Valencia: la carica degli under 23 azzurri

17 Gennaio 2023

Domenica in Spagna i Campionati del Mediterraneo U23 indoor. Tutti i protagonisti del team italiano. Primi salti per Larissa Iapichino e debutto per Benati. DIRETTA STREAMING

 

Gennaio, ed è subito azzurro. Domenica a Valencia va in scena il primo impegno della Nazionale per il 2023: il rinnovato e suggestivo velodromo Lluís Puig ospita la seconda edizione dei Campionati del Mediterraneo U23 indoor. Sono 14 gli azzurri che tra venerdì e sabato raggiungeranno la città spagnola, uno in meno rispetto ai convocati ufficializzati la scorsa settimana, a causa della cancellazione della gara del peso femminile per mancato raggiungimento del numero minimo di iscrizioni: non parteciperà, dunque, la pugliese Anna Musci (Alteratletica Locorotondo). Al via sedici nazioni che affacciano sul Mediterraneo, con Spagna e Francia tra i Paesi più rappresentati e gare che si svolgeranno per la maggior parte tra le ore 16 e le 19, e un’anteprima mattutina con le batterie dei 400 metri. Il team italiano si presenta con diversi atleti che hanno già indossato la maglia azzurra assoluta, tra cui la saltatrice Larissa Iapichino (Fiamme Gialle), il quattrocentista Lorenzo Benati (Fiamme Azzurre) e il velocista Matteo Melluzzo (Fiamme Gialle). Scorrendo l’elenco degli iscritti, sono Iapichino e Benati a scattare con i migliori accrediti nel lungo e nei 400, insieme alla sprinter Hope Esekheigbe (Assindustria Sport) nei 60, l’ostacolista Elena Carraro (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) nei 60hs, il lanciatore Riccardo Ferrara (Carabinieri) nel peso.

UOMINI - Nella scorsa stagione, con l’azzurro indosso, ha raggiunto la finale dei Mondiali di Eugene con la staffetta 4x400 mista, conclusa in un onorevole settimo posto. Riparte da Valencia l’avventura di Lorenzo Benati, tra gli atleti di maggiore fama dell’intera rassegna. Il quattrocentista romano, sceso lo scorso anno a un promettente 45.62 all’aperto, troverà soprattutto il portoghese Ericsson Tavares e lo spagnolo Markel Fernandez. Non sarà invece l’esordio stagionale per Matteo Melluzzo che ha già rotto il ghiaccio nei 60 metri sabato a Modena mancando il personale di un solo centesimo con 6.78. Per il siracusano euro-staffettista azzurro a Monaco di Baviera i rivali più solidi sembrano i francesi Antoine Thoraval (6.71) e William Aguessy (6.73). In pista si rivede anche Francesco Pernici (FreeZone), il bresciano da medaglia nel 2021 (argento europeo U20 con la 4x400) e da record nel 2022 (primato italiano U20 outdoor degli 800 dopo trent’anni, 1:46.87): interessante la sfida con il francese Yanis Meziane (1:45.52 outdoor) già di bronzo agli Europei U20. Nei 1500 tocca al veneziano Masresha Costa (Atl. Brugnera Friulintagli) sceso a 3:41.73 nella passata stagione all’aperto. Dal fronte dei salti, provano a esprimere il proprio talento il milanese dell’alto Edoardo Stronati (Pro Sesto Atl. Cernusco, 2,20 all’aria aperta) dopo lo stop precauzionale di domenica a Padova, e il novarese del triplo Federico Bruno (Athletic Club 96 Alperia) finalista ai Mondiali U20 di Cali nella scorsa estate (settimo): tra gli iscritti del triplo l’unico +16 è quello del turco Cakir Batuham (16,29). Nel peso, il reggino Riccardo Ferrara che in carriera ha avvicinato più volte i venti metri all’aperto (19,80) parte in pole position, con lo spagnolo Miguel Gomez in agguato.

DONNE - Il debutto da 7.47 nei 60 di Ancona ha evidenziato una velocità di base che tornerà utilissima per la rincorsa. Domenica scocca l’ora del primo volo di Larissa Iapichino nel lungo: la fiorentina quinta classificata degli Europei di Monaco, stesso piazzamento degli Euroindoor di Torun, si confronta con due avversarie di buona qualità, come la greca Spyridoula Karydi (6,71 outdoor nel 2020) già campionessa europea U20 del triplo e la spagnola Tessy Ebosele (6,63 all’aperto nel 2021), a sua volta medagliata nei contesti internazionali giovanili, tra cui spicca l’argento mondiale U20 del triplo nel 2021. Nello sprint di Valencia può esaltarsi la padovana Hope Esekheigbe capace di 7.35 dodici mesi fa e di 7.43 nell’ultimo weekend di gare a Padova: la più insidiosa è la francese Chloé Galet (7.39). Sessanta metri, ma con ostacoli, per la bresciana Elena Carraro reduce dall’8.29 di domenica a Bergamo a quattro centesimi dal PB: probabile duello con la francese Lea Vendome accreditata di 13.08 nei 100hs. Sempre in pista puntano a fare esperienza la bolognese Laura Elena Rami (Cus Bologna) nei 400, la romana Sofia Bella (Atl. Roma Acquacetosa) negli 800, la veronese Matilde Prati (Fondazione Bentegodi) nei 1500, in tre gare che lanciano le spagnole come possibili favorite, rispettivamente Berta Segura, Marina Martinez e Mireya Arnedillo. Nell’asta c’è spazio per la romana Giulia Valletti Borgnini (Fiamme Gialle) decollata a 4,30 nella scorsa stagione all’aperto: fari sulla francese Marie-Julie Bonnin sesta agli Europei “dei grandi” con 4,55.

BENVENUTA JOMA - In attesa della presentazione delle maglie ufficiali 2023, per la prima volta a Valencia la Nazionale italiana indosserà il materiale tecnico di Joma, il brand spagnolo nuovo partner della Federazione Italiana di Atletica Leggera dal 1° gennaio. È proprio dalla Spagna che si inaugura questo nuovo percorso: Joma accompagnerà gli azzurri negli eventi internazionali e vestirà l’Atletica Italiana in tutte le principali manifestazioni organizzate dalla Federazione.

STREAMING - I Campionati del Mediterraneo U23 di Valencia saranno trasmessi in diretta streaming su LaLigaSportsTV domenica 22 gennaio. 

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI
- PROGRAMMA ORARIO
- SITO UFFICIALE


Condividi con
Seguici su: