Strada: i risultati del weekend di corsa

17 Ottobre 2022

Nel Giro di Rovereto quinto Neka Crippa, rientra Mattevi. A Pettinengo secondo posto di Aouani, sul miglio di Biella vince Bussotti

 

Ancora una vittoria sulle strade italiane per il burundese Celestin Ndikumana che ha firmato anche il Giro Podistico Internazionale di Rovereto, arrivato sabato in Trentino alla sua 74esima edizione. Dopo il successo di Forlì nello scorso weekend, il ventenne dell’Atletica Sandro Calvesi ha dominato sul circuito disegnato nel centro storico con partenza e arrivo in piazza Rosmini. Al termine delle dieci tornate (9,675 km) crono finale di 27:05 per lasciarsi alle spalle i due keniani Rodgers Maiyo, già vincitore nel 2018, e Ishmael Chelanga Kalale costretti a duellare per la piazza d’onore con 32 e 36 secondi di distacco. Quarta posizione per il burundese Oliver Irabaruta, portacolori dell’Us Quercia Trentingrana organizzatrice della manifestazione, seguito da Nekagenet Crippa (Esercito), in ripresa dai problemi al tendine d’Achille che l’hanno tenuto lontano dalle competizioni per gran parte della stagione. Al femminile da sottolineare il rientro di Angela Mattevi, dopo quasi due anni di stop agonistico: la 21enne trentina dei Carabinieri, campionessa mondiale juniores di corsa in montagna, è tornata in gara vincendo in 11:13 sui 3,225 chilometri. [RISULTATI]

Trent’anni di Circuito Città di Biella festeggiati sabato pomeriggio nel cuore della città, in piazza Duomo e dintorni, sul tracciato di un miglio con campioni dell’atletica ma anche tanti ragazzi. Tra le donne vittoria e primato della manifestazione eguagliato per l’albanese Luiza Gega, medaglia d’oro sui 3000 siepi agli Europei. Ha corso in 4:41 battendo in volata la keniana Lucy Mawia Muli (Gs Lammari, 4:42) e la burundese Francine Niyomukunzi (Caivano Runners, 4:43). Prima delle italiane Giulia Aprile (Esercito, 4:53) seguita da Micol Majori (Pro Sesto Atletica. 4:54) e Joyce Mattagliano (Esercito, 4:56). Nuovo record migliorato invece al maschile, con il successo di Joao Bussotti (Esercito) che ha recuperato quattro posizioni nel secondo giro per chiudere in 4:07 regolando allo sprint il bergamasco Samuel Medolago (Atl. Valle Brembana, 4:08) e il burundese Jean de Dieu Butoyi (Milone Siracusa, 4:09). Solo quarto il favorito della vigilia, il keniano Felix Kiptarus Korir (4:11), argento mondiale under 20 sui 3000 metri. [RISULTATI]

È l’edizione numero 50 per il Giro Podistico Internazionale di Pettinengo dove finisce al secondo posto il campione italiano di cross Iliass Aouani (Fiamme Azzurre) in 27:00 sul percorso di 9,6 chilometri mentre si impone il burundese Egide Ntakarutimana (Us Quercia Trentingrana) con 26:54 nella gara biellese. Sul terzo gradino del podio il keniano Philimon Maritim Kipkorir (27:04), poi il burundese Onesphore Nzikwinkunda (Caivano Runners, 27:13), il keniano Felix Kiptarus Korir (27:28), Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche, 27:31) e Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane, 27:46). Arriva dall’Africa anche la vincitrice femminile, la keniana Janeth Chepngetich in 12:11 sui 4 chilometri, secondo riscontro cronometrico di sempre. Battuta l’albanese Luiza Gega (12:17) che precede di nuovo la keniana Lucy Mawia Muli (Gs Lammari, 12:21). A seguire l’etiope Addisalem Belay Tegegn (Atl. Saluzzo, 12:29), la burundese Francine Niyomukunzi (Caivano Runners, 12:29) e la keniana Morine Gesare (12:43). La migliore italiana è al settimo posto: si tratta di Giovanna Selva (Sport Project Vco) al traguardo in 13:07 davanti a Joyce Mattagliano (Esercito, 13:30). [RISULTATI]

Giornata da record nella sesta Corsa dei Castelli a Trieste dove Birhanu Balew (Bahrain) coglie il nuovo primato del percorso di 10 chilometri da Miramare a San Giusto in 28:57 polverizzando il precedente 29:49 che apparteneva all’etiope Hagos Gebrhiwet. Un passaggio a metà gara in 14:11, poi 22:40 all’ottavo km e infine il “muro” che lo vede prendere il largo sugli avversari.

Sotto il vecchio primato anche i keniani Bernard Musau Wambua (29:24), Peter Mwainiki Njeru (29:27) e Panuel Mkungo (Atl. Castello, 29:31) mentre è settimo Marouan Razine (Esercito, 31:42). Nuovo primato anche al femminile con la keniana Nancy Kerubo Kerage che corre in 37:34. [RISULTATI]

Dickson Simba Nyakundi e Teresiah Kwamboka Omosa, coppia anche nella vita, sono il re e la regina della 21esima edizione della HMC - Half Marathon Cremona alla quale hanno preso parte oltre 2400 atleti suddivisi nelle tre prove di giornata: la classica mezza maratona, la CR10 competitiva e la CR10 non competitiva, entrambe di 10 km. A metà gara il vincitore sferra il cambio di ritmo per aggiudicarsi il successo in 1h01:55 con più di tre minuti di vantaggio sul connazionale Peter Ndung’u Wanyoike (#iloverun Athletic Terni, 1h05:16), terzo Alessandro Giacobazzi (Aeronautica, 1h06:11) una settimana dopo il ritiro nella mezza tricolore di Pisa. Stesso copione anche al femminile: il tempo della vincitrice è di 1h11:25 davanti all’altra keniana Lenah Jerotich (Atletica 2005), seconda in 1h15:23, e all’ucraina Tetiana Gamera (Atl. Sandro Calvesi, 1h17:08). Presente sulla linea di partenza Silvia Salis, vicepresidente vicario CONI. [RISULTATI]

La gara femminile della 36esima Mezza Maratona d’Autunno a Novi Ligure (Alessandria), con cui l’Atletica Novese ha voluto festeggiare i 50 anni della propria fondazione, è vissuta sull’assolo di Valeria Straneo (Azalai). Per la primatista italiana di maratona, un crono di 1h15:36 che vale il secondo successo in questa gara dopo quello del 2016. Tra gli uomini seconda vittoria consecutiva del comasco Federico Maione (Pro-Sport Running Accademy) in 1h09:28. [RISULTATI]

Nella nona edizione della Palermo International Half Marathon a prevalere sulla mezza maratona è il marocchino Abdelkrim Boumalik (Atl. Canicattì) tagliando per primo il traguardo con 1h12:29 di fronte all’Antico Stabilimento Balneare di Mondello. Tra le donne affermazione della tedesca Caroline Eroes Veda in 1h32:34. [RISULTATI]

Più di 1500 partecipanti nell’ottava Mezza Maratona Città di Foligno (Perugia) tra le gare competitive, di 21,097 km e 10 km, e la non competitiva “Foligno Sport Center Family Run”. Sul traguardo nella nuova sede di piazza della Repubblica, scelta per ricordare il 25esimo anniversario della Caduta del Torrino, vittorie di Stefano Massimi (Cus Camerino, 1h05:47) e Silvia Tamburi (Atl. Avis Perugia, 1h18:02). [RISULTATI]

Alla Parma Marathon festeggia il successo Mohammed Morchid (Atl. Winner Foligno) con 2h26:14 mentre al femminile si impone Eleonora Michela Franzini (3h11:34). Nella città emiliana la gara più partecipata del weekend è la “Trenta2” con le vittorie di Elia Generali (Atl. Castenaso Celtic Druid, 1h48:20) e dell’azzurra Rebecca Lonedo (Fiamme Oro, 1h53:18). [RISULTATI]

Fa tredici la Mezza Maratona della Ceramica Città di Assemini (Cagliari). Tante sono le edizioni della manifestazione sarda nella quale Claudia Pinna (Cus Cagliari, 1h20:21) si aggiudica la sfida con Raimonda Nieddu (Gs Lammari, 1h20:27). Al maschile Oualid Abdelkader (Cagliari Marathon) in 1h11:01 precede Federico Ortu (Cus Sassari, 1h11:27). [RISULTATI]

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: