EYOF: argento Filpi, bronzo De Angelis

26 Luglio 2017

Altri due podi a Gyor: l'ostacolista campano secondo (14.21 sui 110hs) e il romano terzo in una bella gara di asta (eguagliato il personale a 4.90). In finale Bertoldo (400hs), Benati e Cavalleri (200).


 

di Raul Leoni

Dopo il bronzo del velocista Sancin, è la volta di Giuseppe Filpi scalare il podio dell’Eyof di Gyor per ricevere la medaglia d’argento sui 110hs. Il campano di Novi Velia, attivo ad Agropoli con il tecnico Angelo Palmieri, è secondo in 14.21 (-0.8), alle spalle dell’olandese Sven Jansons (13.87) e davanti al finnico Eero Hirvinen (14.29). Fuori dal podio il francese Kenny Fletcher, al via col miglior tempo in semifinale, che perde il ritmo al quinto ostacolo ed è costretto al ritiro.

La terza medaglia, un altro bronzo, arriva in chiusura di giornata: nel salto con l’asta il romano Ivan De Angelis eguaglia il PB con 4.90 alla prima e riesce ad inserirsi in una gran gara che vede protagonisti per l’oro il norvegese Pal Haugen (5.00) e il finlandese Marcus Kytola (4.95). Per il campione italiano, allenato a Ostia dall'ex azzurro Emanuel Margesin, un solo errore nella progressione (4.70) e poi un vano assalto al primo 5.00 della carriera.

VIDEO | GIUSEPPE FILPI ARGENTO SUI 110HS ALL'EYOF DI GYOR 2017

In apertura di pomeriggio, con le batterie corse sotto la pioggia, avevano iniziato il loro percorso sui 200 metri Lorenzo Benati e Noemi Cavalleri: entrambi molto determinati nel doppio turno eliminatorio in programma oggi, approdano alla finale in programma domani (27 luglio). Il cadetto romano è secondo in batteria (22.35/+2.0) dietro l’oro dei 100 Aurelien Larue e in semifinale è solo 3/100 sopra la sua MPI cadetti correndo in 22.01/-0.3 (nella prima semifinale vinta dal norvegese Skogheim, il più veloce del turno, con 21.75). Altrettanto brava la collega lombarda: Noemi, con 24.50 di partenza, stabilisce due volte il PB, prima in batteria con 24.49 (+1.0) e poi in semifinale con 24.36 (+0.3). Si corre davvero forte, a cominciare dall’olandese Zoe Sedney, 24.05, che approda da leader sui blocchi della finale.

Merita l’accesso in finale, vincendo la sua batteria dei 400hs in 54.42, anche il veneto Michele Bertoldo. Un po’ sfortunata sui 400 piani Eleonora Foudraz, che nonostante il progresso personale con 56.88, non riesce ad accedere alla gara per le medaglie: la ragazza valdostana è quarta nella semifinale più forte, vinta tra gli applausi della tribuna dall’ungherese Janka Molnar (55.52).

Il debutto internazionale manda invece in confusione Veronica Zanon: bastava una misura assolutamente normale per l’azzurra e l’accesso alla finale del triplo sarebbe arrivato. Invece la veneta sbaglia tutte e tre le rincorse, tre nulli abbastanza banali e per lei non c’è classifica.

Nota a margine: una nota d’azzurro anche nella vittoria della francese Alessia Zarbo (oro nei 3000 in 9:33.12), perché la ragazza di Antibes ha la doppia cittadinanza e ha più volte gareggiato nei campionati italiani cadetti, in pista e nel cross.

PROGRAMMA DELLA QUARTA GIORNATA
Giovedì 27 luglio

10:00 G Q Giavellotto A  
10:10 B Q Triplo AB Davide Favro
10:50 G Q Alto AB Rebecca Pavan
10:55 G R1 1500m Sophia Favalli
11:10 G Q Giavellotto B Federica Botter
15:00 G F Disco  Diletta Fortuna
15:10 G R1 400m ostacoli Emma Silvestri
15:45 B F 400m ostacoli Michele Bertoldo
16:05 B F Alto  
16:15 G F 200m Noemi Cavalleri
16:35 B F 200m Lorenzo Benati
16:40 B F Peso Carmelo Musci
17:05 G F 400m  
17:10 B F Martello  
17:25 B F 3000m Francesco Guerra

 

RISULTATI/Results - STREAMING - TUTTE LE NOTIZIE/News - LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team - LE SCHEDE DEGLI AZZURRI - LE LISTE ALLTIME U18

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Il podio dell'asta con Ivan De Angelis


Condividi con
Seguici su: