Fondi PNRR, scelto l’impianto Lucchini di Bologna

21 Aprile 2022

Presentati 75 progetti, il presidente FIDAL Mei: “Centralità della città e importante passato atletico”

 

È la riqualificazione dell’impianto sportivo Lucchini-Antistadio di Bologna il progetto scelto dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera, riconosciuto di interesse nazionale, al fine di indirizzare le risorse gestite dal Dipartimento Sport previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il progetto presentato dal Comune di Bologna consiste nel rifacimento, nell’ampliamento e nella rigenerazione dello storico impianto, con una serie di interventi tra cui una nuova pista a 8 corsie, per restituire alla città una struttura moderna, funzionale allo sviluppo e alla promozione dell’atletica leggera.

Ogni federazione sportiva poteva appoggiare un solo progetto a livello nazionale per il Cluster 3 del bando, finalizzato alla diffusione della cultura sportiva. La FIDAL, come spiega il presidente Stefano Mei, “dopo un attento vaglio delle 75 candidature ricevute da diverse città italiane, ha scelto di appoggiare il progetto di Bologna in ragione della centralità della città e del suo importante passato atletico, cogliendo così l’opportunità offerta dal PNRR per restituirle un importante impianto, strategico per lo sviluppo dell’atletica leggera italiana”.

“È un’ottima notizia per la città e per lo sport bolognese – commenta l’assessora allo Sport Roberta Li Calzi -. Presentiamo progetti per 10,5 milioni di euro con i quali potremmo riqualificare 3 impianti rendendoli delle eccellenze moderne e che guardano al futuro. L’appoggio della FIDAL, che rende particolarmente appetibile la nostra partecipazione al Cluster 3 del Bando, è poi un riconoscimento straordinario per la nostra città, che ha vinto una concorrenza importante a livello nazionale. E che ci darà una nuova pista da 8 corsie, con possibilità di omologazione per gare di alto livello, che al momento non esiste a Bologna”.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate