Super lancio di Sara Fantini: martello a 72,61

13 Febbraio 2022

Seconda prestazione italiana di sempre a Modena per l’azzurra, a meno di un metro dal record nazionale (Ester Balassini 73,59 nel 2005). È attualmente il miglior lancio al mondo del 2022

 

Vola il martello di Sara Fantini. A Modena, la lanciatrice azzurra si migliora di trenta centimetri, fino a 72,61, e diventa la seconda italiana di sempre nella specialità. È un risultato che la avvicina al record nazionale di Ester Balassini, ormai distante meno di un metro (73,59 a Bressanone nel 2005). Per la 24enne emiliana dei Carabinieri è attualmente la migliore prestazione mondiale dell’anno, nelle fresche liste del 2022: il lancio più lungo lo mette a segno all’ultimo turno, dopo aver già sfiorato con 72,00, al quinto lancio, il precedente personale di 72,31 siglato nello scorso giugno a Madrid. Nel 2021 Fantini ha centrato la finale alle Olimpiadi di Tokyo, terminata al dodicesimo posto. Nella nuova stagione era invece la sua seconda uscita dopo il debutto da 69,46 di due settimane fa a Faenza.

“Mi sono sbloccata dopo tre lanci nulli, tutti finiti sulla gabbia - racconta la lanciatrice allenata a Bologna da Marinella Vaccari, già coach della Balassini - non si incastravano ‘cosine’ tecniche ma in gara eravamo in tre, quindi l’idea di forzare da subito era ragionata, tanto avrei avuto a disposizione tutti i sei lanci. Poi, dopo il 67,82 al quarto, è cambiato tutto negli ultimi due. È una giornata che mi dà ancora più sicurezza, anche perché il 72,61 non è stato il lancio perfetto, ma ancora decisamente migliorabile. Sono consapevole che stiamo crescendo nella direzione giusta e sono felice soprattutto di aver già centrato la misura che mi porterà ai Mondiali di Eugene a luglio e agli Europei di Monaco di Baviera ad agosto, senza dover rincorrere il ranking come invece lo scorso anno per le Olimpiadi”. 

Parmense di Fidenza ma cresciuta a Salsomaggiore Terme, doppia figlia d’arte (papà Corrado “Cocco” Fantini è stato finalista olimpico del peso nel 1996, mamma Paola Iemmi una specialista delle prove multiple e poi del giavellotto), valuterà se gareggiare di nuovo nel prossimo weekend, poi sarà certamente protagonista nella finale nazionale dei Campionati invernali di lanci a Mariano Comense (26-27 febbraio) alla ricerca del decimo titolo italiano consecutivo tra estate ed inverno, quindi in azzurro in Coppa Europa lanci a Leiria, in Portogallo, nel weekend del 12-13 marzo. [RISULTATI]

LE ALTRE SEDI - Nelle ultime sfide della fase regionale, a due settimane dall’evento tricolore, nel giavellotto a Lucca il campione italiano Roberto Orlando (Atl. Virtus Lucca) piazza una spallata a 77,64. È la seconda misura in carriera per il salernitano, che ha lanciato più lontano soltanto in occasione del successo agli Assoluti di Rovereto dove ha infranto per la prima volta la barriera degli ottanta metri (80,35). Nel martello 61,27 della junior Rachele Mori (Fiamme Gialle). [RISULTATI] A Narni (Terni) nel disco incrementa il primato stagionale Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre) portandolo a 54,14 e nel martello 61,86 di Lucia Prinetti (Assindustria Sport) una settimana dopo il 62,42 di San Benedetto del Tronto. [RISULTATI] Sulla pedana di Viterbo la 18enne Benedetta Benedetti (Esercito) si migliora con 51,44 e diventa così la sesta under 20 italiana di sempre. [RISULTATI] A Verona tra le donne 51,61 per Diletta Fortuna (Carabinieri) e nella gara maschile 56,26 del 21enne Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine). [RISULTATI]

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate