Stano da superstar: tutta la strada di Monaco

11 Agosto 2022

L’azzurro è l’unico campione olimpico e mondiale nelle gare di marcia e maratona agli Europei in Germania. A sfidarlo è lo svedese Karlstrom. Aouani, Meucci ed Epis per le 42,195 km più aperte

 

Nel cuore di Monaco di Baviera, lungo le strade del centro città. Con la partenza e l’arrivo nella suggestiva Odeonsplatz. Ecco le preview delle gare di marcia e maratona degli Europei, che si svolgeranno su un circuito di due chilometri per il tacco-e-punta lungo Ludwigstrasse, e per la maratona (che assegna anche i titoli a squadre) su un percorso di dieci chilometri da ripetere quattro volte, anticipato da un primo giro breve di 2,195 km. Massimo Stano, unico campione olimpico e mondiale iscritto tra marcia e maratona, in gara alla ricerca di una tripletta (Olimpiadi, Mondiali, Europei) riuscita solo ad Alberto Cova nella storia azzurra.

di Marco Buccellato


UOMINI 

20 KM MARCIA. Dopo l'oro olimpico sui 20 km e quello iridato sui 35 km, azzurro-vertice con Massimo Stano per ereditare il successo dello spagnolo Alvaro Martin, presente anche a Monaco assieme ai connazionali Garcia e Amezcua. Anche lo svedese Karlstrom, doppio bronzo ai mondiali di Eugene, è iscritto. Francesco Fortunato e Andrea Cosi vantano entrambi la presenza tra i migliori dieci accrediti stagionali.
Azzurri in gara: Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon), Francesco Fortunato (Fiamme Gialle), Massimo Stano (Fiamme Oro)

35 KM MARCIA. Detto di Karlstrom (doppio impegno come a Eugene), sono iscritti l'ucraino campione europeo dei 50 km Maryan Zakalnytskyy e lo spagnolo Miguel Angel Lopez, che otto anni fa, a Zurigo, si impose sui 20 km. Tedeschi da ottimo piazzamento, con Junghannss, Linke e Dohmann, Teodorico Caporaso nella top ten degli iscritti e la coppia Giupponi-Antonelli subito a ridosso tra le migliori prestazioni europee stagionali.
Azzurri in gara: Michele Antonelli (Aeronautica), Teodorico Caporaso (Sef Virtus Emilsider Bologna), Matteo Giupponi (Carabinieri)

MARATONA. Una delle gare dell'Europeo con al via entrambi gli ultimi due a vincere l'oro, in questo caso il belga Koen Naert e l'azzurro Daniele Meucci, campione d'Europa a Zurigo prima del podio di Berlino conquistato da Yassine Rachik con il bronzo. Ed è anche una delle più difficili da decifrare. Italia con Iliass Aouani autore di un eccellente esordio sulla distanza (2h08:34), Spagna con l'ultra40enne Lamdassem e Ben Daoud, Israele con la coppia di atleti nati in Etiopia Maru Teferi e Girmaw Amare. L'Italia comanda il medagliere con cinque ori (Meucci, due Baldini e due Bordin andando a ritroso), assieme alla Finlandia, con le prime quattro aggiudicate prima del 1960 e l'ultima, guarda un po', a Monaco, ma stavolta senza alcun atleta iscritto.
Azzurri in gara: Iliass Aouani (Fiamme Azzurre), René Cuneaz (Cus Pro Patria Milano), Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro), Stefano La Rosa (Carabinieri), Daniele Meucci (Esercito)


DONNE

20 KM MARCIA. La sorpresa dei Mondiali di Eugene, la polacca Katarzyna Zdzieblo, è iscritta a Monaco per succedere alla campionessa uscente, la spagnola Maria Perez, presente e con ambizioni d'oro bis. C'è anche l'argento di Zurigo, l'ucraina Lyudmyla Olyanovska. Medagliere azzurro ricco di colori tra la ‘venti’ e la ‘dieci’ (fino al ’98), oro due volte Anna Rita Sidoti, argento ancora per la Sidoti e per la Alfridi, poker di bronzi per Salvador, Alfridi, Rigaudo e per la campionessa olimpica di Sapporo Antonella Palmisano. Azzurre con Valentina Trapletti, reduce da un ottimo campionato del mondo, iscritta con il terzo accredito.
Azzurre in gara: Valentina Trapletti (Esercito)

35 KM MARCIA. Per le prime medaglie europee sulla distanza, dopo la 50 km marciata a Berlino nel 2018 con il successo della lusitana Ines Henriques, si candidano ancora la Henriques, la greca Drisbioti (iscritta come Ntrismpioti) e la spagnola Raquel Gonzalez. Senza prestazioni, ma di sicuro valore, le ucraine Havrylyuk e Borovska. Tra i migliori dieci accrediti stagionali l'azzurra Federica Curiazzi.
Azzurre in gara: Lidia Barcella (Bracco Atletica), Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter)

MARATONA. Se vogliamo, l'identificazione delle favorite è ancora più difficile che per la 42 km maschile. La rivelazione olandese Nienke Brinkman è l'atleta con il miglior accredito, sotto i riflettori anche l'esperienza delle varie McCormack, Moreira e Schlumpf per un bell'Europeo, così come vogliono farsi onore sulle strade di casa le tedesche. Italia con la campionessa europea 2010 Anna Incerti e la numero uno azzurra Giovanna Epis, a otto anni dall'argento di Valeria Straneo a Zurigo, e a vent'anni dal titolo di Maria Guida proprio in Baviera.
Azzurre in gara: Giovanna Epis (Carabinieri), Anna Incerti (Assindustria Sport)

MONACO 2022 | TUTTI GLI ISCRITTI

LA SQUADRA ITALIANA - PROGRAMMA ORARIO - GLI ORARI DEGLI AZZURRISTATISTICS HANDBOOKLA PAGINA EA DELLA MANIFESTAZIONE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 CAMPIONATI EUROPEI su PISTA