Giro al Sas: Edris supera Riva e Crippa

01 Ottobre 2022

Nella classica gara su strada a Trento, quinta vittoria per l’etiope che precede i due azzurri: a quattro secondi il piemontese, a dodici il campione europeo dei 10.000 di fronte al pubblico di casa

 

È ancora Muktar Edris il padrone del Giro al Sas. L’etiope conquista il suo quinto successo sulle strade del centro storico di Trento, il secondo consecutivo, nella 75esima edizione di questa classica con il tempo di 28:47 su una distanza di poco superiore ai dieci chilometri. Alle spalle del due volte iridato dei 5000, il migliore degli azzurri è Pietro Riva (Fiamme Oro) staccato di quattro secondi in 28:51 mentre l’idolo del pubblico di casa, il campione europeo dei 10.000 metri e compagno di club Yeman Crippa, finisce al terzo posto in 28:59. Una sfida risolta dall’allungo di Edris durante l’ultima delle dieci tornate nei confronti del piemontese Riva, tricolore in carica e recordman nazionale dei 10 km su strada che si aggiudica il Memorial Cosimo Caliandro dedicato al primo degli italiani, dopo che a tre giri dal traguardo si era formata la coppia di testa con Crippa staccato di qualche metro. Arriva così il pokerissimo per il 28enne africano, già vincitore nel 2014, 2015, 2017 e 2021. Ai piedi del podio Osama Zoghlami (Aeronautica), bronzo continentale dei 3000 siepi, quarto in 29:12 seguito da Iliass Aouani (Fiamme Azzurre, 29:13) e dal 21enne Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane, 29:25). Le accelerazioni di Edris hanno scandito il ritmo di gara: la prima sferzata è arrivata al quarto giro, portando alla creazione di un quartetto comprendente anche il burundiano Jean Marie Vianney Niyomukiza (Atl. Libertas Unicusano Livorno), poi decimo in 29:33. Un giro più tardi, la seconda frustata ha visto cedere proprio quest’ultimo, consentendo a Edris di mettere le mani anche sul traguardo volante intitolato alla memoria dell’alpinista trentino Fabio Giacomelli.

“È sempre un piacere essere qui - le parole di Edris - e vincere. La gara è stata impegnativa ma con un pubblico come quello di Trento la fatica quasi non si fa sentire. Dopo un’estate difficile, sono pronto per tornare a correre forte anche nelle mezze maratone autunnali”. E proprio i 21,097 chilometri di Valencia, tra tre settimane, saranno il prossimo obiettivo di Pietro Riva, eccellente secondo sulle orme del coach Stefano Baldini, tre volte vincitore del Giro al Sas. “Edris è un avversario di un altro livello - commenta l’azzurro - e nel giro finale ha semplicemente preso il largo. Io ci tenevo a fare una bella gara e sono soddisfatto della mia prestazione, mi riempie di sicurezza in vista della mezza maratona”. Terzo posto quindi per Yeman Crippa accolto come autentico eroe cittadino dai tifosi trentini di ogni età: “Dopo la stagione su pista avevo bisogno di qualche settimana di stop e temevo di non essere al meglio oggi, ma Edris e Riva hanno fatto una gara super e io mi accontento di questo piazzamento. Da qui inizierò a lavorare per farmi trovare pronto agli appuntamenti invernali: non posso che ringraziare il pubblico di Trento per il grande affetto che sa darmi e che mi dimostra ogni volta”. Sintesi tv su RaiSport domenica sera alle 20.30.

Domenica 2 ottobre il Trento Running Festival si completerà con l’undicesima Trento Half Marathon che attende al via il campione mondiale di maratona Tamirat Tola. All’etiope spetterà il compito di infrangere il muro dell’ora di gara dopo che nel 2021 il connazionale Chimdessa Gudeta aveva esaltato il rinnovato tracciato chiudendo in 1:00:15. In gara al femminile ci sarà anche la veneziana Giovanna Epis (Carabinieri) che in questa stagione ha evidenziato ulteriori miglioramenti fino al quinto posto nella maratona degli Europei.

(ha collaborato Luca Perenzoni/FIDAL Trentino)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 LXXV^ Giro al Sas Int.le