Indoor e lanci, l'Italia sfida Francia e Germania

25 Febbraio 2016

Sabato 27 febbraio tra Caorle (VE) e Padova si svolge il triangolare indoor under20 e quello di lanci lunghi junior e promesse. 72 i convocati in maglia azzurra. 


 

di Raul Leoni

Da dieci anni è un classico del calendario: il triangolare giovanile indoor e lanci invernali tra Italia, Germania e Francia – ospitato a rotazione dai Paesi partecipanti – ritorna in Italia e per la prima volta la sede sarà quella del Palaindoor di Padova (mentre i lanciatori – in pedana due U20 e un U23 per squadra - gareggeranno al “Chiggiato” di Caorle). La formazione decisa per l’incontro di sabato 27 febbraio dal Direttore Tecnico del settore giovanile Stefano Baldini, e completata dalle convocazioni del Commissario Tecnico Massimo Magnani per i lanci “promesse”, è una miscela di ragazzi già esperti di manifestazioni internazionali e di debuttanti assoluti: le punte di diamante sono le medaglie mondiali di Cali, l’oro dell’alto Stefano Sottile e il bronzo degli 800 Marta Zenoni (nell’occasione al via sui 1500). Ma un campione iridato dell’ultima edizione allievi è presente anche nella Germania: nel giavellotto ci sarà Niklas Kaul, in Colombia oro nel decathlon prima dell’argento in pedana nelle vesti di lanciatore. Come la Francia, gli azzurri vedranno in gara anche due ragazze nate nel 2000: si tratta dell’oro nell’Eyof, la giavellottista romana Carolina Visca, e della primatista dei 300m cadette Elisabetta Vandi, inserita nel gruppo della staffetta. Nella squadra transalpina, due medagliati degli Europei juniores di Eskilstuna: l’argento dell’alto Nawal Meniker (1.88 di PB) ed il bronzo della staffetta veloce Amaury Golitin, al via dei 60m, mentre lo squadrone tedesco dei lanci schiera anche la campionessa europea del disco juniores Claudine Vita, al suo esordio tra le promesse. Qualche assenza di rilievo per noi, inevitabile in questo momento della stagione: l’Italia dovrà rinunciare in particolare all’argento del triplo di Eskilstuna, Tobia Bocchi, e al bronzo olimpico giovanile della marcia Noemi Stella. Servirà compattezza per sostenere l’urto di due corazzate come Francia e Germania, movimenti che storicamente guidano l’atletica continentale: e che, soprattutto, possono disporre di impianti indoor e di un’attività invernale quasi equivalente a quella all’aperto.

Un vantaggio non da poco: tanto che, nei dieci precedenti specifici, una sola volta gli azzurrini sono stati capaci di sovvertire il pronostico, primeggiando nella classifica maschile ad Ancona nel 2010.

ORARIO/Timetable - LA SQUADRA ITALIANA - ISCRITTI/Entries

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

I PRECEDENTI JUNIORES INDOOR CON FRANCIA E GERMANIA (dal 2006 triangolare U20)

MASCHILI
Parigi 1981 – FRA-ITA 71-50
Genova 1982 – ITA-FRA 63-58
Vittel 1983 – ITA-FRA 72-60
Firenze 1985 – ITA-FRA 83-60
Ancona 1988 – ITA-GER 78-60
Firenze 1989 – ITA-FRA 76-56
Firenze 1989 – ITA-GER 61-60
Hanau 1990 – GER-ITA 79-57
Hanau 1990 – ITA-FRA 63-62
Verona 1991 (4N) – GER 124, ITA 78
Firenze 1995 – ITA-FRA 59-58
Lievin 1996 (4N) – GER 130, FRA 106.5, ITA 79.5
Nogent-sur-Oise 1999 (4N) – FRA 133, GER 124, ITA 85
Vittel 2001 (4N) – GER 154, FRA 135, ITA 103
Ancona 2006 – GER 106, ITA 76, FRA 74
Vittel 2007 – GER 84, FRA 82, ITA 75
Halle 2008 – GER 112, FRA 78, ITA 75
Metz 2009 – GER 104, FRA 94, ITA 57
Ancona 2010 – ITA 100, GER 83, FRA 71
Amburgo 2011 – GER 91, FRA 90, ITA 76
Val-de-Reuil 2012 – GER 103, FRA 100, ITA 72
Ancona 2013 – GER 94, FRA 89.5, ITA 89.5
Halle 2014 – GER 99, FRA 83, ITA 75
Lione 2015 – GER 99, FRA 87.5, ITA 84.5

FEMMINILI
Parigi 1981 – FRA-ITA 53-35
Genova 1982 – FRA-ITA 47-41
Vittel 1983 – FRA-ITA 47-41
Firenze 1985 – FRA-ITA 51-47
Ancona 1988 – GER-ITA 59-47
Firenze 1989 – FRA-ITA 49-46
Firenze 1989 – GER-ITA 45-42
Hanau 1990 – ITA-GER 59-55
Hanau 1990 – FRA-ITA 52.5-50.5
Verona 1991 (4N) – GER 106, ITA 100
Firenze 1995 – FRA-ITA 71-35
Lievin 1996 (4N) – GER 146, FRA 109, ITA 75
Nogent-sur-Oise 1999 (4N) – GER 150, ITA 129, FRA 92
Vittel 2001 (4N) – GER 166, FRA 135, ITA 112.5
Ancona 2006 – GER 108, FRA 86.5, ITA 62.5
Vittel 2007 – FRA 92, GER 88, ITA 63
Halle 2008 – GER 112, FRA 88, ITA 66
Metz 2009 – GER 110, FRA 70, ITA 58
Ancona 2010 – GER 112, FRA 73, ITA 69
Amburgo 2011 – GER 120, FRA 73, ITA 71
Val-de-Reuil 2012 – GER 114, ITA 87, FRA 75
Ancona 2013 – GER 106.5, ITA 88, FRA 83.5
Halle 2014 – GER 99, FRA 99, ITA 64
Lione 2015 – GER 102.5, ITA 86.5, FRA 85

I PRECEDENTI CON FRANCIA E GERMANIA NEI “LANCI LUNGHI” (formula U20+U23)

Tolosa 2006* – (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA
Murcia 2007* - (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA
Halle 2008* - (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA
Venissieux 2009* - (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA
Ascoli Piceno 2010 – (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA
Amburgo 2011* - (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA
Val-de-Reuil 2012* - (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA
Ancona 2013 – (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA
Halle 2014 – (M) GER-FRA-ITA, (F) GER-ITA-FRA
Venissieux 2015 – (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA

(*) quadrangolare con la Spagna 


Stefano Sottile (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: