Montagna: Gazzaniga premia Chevrier e Ghelfi

05 Giugno 2022

Prima tappa dei Campionati italiani sui prati bergamaschi

 

Il monte Poieto e la cornice delle Prealpi Orobiche hanno fatto da scenografia ai Campionati italiani di corsa in montagna, oggi al via a Gazzaniga (Bergamo): la prima tappa è stata vinta al maschile da Xavier Chevrier e al femminile da Francesca Ghelfi. Circondati da un panorama rigogliosamente verde si è svolta “La Corsa del Settantesimo”, storica competizione dedicata quest’anno alla ricorrenza della fondazione dell’associazione sportiva La Recastello Radici Group, e che ha visto gareggiare oltre 300 tra i migliori top runner italiani, su due giri di un circuito di 6 chilometri, con un dislivello complessivo di 800 metri e una grande varietà di tracciato, che si dipanava tra prati, mulattiere, scalinate, bosco e asfalto.

Francesca Ghelfi (Podistica Valle Varaita) ha aperto sin dalle prime fasi un gap sulle avversarie che è cresciuto costantemente per tutta la gara e ha portato a casa una splendida vittoria con 1h02:57. Dietro a lei Sara Bottarelli (FreeZone, 1h04:22), la promessa Alessia Scaini (Atl. Saluzzo, 1h04:29) e Alice Gaggi (La Recastello Radici Group, 1h05:10).

“Nella prima gara di stagione è meglio non risparmiarsi e sapendo che dietro di me correvano i leoni, ho dato tutto da brava gazzella – ha commentato Francesca Ghelfi - e sono stata davvero entusiasta di ritrovare le atlete che mancavano da un po’ e soprattutto in un percorso variegato e con molta salita come questo”.

Non meno entusiasmante il battagliare, tanto prevedibile quanto intenso, fra il campione in carica Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) con tre titoli consecutivi, e il valdostano pluripremiato Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe). I due specialisti della corsa in montagna hanno proceduto insieme per tutta la competizione, che li ha visti a soli undici secondi di distanza sul traguardo. Vince Chevrier con 53:10, secondo Maestri (53:21), terzo Alberto Vender (Sa Valchiese) con 53:55. “È stata una gara condivisa con il mio amico di sempre e compagno di squadra - afferma Xavier Chevrier - ce la siamo giocata fin dall’inizio prendendo distanza dal gruppo e sull’ultima discesa abbiamo mantenuto il margine tra uno e l’altro. La mia squadra è di un paese vicino a Gazzaniga ed è particolarmente emozionante gareggiare per i settant’anni de La Recastello, perché qui è nata la corsa in montagna, qui si è fatta la storia della disciplina e qui ancora vive. Ci giocheremo il campionato a Premana con la prova di sola salita, ma ora dobbiamo prendere le misure per gli europei in Spagna nelle Canarie”. Si confermano anche i talenti Elia Mattio (Podistica Valle Varaita) e Axelle Vicari (Sisport), che portano a casa il primo posto sul podio per la categoria juniores, e le promesse Luca Merli (Sa Valchiese) e Vivien Bonzi (La Recastello Radici Group).

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: