Torino: Epis ok al rientro nei 10 km

27 Marzo 2022

Alla sua prima gara dell’anno, l’azzurra corre in 33:23: “Buon test verso la mezza maratona del prossimo weekend a Berlino”. Tutti i risultati del weekend su strada

 

Di nuovo in azione Giovanna Epis. L’azzurra conquista la vittoria nella Dieci di Torino con il tempo di 33:22 nella gara di debutto stagionale, a una settimana dal prossimo impegno nella mezza maratona del 3 aprile a Berlino. Era il rientro agonistico per la portacolori dei Carabinieri, alla sua prima uscita del 2022 dopo il salto di qualità messo a segno nella maratona di Valencia dello scorso dicembre dove si è migliorata di quasi tre minuti con 2h25:20 diventando la quinta italiana di sempre. Stavolta sulle strade del capoluogo piemontese il crono finale è poco distante dal record personale nei 10 chilometri, siglato nella passata stagione a Trieste con 33:00.

“Ho deciso di mettermi alla prova - commenta la 33enne veneziana - dopo la caduta di sette giorni fa in partenza che mi ha impedito di correre a Lille, in Francia, ma che per fortuna non ha lasciato particolari conseguenze. Su un percorso ondulato, al termine di una settimana in cui ho macinato 165 chilometri in allenamento, è stato un buon test”. Alle sue spalle la keniana Mary Wangari Wanjohi (37:15) e Giorgia Priotti (Ronchiverdi Torino, 37:46), tra gli uomini in 30:42 prevale Stefan Gavril nei confronti di Roberto Boni (Self Atl. Montanari & Gruzza, 31:24) e Mattia Galliano (Atl. Roata Chiusani, 31:28).

Nella Mezza di Torino, esordio sui 21,097 chilometri per il siciliano Giuseppe Gerratana (Aeronautica) che si piazza al secondo posto in 1h04:39. In cima al podio c’è il Kenya con il successo di Simon Dudi Ekidor (1h03:10) mentre finisce terzo l’altro keniano Amos Kipkemboi Bett (1h04:58). Al femminile prima esperienza sulla distanza anche per la non ancora ventenne Aurora Bado (Freezone), seconda al traguardo in 1h17:47, e per la junior Axelle Vicari (Sisport, terza in 1h18:09) nella gara vinta dalla keniana Joyce Muthoni Njeru con 1h13:23. [RISULTATI]

TREVISO - Sono il keniano Simon Kamau Njeri e Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona) i vincitori della 17esima Treviso Marathon. Sull’arrivo di Prato Fiera hanno concluso i 42,195 km in 2h15:37 e in 2h45:45. Prestazione super per la marchigiana, campionessa italiana in carica della 100 km, che è anche la quarta assoluta considerando la classifica uomini e donne, dopo un assolo tutto in solitaria fin dai primi metri. Sugli altri due gradini del podio, al maschile Tatiyia Karbolo, il Masai che aveva provato un attacco al 22° km venendo poi ripreso, con 2h22:12 e il vicentino Edgardo Confessa (Team Km Sport, 2h29:17). L’avvio della gara vede subito i due africani prendere la testa della corsa. I due keniani procedono con un buon passo acquistando via via un vantaggio importante sul gruppo: il 34enne Njeri non risponde all’azione del connazionale, perde qualche decina di metri, poi Karbolo passa al ristoro del 25° ma non prende da bere e il ricongiungimento avviene tra il 29° e il 30° km, prima dell’allungo risolutivo. Tra le donne, secondo posto della croata Jasmina Iljas (2h56:56) davanti a Elisa Turolo (Sportiamo, 3h10:04). Una festa per i 2500 al via tra la maratona e le non competitive su 7 e 16 km. Emozionante la presenza di una dozzina di giovani atleti ucraini dai 14 ai 19 anni, ospitati a Oderzo, che hanno tagliato il traguardo con la bandiera del loro paese. [RISULTATI]

REGGIO EMILIA - È l’eritreo Freedom Amaniel (X-Solid Sport Lab) ad aggiudicarsi La 21 di Reggio Emilia con il crono di 1h03:59, allungando al dodicesimo chilometro, davanti a due atleti dell’Esercito: piazza d’onore in 1h04:32 per Marco Najibe Salami, a poco più di mezzo minuto dal personale, che precede Marouan Razine, 1h05:17 alla sua prima vera gara sui 21,097 km e al ritorno un anno dopo l’ultima volta (il cross Cinque Mulini del 2021). Nella mezza maratona al femminile Barbara Bressi (Self Atl. Montanari & Gruzza Reggio Emilia, 1h19:19) a quattro chilometri dal traguardo sorpassa Claudia Gelsomino (Pbm Bovisio Masciago, 1h20:11), con la terza posizione per la campionessa italiana di maratona Arianna Lutteri (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera, 1h22:15). [RISULTATI]

VIGEVANO - Riparte a Vigevano (Pavia) la 15esima Scarpadoro Half Marathon, con 1400 partecipanti al via dallo stadio Dante Merlo sulle tre distanze previste. La mezza maratona vede emergere in campo maschile uno specialista delle corse in montagna, Lorenzo Beltrami (Falchi-Lecco), classe ’95 di Mandello del Lario, in 1h10:28 staccando nel finale Loris Mandelli (Pol. Carugate, 1h10:44), terzo Massimiliano Milani (Atl. San Marco Us Acli, 1h11:08). Tra le donne con 1h24:01 vince Roberta Scabini (Running Oltrepò), 45enne biologa di Voghera, per superare Karin Angotti (Gp Garlaschese, 1h25:57), entrata in crisi nell’ultima parte, e Anna Caporusso (Gs Avis Ivrea, 1h26:53).

Nella 10 km in gara Silvia Furlani, che ha dedicato trent’anni della sua vita alla lotta contro la sclerosi multipla, scegliendo con coraggio di combatterla correndo. [RISULTATI]

IN ALTO ADIGE - Vincono i due favoriti alla 15esima Under Armour Mezza Maratona del Lago di Caldaro, in provincia di Bolzano, disputata con cielo terso, temperatura attorno ai 13 gradi e senza vento per gli 800 partecipanti al via. Nel giorno del 33esimo compleanno si fa un bel regalo Khalid Jbari (Athletic Club 96 Alperia, 1h07:20) attaccando in discesa nel tratto finale, con dieci secondi di margine su Michael Hofer (Deutschnofen, 1h07:30), mentre David Andersag (Asc Berg, 1h08:59) perde terreno nella seconda parte di gara. La trentina Lorella Bettin (Atl. Paratico) corre in testa dalla partenza all’arrivo per chiudere in 1h21:10 e guadagnare un ampio vantaggio sulle inseguitrici Anna Fantinelli (Atl. Brescia Marathon, 1h25:28) e Natalie Andersag (Asc Berg, 1h26:48). Nel 2018 erano stati gli stessi due atleti a imporsi nella gara attorno al lago balneabile più caldo di tutto l’arco alpino. La Panoramica di 10,550 km va quindi a Marco Anesi (Lagarina Crus Team, 34:04) e alla tedesca Anna Gerlach (40:43). [RISULTATI]

FOSSOMBRONE - Buona la prima a Fossombrone (Pesaro e Urbino) per l’edizione inaugurale della Mezza del Metauro, vinta dal keniano Simon Kibet Loitanyang (Up Policiano Arezzo Atletica) in 1h06:25 con appena un secondo di vantaggio sull’ex campione italiano Ahmed El Mazoury (Atl. Valle Brembana, 1h06:26) mentre completa il terzetto di testa Mustafà Belghiti (Dinamo Sport, 1h06:48). Al femminile è netto invece il successo di Silvia Tamburi (Atl. Avis Perugia) con 1h18:48, più dietro Sara Carducci (Atl. Casone Noceto, 1h21:48) e Federica Poesini (Tiferno Runners, 1h31:33). [RISULTATI]

ORZINUOVI - Nella nona edizione della Bossoni Half Marathon, a Orzinuovi (Brescia), il trentino Marco Filosi (Valchiese) piazza l’azione vincente nella seconda parte di gara per imporsi in 1h07:57 staccando il compagno di club Luca Merli (Valchiese, 1h09:03) con il terzo posto per Abdellatif Batel (Atl. Rodengo Saiano Mico. 1h11:33). Al femminile è padrona della corsa Simona Angelini (Atl. Paratico, 1h22:14) con circa tre minuti di vantaggio su Cristina Cotelli (Atl. Paratico, 1h25:03) ed Elisa Battistoni (Arieni Team, 1h25:27). [RISULTATI]

MESSINA - Si è tornati a correre nella Fontalba Marathon Messina, dopo due anni di stop, lungo le strade del centro cittadino. Nella Maratona Antonello da Messina, condizionata dal forte vento, vittoria per Antonio Sgammeglia (Marathon Team Canicattì, 3h17:04) e Maria Giangreco (Trinacria Palermo, 3h42:09). La Mezza Maratona Eufemio da Messina ha invece visto l’affermazione di Franco Carpinteri (Megara Running, 1h17:55) e al femminile di Vincenza Stancampiano (Cus Palermo, 1h39:41). [RISULTATI]

CARDANO - Arrivo in volata alla sesta Corri Cardano di 10,2 chilometri con la vittoria di Nathan Baronchelli (Daini Carate Brianza, 35:02) con appena un secondo di margine su Federico Pisani (Team Attivasalute, 35:03) mentre Andrea Assanelli (Dk Runners Milano, 37:08) si prende il terzo gradino del podio sul traguardo di Cardano al Campo (Varese). Senza storia invece la gara femminile che vede subito al comando Francesca Durante (Gav Gruppo Atl. Verbania, 41:12) seguita da Rosanna Urso (Atl. Arcisate, 42:19) e Adriana Di Salvo (Cardatletica, 43:25). [RISULTATI]

BIELLA - Nella terza edizione della BI.Ultra 6.24, l’ultramaratona di Biella, tre le gare disputate. Si alternano il caldo del sabato pomeriggio (con punte di 20 gradi), il freddo della notte e il cielo nuvoloso della domenica mattina nel corso della 24 ore, ma il risultato finale è di qualità con Tiziano Marchesi (Runners Bergamo) a percorrere 236,742 km e la vittoria femminile di Alice Modignani Fasoli (Bergamo Stars) con 207,649 chilometri. Nella 12 ore, partita a mezzanotte con un clima rigido e un vento gelido, trionfano Luigi Pecora (Liferunner Lugo) che corre per 139,201 km e Cristina Trestin (Zena Runners, 115,917 km). La 6 ore è invece terreno di conquista per Alessio Gazzo (Educare con il movimento Foligno, 76,961 km) e Astrid Gagliardi (Bergamo Stars, 64,059 km). [RISULTATI]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: