQUADRE: 1. Germania (32); 2. Russia (35); 3. Ucraina (37); 7. ITALIA (71). 50km: 1. Ryzhov (Rus) 3h43:32, 2. Noskov (Rus) 3h43:57; 3. DE LUCA 3h46:21; 8. CAPORASO 3h51:44; 12. TONTODONATI 3h56:09; 17. DESSI 4h02:45. CLASSIFICA A SQUADRE: 1. Russia (8); 2. ITALIA (23), 3. Ucraina (23).10km JUNIORES: 1. García (Esp) 40:38; 2. Blancheteau (Fra) 41:11; 3. Oliva (Esp) 41:19; 11. ANGELINI 42:42; 16.PICCHIOTTINO 43:26; 34. CHIESA 45:53. CLASSIFICA A SQUADRE: 1. Spagna (4); 2. Francia (11); 3. Germania (17); 5. ITALIA (27).

DONNE- 20km DONNE: 1. Alembekova (Rus) 1h26:15; 2. GIORGI 1h26:17; 3. VASILYEVA (Rus) 1h26:31, 8. RIGAUDO 1h28:01; 20. TRAPLETTI 1h32:08; 35. FERRARO 1h39:54. CLASSIFICA A SQUADRE: 1. Russia (9), 2. ITALIA (30), 3. Portogallo (38).10km  JUNIORES: 1. Afanasyeva (Rus) 45:55; 2. Losinova (Rus) 46:11; 3. Pérez (Esp) 47:08; 4. STELLA 47:19; 8. DOMINICI 48:46; 16. CIABINI 50:38. CLASSIFICA A SQUADRE: 1. Russia (3); 2. Spagna (9); 3. ITALIA (12).



Condividi con
Seguici su: