Consiglio, i criteri per gli Europei di Parigi

20 Dicembre 2019

La Torre: "Dai 38 convocati di Rio ai 65 (o anche oltre) in corsa per i Giochi di Tokyo". Delega al presidente per la sede del Golden Gala, approvato il bilancio di previsione 2020


 

La riunione del Consiglio federale svoltasi quest’oggi a Roma, l’ultima del 2019, è stata aperta dal Presidente Alfio Giomi con un ricordo di coloro che, protagonisti in vita delle vicende dell’Atletica Italiana, sono scomparsi in queste ultime settimane: Elio Locatelli, Enrico Spinozzi, e poche ore fa, Nanda Ferrucci. A loro, si è aggiunto il ricordo di Bruno Cacchi, a cui il 3 dicembre scorso è stata intitolata a Catania la palestra del Liceo Archimede.

Particolarmente ricca, come tradizione nell’ultima seduta dell’anno, la fase deliberativa. La scelta relativa alla sede del Golden Gala Pietro Mennea del prossimo anno, resasi necessaria a causa dell’indisponibilità dello Stadio Olimpico di Roma, è stata delegata al presidente, vista la necessità di raccogliere ulteriori elementi e di trovare una soluzione quanto più celere possibile. Come già affermato la scorsa settimana, si stanno valutando soluzioni alternative a quella dell’Arena di Milano, in un primo tempo identificata per lo svolgimento dell’evento del 28 maggio prossimo.

La relazione del Direttore tecnico Antonio La Torre è stata incentrata sull’analisi della stagione, oltre che su una serie di valutazioni rispetto all’ormai imminente stagione olimpica (link al documento completo). Emerge, in particolare, un dato rispetto ai Giochi Olimpici di Tokyo: se a Londra 2012 la selezione azzurra fu composta da 39 atleti, e quattro anni più tardi, a Rio, uomini e donne con il tricolore sul petto furono 38, ad oggi – indipendentemente dal processo di convocazione, tutto ancora da compiersi – sono ben 65 gli atleti che potrebbero volare in Giappone.

Definiti anche i criteri di partecipazione alle seguenti manifestazioni:

Il Consiglio ha ratificato la delibera del presidente relativa ai maggiori contributi per le associazioni sportive affiliate (dettagli nel testo visualizzabile a questo link). Il complesso delle risorse direttamente destinate alle società nel corso del 2019 sale a oltre 1,2 milioni di euro; con i circa 800.000 euro di trasferimenti operati dai Comitati regionali sui rispettivi territori, il totale è superiore ai 2 milioni.

Approvata la terza variazione al preventivo 2019, per 1,1 milioni di euro (circa 650.000 dei quali di maggiori entrate, il residuo da minori costi). Via libera anche al preventivo economico per l’esercizio 2020, il cui valore complessivo si attesta ad euro 27.756.681,11.

Definite anche le restanti sedi dei campionati federali 2020. Tra queste, a Grosseto il 26 gennaio la prima prova del Cds di marcia con i Tricolori juniores della 20 km, a Lucca il 7-8 marzo i Tricolori di lanci invernali, a Bergamo il 1° marzo i Tricolori assoluti e promesse della 20 km e della 50 km di marcia, sempre a Bergamo la finale nazionale dei Societari under 23 su pista il 12-13 settembre, a Grottammare (Ascoli Piceno) l’ultima prova del Cds di marcia che assegna anche il titolo italiano allievi della 10 km (il quadro completo visualizzabile a questo link).

Rinnovato per il 2020 l’impegno nei confronti degli studenti-atleti: il progetto “Allenamente” distribuirà, a coloro che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti (tra questi, il principale è l’aver conseguito tra il primo novembre 2019 e il 31 ottobre 2020 24 CFU) borse di studio da 500 euro. In chiusura, i componenti il Consiglio dei Giovani hanno illustrato il complesso delle loro attività 2019, sia in ambito nazionale che internazionale.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate