Esekheigbe sprint: 7.35 nei 60 indoor

16 Gennaio 2022

La ventenne velocista a Padova si migliora di dodici centesimi

 

Gran miglioramento della ventenne Hope Esekheigbe sui 60 metri a Padova. La sprinter dell’Assindustria Sport vola in 7.35 sul rettilineo del Palaindoor veneto, con un progresso complessivo di dodici centesimi rispetto al personale della scorsa stagione, mentre in batteria era già riuscita a demolirlo con 7.40. Con questo risultato la velocista, che ha conquistato nel 2020 il tricolore al coperto dei 60 juniores, si porta al quarto posto nelle graduatorie italiane under 23 di ogni epoca: meglio di lei in questa fascia di età soltanto Manuela Levorato (7.20), Vittoria Fontana (7.28) e Marisa Masullo (7.33). Di recente la giovane padovana si era messa in evidenza sui 50 metri, a metà dicembre nell’impianto di Parma, correndo in 6.38 a sette centesimi dalla migliore prestazione nazionale. Al personale anche l’azzurrina Elisa Visentin (Atl. Biotekna) con 7.58 in batteria e la ventenne Ilenia Carraro (Assindustria Sport), 7.56 in finale. Nel lungo Carol Zangobbo (Assindustria Sport) atterra a 6,27 che vale il proprio limite indoor, ad appena sei centimetri da quello all’aperto. [RISULTATI]

BERGAMO E RIETI - Ostacoliste in forma a Bergamo con la 21enne Elena Carraro (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) ad imporsi sui 60hs battendo due volte l’ex tricolore assoluta Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano): 8.43 contro 8.45, poi 8.42 a 8.48 mentre finisce terza Erica Maccherone (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), 8.54 nella seconda prova. Cresce anche l’altra promessa Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con il suo primato di 7.96. (Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia) [RISULTATI] A Rieti la specialista degli ostacoli Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) apre la stagione sui 60 piani con 7.61 e 7.63. [RISULTATI]

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: