Montagna: ecco i campioni delle staffette

25 Settembre 2022

Atletica Valchiese e La Recastello Radici Group conquistano i titoli assoluti a Gagliano del Capo (Lecce)

 

Vincono i trentini dell’Atletica Valchiese e le lombarde della Recastello Radici Group nelle gare assolute sui sentieri di Gagliano del Capo (Lecce) ai Campionati italiani di staffette di corsa in montagna. Per la prima volta trionfano i biancazzurri al maschile, con il terzetto formato dal tricolore promesse Luca Merli, da Marco Filosi e dall’azzurro Alberto Vender, davanti alle due squadre targate Recastello. Nella prima frazione il migliore è Alex Baldaccini (Gs Orobie), con Merli in quarta posizione, ma poi Filosi sfrutta le sue qualità di discesista per riportarsi sotto e lanciare Vender che concretizza la rimonta. Sugli altri due gradini del podio i bergamaschi della società di Gazzaniga, che ad agosto ha festeggiato i suoi 70 anni di attività agonistica, rispettivamente con Lorenzo Cagnati, Roberto Cassol, Isacco Costa al secondo posto e Iacopo Brasi, Luca Magri, Fabio Ruga in terza posizione. Finiscono quarti i campioni uscenti dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe, priva di Cesare Maestri a riposo precauzionale, pur vantando il miglior tempo di chiusura con Xavier Chevrier.

Tra le donne avvincente la prima frazione, con una parte iniziale molto veloce. Poi nell’ultimo tratto c’è il recupero della Recastello dalla quarta posizione, per Vivien Bonzi che dà il via ad Alice Gaggi, nei confronti dell’Atletica Saluzzo di Alessia Scaini e Lorenza Beccaria. Nella fase centrale della seconda frazione Gaggi allunga per guadagnare il vantaggio da spendere nella successiva salita e arrivare a tagliare il traguardo per prima, seguita dal binomio piemontese mentre è terza l’altra coppia in maglia verde-nera della Recastello con Ilaria Bianchi e Beatrice Bianchi. Nelle gare under 20 successo all’Atletica Valle Brembana, schierata con Matteo Bardea e Stefano Benzoni, e alla Podistica Valle Varaita, per merito di Matilde Bagnus e Fabiana Valente. Assegnati anche i titoli master nell’undicesima edizione del Trofeo Ciolo, all’interno del Parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, ultimo appuntamento tricolore dell’anno e ultima prova indicativa per i Mondiali di inizio novembre a Chiang Mai, in Thailandia. Sul sentiero dell’Aspro con i suoi percorsi rocciosi, ricco di “up & down” con partenze alternate fra la piazza del Municipio e il ponte dell’insenatura, per donne, juniores e master meno giovani la prova si è svolta con due atleti su un giro completo, partendo dal centro abitato con discesa verso il mare in prima frazione per poi risalire in seconda. Le categorie assolute e master A e B maschili hanno messo in campo tre staffettisti con la partenza del primo e del terzo dal ponte Ciolo per una prevalenza di “up” in prima e terza frazione, invece il secondo staffettista ha dovuto affrontare prevalentemente la ripida discesa.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI

L’arrivo vincente di Alice Gaggi per La Recastello Radici Group (foto Gulberti)


Condividi con
Seguici su: