Quattro azzurre in Francia, Battocletti nei 3000

13 Febbraio 2022

Lunedì a Val-de-Reuil la prima gara indoor dell’anno per la finalista olimpica. Bogliolo nei 60hs: tre uscite in sei giorni, poi a Liévin e Birmingham. Bruni e Molinarolo nell’asta

 

Quattro azzurre in gara in Francia, a Val-de-Reuil, tra il tardo pomeriggio e la serata di lunedì. Debutto stagionale indoor per la finalista olimpica dei 5000 metri Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), attesa sui 3000 in Normandia. Nuovo impegno per la primatista italiana dei 100hs Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) nel primo di tre appuntamenti ravvicinati sui 60hs: ha in programma anche Liévin giovedì e Birmingham sabato. Ed è l’esordio per la primatista dell’asta Roberta Bruni (Carabinieri) che non salta in gara dalla qualificazione delle Olimpiadi di Tokyo. Asta anche per la campionessa italiana all’aperto Elisa Molinarolo (Fiamme Oro).

BATTOCLETTI - Dopo i due cross di gennaio (sesta al Campaccio, ritirata alla Cinque Mulini) per Nadia Battocletti è il momento dell’esordio indoor: in Francia la 21enne trentina si misura con i 3000, con la prospettiva di un netto miglioramento del primato personale datato 2019 (9:18.33 ad Ancona, tutt’ora record italiano under 20). La pattuglia delle avversarie è di buon livello nella tappa Silver del World Indoor Tour: tra le etiopi la specialista delle siepi Zerfe Wondemagegn (sesta a Tokyo) e le ottocentiste Workua Getachew e Ayal Dagnachew (oro mondiale U20), la keniana Selah Busienei, l’israeliana Selamawit Teferi. 

BOGLIOLO - Prima tappa di un tour de force con tre uscite in sei giorni. Luminosa Bogliolo prova a abbassare lo stagionale di 8.10 corso nel debutto di Karlsruhe a fine gennaio, stavolta senza avversarie di fascia top (che invece troverà a Liévin e Birmingham): l’unica con un personale inferiore agli otto secondi, oltre alla 26enne ligure (7.99 agli Euroindoor di Torun 2021) è la statunitense Evonne Britton (7.86 nel 2019).

BRUNI E MOLINAROLO - Il Covid ne ha rinviato il debutto, ma Roberta Bruni è pronta a rompere il ghiaccio nell’asta, a più di sei mesi dall’ultimo salto in gara. La primatista italiana (4,70 a Rieti nello scorso maggio all’aperto, otto anni dopo il 4,60 indoor del 2013 ad Ancona), insieme all’altra azzurra Elisa Molinarolo (4,55 nel maggio scorso, 4,30 quest’anno), trova un discreto parterre di rivali: la cubana Yarisley Silva, in carriera oro mondiale al coperto e all’aperto, la campionessa d’Europa indoor in carica Angelica Moser (Svizzera) e le saltatrici finaliste olimpiche Tina Sutej (Slovenia), Iryna Zhuk (Bielorussia, già 4,77 nel 2022) e Xu Huiqin (Cina).

ALTO - Martedì a Banska Bystrica (Slovacchia), nel tradizionale meeting dedicato al salto in alto, è iscritto Marco Fassinotti (Aeronautica) che andrà in pedana con l’obiettivo di migliorare il 2,18 ottenuto nell’esordio di tre settimane fa a Manchester.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Iscritti e programma orario


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate