Lungo: il rientro di Randazzo

24 Luglio 2022

Ad Avola (Siracusa) il finalista olimpico torna in azione dopo l’infortunio saltando 7,53 controvento (-2.1)

 

Di nuovo in pedana Filippo Randazzo. È tornato in gara l’azzurro del lungo, ad Avola (Siracusa) nella sua Sicilia, dove è atterrato a 7,53 con un consistente vento contrario (-2.1). Dopo un periodo di stop per infortunio, era l’esordio nella stagione all’aperto del finalista olimpico della scorsa estate, ottavo ai Giochi di Tokyo. Quest’anno il 26enne delle Fiamme Gialle ha saltato 8,00 agli Assoluti in sala di febbraio ad Ancona, a dodici centimetri dal personale outdoor e a cinque da quello al coperto, mentre la sua ultima uscita agonistica è stata con il dodicesimo posto (7,74) ai Mondiali indoor di Belgrado. Nel Long Jump Festival si piazza al secondo posto Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia) con 7,51 (-2.2).

TRIESTE - Due giornate di sfide a Trieste nella prima edizione degli Alpe Adria Athletics Games, quadrangolare giovanile internazionale (con un atleta-gara under 23 e uno della categoria under 20) che vede il successo dell’Emilia-Romagna davanti a Friuli-Venezia Giulia, Slovenia e Veneto. A livello individuale si impone con 52,28 nel giavellotto Federica Botter (Atl. Brugnera Friulintagli) come la compagna di club Giorgia Bellinazzi sui 200 in 23.98 (+2.1), tra gli uomini Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine) spedisce il disco a 54,61. In pista lo sprinter Alessandro Ori (La Fratellanza 1874 Modena) è secondo nei 200 in 21.07 (+0.2) davanti all’altra promessa Paolo Messina (Trieste Atletica), al personale con 21.26, entrambi preceduti dallo sloveno Matevz Sustarsic (20.98) mentre nei 400 ritocca il suo primato Alberto Montanari (La Fratellanza 1874 Modena) con 47.64 alle spalle di Gregor Grahovac (Slovenia, 47.38). [RISULTATI] In contemporanea, nel pomeriggio di sabato, edizione numero 51 per il Meeting Cus Trieste: sul rettilineo Aurora Berton (Libertas Friul Palmanova) corre nei 100 piani in 11.67 (+1.5), invece sui 100 ostacoli 13.30 (+0.2) di Giada Carmassi (Atl. Brugnera Friulintagli). Nel giavellotto vinto dalla slovena Martina Ratej (51,87), terza Margherita Regonaschi (Cus Trieste, 49,01) e quarta la campionessa italiana Paola Padovan (Carabinieri) che non trova la giusta spallata e chiude con 48,89. [RISULTATI]

IN BELGIO - Passo avanti in questa stagione di Eleonora Vandi negli 800 metri. La mezzofondista dell’Atletica Avis Macerata finisce seconda in 2:02.06 al meeting di Huizingen, in Belgio, realizzando la terza prestazione in carriera sulla distanza, a poco più di un secondo dal personale di 2:00.88 datato 2019. Nella gara la 26enne pesarese arriva dietro alla francese Charlotte Mouchet (2:01.72) ma per un centesimo riesce a spuntarla nei confronti dell’altra transalpina Agathe Guillemot (2:02.07). [RISULTATI]

ASCOLI - Nella 32esima edizione dell’Ascoli Meeting, sulla pedana di casa ad Ascoli Piceno, il discobolo Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) mette a segno quattro misure oltre i sessantuno metri con un picco di 61,76 all’ultimo tentativo, dopo aver già lanciato 61,00, 61,17 e 61,67. [RISULTATI]

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: