J Medical Cross, primo atto a Venaria Reale

15 Novembre 2022

A tre settimane dagli Europei di cross si corre domenica al Parco della Mandria, con tanti azzurri alla ricerca di una maglia per l’11 dicembre. Sabato il convegno tecnico sui benefici della campestre

 

La Mandria Park, benvenuti! Domenica mattina si comincia a correre sul percorso degli Europei di cross in calendario per l’11 dicembre. A Venaria Reale (Torino) il momento di testare la macchina organizzativa e, per gli atleti che ambiscono alla maglia azzurra, è l’ora di guadagnarsi un posto nel team italiano che dovrà tenere alta la bandiera tricolore nell’edizione casalinga della rassegna continentale. Il J Medical La Mandria Cross inizierà alle 9.30 di domenica mattina con le gare under 20, proseguirà con la prova assoluta del cross corto sulla distanza dei 2 km, frequentata da chi punta alla convocazione nella staffetta, quindi darà spazio alle altre categorie giovanili prima di celebrare il momento clou da mezzogiorno in poi, con le prove senior e U23 femminile (8 km) e maschile (10 km). Tutte le gare, come noto, saranno altamente indicative per la composizione della squadra che vestirà l’azzurro tre settimane dopo. L’impegno sarà utile per studiare i dettagli del percorso, capirne le insidie e saperle gestire quando ci sarà da affrontare i più forti d’Europa. Partenza, arrivo, cambi di direzione, salita e discesa, sono identici rispetto al percorso degli EuroCross sia nel giro corto sia nel lungo, l’unica differenza è l’attraversamento del Castello della Mandria, e in particolare della suggestiva Galleria delle Carrozze, che avrà luogo soltanto il giorno degli Europei e non nel test.

Al netto dell’argento di Lisbona 2019 Yeman Crippa, al lavoro in altura a Iten, e della tre volte campionessa europea giovanile Nadia Battocletti, che tornerà in azione il 27 ad Alcobendas dopo il sesto posto di Atapuerca, molti dei principali interpreti azzurri della corsa campestre saranno al via del J Medical Cross, a partire dal campione italiano Iliass Aouani (Fiamme Azzurre), fin qui autore di due brillanti uscite all’estero con il secondo posto di Amorebieta e la quarta piazza di Soria al termine di una gara da protagonista. Sta vivendo un’annata di crescita Yohanes Chiappinelli (Carabinieri) nella sua nuova versione di specialista della strada, ma anche il cross è storicamente il suo habitat naturale. Alla prova dei 10 km prenderà parte anche un medagliato azzurro degli Europei di Monaco di Baviera: è il bronzo dei 3000 siepi Osama Zoghlami (Aeronautica) che rientrerà in settimana dal raduno nella Rift Valley in Kenya, insieme al fratello gemello Ala Zoghlami (Fiamme Oro) che invece sarà impegnato nel cross corto. “Lungo” anche per Pietro Riva (Fiamme Oro) quinto d’Europa dei 10.000 e per Neka Crippa (Esercito) fresco vincitore a Osimo, “corto” invece per gli specialisti dei 1500 Pietro Arese (Fiamme Gialle) e Ossama Meslek (Atl. Vicentina) rispettivamente quarto degli Europei e primatista italiano indoor. 

Al femminile, fari sulle compagne di squadra di Nadia Battocletti nell’avventura d’oro di un anno fa a Dublino (U23), tra cui Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino), Ludovica Cavalli (Aeronautica) e Giovanna Selva (Carabinieri) nella prova di 8 km. Con loro Rebecca Lonedo (Fiamme Oro), fresca debuttante in maratona e migliore delle azzurre nella passata edizione della gara senior. Nel “corto” è attesa al via Federica Del Buono (Carabinieri) che dopo una buona stagione in pista ha vinto il bronzo ai Mondiali militari nel cross insieme ad Arese, Cavalli e Federico Riva (Fiamme Gialle) a sua volta tra i candidati per la staffetta.

La giornata di gare sarà preceduta da un convegno tecnico sui benefici della corsa campestre sull’attività in pista: “Sporcarsi i piedi per correre veloci” è l’incontro che si terrà nella sala degli scudieri del Castello della Mandria, dalle 15, con l’introduzione del responsabile del mezzofondo azzurro Federico Leporati e gli interventi dei tecnici Claudio Pannozzo, Silvano Danzi e Gianni Crepaldi, del medico sportivo Paolo Cavallo e del fisioterapista J Medical Federico Bristot.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: