Fantini 74,38 record italiano a Lucca, Mori 68,04

28 Maggio 2022

Giornata straordinaria per il martello azzurro: la parmense supera dopo 17 anni il primato nazionale di Ester Balassini (73,59), la livornese migliora il proprio limite U20 di oltre due metri. Fassinotti 2,25

 

Giornata memorabile per il lancio del martello a Lucca: Sara Fantini stabilisce il record italiano con 74,38, superando dopo 17 anni il 73,59 realizzato da Ester Balassini a Bressanone nel 2005. La parmense dei Carabinieri, che lo scorso anno ha disputato la finale alle Olimpiadi di Tokyo, è scatenata al campo scuola Moreno Martini: si migliora di oltre un metro e settanta rispetto al personale ottenuto in inverno (72,61) e ne aggiunge 79 al primato nazionale, con una serie strepitosa che include anche un 74,29, un 73,53, un 72,06 e un 71,80. A poche settimane dai Mondiali di Eugene (15-24 luglio) e dagli Europei di Monaco di Baviera (15-21 agosto) la 24enne doppia figlia d’arte (papà Corrado “Cocco” Fantini, finalista olimpico del peso nel 1996, mamma Paola Iemmi, specialista delle prove multiple e poi del giavellotto) si issa al settimo posto delle liste mondiali stagionali e al terzo posto di quelle continentali. Il pomeriggio indimenticabile per le lanciatrici italiane abbraccia anche la junior Rachele Mori (Fiamme Gialle) che sgretola il proprio primato italiano U20, portato a 68,04 con un miglioramento di quasi due metri e mezzo rispetto al 65,62 del 25 aprile e con tutti i sei lanci superiori al precedente limite. La 19enne livornese diventa la quinta italiana di sempre e scala le liste U20 del 2022: è l’attuale leader mondiale a poche settimane dai Mondiali di categoria a Cali (1-6 agosto). Da sottolineare anche il progresso di oltre due metri di Cecilia Desideri (Aeronautica) quarta in 66,72 (aveva 64,70), per diventare l’ottava italiana di sempre.

“È SOLO L’INIZIO” - “È una sensazione pazzesca - esclama Sara Fantini - perché cercavo questo record da tanto tempo, sapevo di star bene ed ero convinta di valerlo. Al primo lancio l’ho sfiorato, mi sono mancati soltanto sei centimetri, e allora mi sono detta che dovevo farlo. Sono contenta di essere riuscita a esprimermi e soprattutto della solidità che ho dimostrato su queste misure in tutta la gara, dall’inizio alla fine. Un risultato che mi dà fiducia e tanta consapevolezza: è quello che serve per affrontare poi le manifestazioni più importanti. Ed è appena iniziata, siamo soltanto alla seconda gara della stagione. La preparazione invernale mi ha fatto crescere sotto ogni punto di vista, all’interno di un bel gruppo di lavoro a Bologna. Tolgo il record a Ester Balassini, che aveva la mia stessa allenatrice, Marinella Vaccari, e per me è bello poter proseguire la strada che era stata tracciata”.

IN PISTA: FONTANA 23.20 - La primatista italiana della 4x100 Vittoria Fontana (Carabinieri) si migliora nei 200 metri con 23.20 (-1.2), l’altra staffettista azzurra Irene Siragusa (Esercito) è seconda nei 100 in 11.48 (+2.1) alle spalle della sudafricana Carina Horn (11.14). Il brasiliano Erik Cardoso è il più veloce nei 100 al maschile con 10.34 (+0.4), un centesimo meglio di Wanderson Polanco (Atl. Riccardi Milano 1946, 10.35). Secondo nei 200 il turco oro mondiale di Londra 2017 Ramil Guliyev (20.92/-1.3) battuto dal sudafricano Luxolo Adams (20.45). Cresce Lorenzo Simonelli (Esercito) nei 110hs: il romano che la prossima settimana (il 1° giugno) compirà vent’anni si porta a 13.71 (+0.7) nella sfida con due nomi di valore internazionale come il brasiliano Gabriel Constantino (13.51) e il sudafricano Antonio Alkana (13.59). Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) riparte da 2:03.34 negli 800, Riccardo Tamassia (Trevisatletica) al PB nei 1500 (3:41.67) sulla scia del tunisino Riadh Chninni (3:41.20).

SALTI: DIAZ 17,33 - Buon 2,25 nell’alto per Marco Fassinotti (Aeronautica) che incrementa lo stagionale di tre centimetri rispetto al 2,22 della scorsa settimana in Germania e prova per tre volte 2,28 senza successo. Max Mandusic (Fiamme Gialle) dopo il 5,61 di martedì a Castelporziano (Roma) si impone in 5,42 davanti a Ivan De Angelis (Fiamme Gialle, 5,32). La junior Marta Amani (Cus Pro Patria Milano) vince con 6,31 (-0.7) nel lungo per prevalere sulla più esperta rumena Florentina Iusco (6,22/-0.6). Nell’alto, 1,85 per Erika Furlani (Fiamme Oro) e Marta Morara (Atl. Lugo). Impressiona ancora il triplista cubano Andy Diaz (Libertas Unicusano Livorno), migliore al mondo dell’anno: dopo il 17,64 di Grosseto, l’atleta che si allena a Castelporziano si concede un altro notevole 17,33 (-0.2). 

LANCI: STRUMILLO 58,86 - Seconda prestazione in carriera, la migliore degli ultimi sei anni, cioè dal 59,80 degli Europei di Amsterdam: ottima giornata per la discobola Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre) che lancia 58,86 ed è superata soltanto dalla cubana Silinda Morales (60,42). Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) primeggia nel peso con 19,86, secondo Leonardo Fabbri (Aeronautica, 19,54). Il confronto tra gli azzurri del martello se lo aggiudica Simone Falloni (Aeronautica) con 72,50 davanti a Marco Lingua (Asd Marco Lingua 4ever, 71,54) e Giorgio Olivieri (Carabinieri, 70,82). Nel giavellotto è secondo Roberto Orlando (Aeronautica) con 72,59 dietro al rumeno Alexandru Novac (76,55).

SULMONA - Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) allo stagionale nel disco a Sulmona (L’Aquila): 61,11 per il lanciatore marchigiano al primo turno, poi di nuovo oltre i sessanta metri al terzo (60,43) [RISULTATI]. 

SIRACUSA -  A Siracusa, sulla pista di casa, Matteo Melluzzo corre i 100 metri in 10.33 (+1.3). Per il velocista azzurro delle Fiamme Gialle è la prima gara stagionale con vento regolare dopo il 10.30 (+2.4) centrato sempre a Siracusa e il 10.31 (+2.3) di Savona [RISULTATI].

IN SLOVENIA - Lanciatori in gara al meeting di Slovenska Bistrica (Slovenia) dove nel giavellotto è seconda Carolina Visca (Fiamme Gialle) che spedisce l’attrezzo a 55,58 mentre si piazza quinta Emanuela Casadei (La Fratellanza 1874 Modena, 51,22). Al maschile nel disco terzo posto di Carmelo Musci (Fiamme Gialle) con 58,34 davanti a Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine), 58,05 per la seconda prestazione in carriera, e ad Alessio Mannucci (Aeronautica, 56,05) [RISULTATI].

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI

Rachele Mori (foto Andrea Bruschettini)


Condividi con
Seguici su: